Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il primo ministro svedese Stefan Lofven si dimette – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Stefan Lofven (64) si è dimesso da leader del partito e primo ministro in occasione della riunione nazionale del partito di novembre.

– Ho un messaggio importante: nella campagna elettorale del prossimo anno, la SPD sarà guidata da qualcuno diverso da me, come ha dichiarato Leuven nel suo discorso estivo.

Il premier aveva informato i suoi colleghi di partito prima dell’annuncio.

Ho informato il partito che lascerò la mia posizione di leader del partito al congresso del partito a novembre, per poi riscattarmi come primo ministro.

Il socialdemocratico ha aggiunto che ora ha annunciato le sue dimissioni per dare tempo a chi subentrerà come nuovo leader del partito quando arriverà la caduta.

– Sono anche convinto che un nuovo leader del partito darà al partito e al movimento operaio più nuova energia, afferma Leuven.

La decisione è maturata nel tempo

Il 64enne è attivo nella SPD da quando aveva 13 anni ed è diventato il leader del partito nel gennaio 2012. Si è poi dimesso da leader del potente sindacato IG Metall dopo sei anni e ha accettato di diventare il leader del partito.

Tutto ha una fine e voglio dare al mio successore le migliori condizioni, afferma Leuven nella lettera.

Löfven è Primo Ministro della Svezia dal 3 ottobre 2014 e ha guidato i governi di minoranza per due mandati.

La decisione è maturata nel tempo, ammette il leader socialdemocratico.

Sono il leader del partito da una decina d’anni, il primo ministro da sette. È stato un anno meraviglioso. Ma tutto ha una fine.

anno turbolento

Fino al 28 giugno di quest’anno, Löfven ha guidato un governo di minoranza con i socialdemocratici e il partito dei Verdi (MP), sostenuto dai liberali e dal partito di centro sulla base del cosiddetto accordo di gennaio.

READ  L'uragano "Ida" sta arrivando negli Stati Uniti - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Il governo è rimasto scioccato dalla sfiducia nel mercato degli affitti.

Meno di due mesi fa, è diventato chiaro che Stefan Lofven ha continuato a farsi carico della leadership del Paese con il suo governo su una base parlamentare debole, approvata con un margine di due voti nel parlamento svedese.

Sessanta deputati hanno votato esplicitamente per “liberare” il primo ministro socialdemocratico, e non era chiaro come il governo di Lovanio avrebbe ottenuto il prossimo bilancio statale.

Le elezioni parlamentari regolari si terranno in Svezia nell’autunno del 2022.