Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Iniziano le indagini dopo che decine di migranti muoiono al valico di frontiera – NRK Norvegia – Panoramica delle notizie da diverse parti del paese

Foto e video di quello che è successo dopo sono diventati virali su Internet nei giorni successivi.

Ciò che si è potuto vedere ha fatto reagire con disgusto le organizzazioni per i diritti umani in tutto il mondo.

In un video girato dall’organizzazione per i diritti umani AMDH (l’Associazione marocchina per i diritti umani), si possono vedere migranti insanguinati picchiati dalla polizia con manganelli e sdraiati a terra senza vita.

I migranti vengono fotografati prima di tentare di scavalcare la recinzione nell’enclave spagnola.

Foto: Javier Bernardo/AP

Secondo le autorità spagnole, circa 2.000 migranti hanno tentato di assaltare la recinzione che separa il Marocco dal Marocco Enclave spagnola Melilla. Scrive Guardiano.

Non sono sicuro di quanti siano morti

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha scritto sul suo account Twitter di essere rimasto scioccato da quanto accaduto.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Foto: Mary Altaffer/AP

– Sono rimasto scioccato dal grado di violenza manifestatosi al confine venerdì scorso, che si è concluso con l’uccisione di decine di migranti e richiedenti asilo. L’uso della violenza eccessiva è inaccettabile. I diritti e la dignità delle persone in fuga devono essere una priorità.

Non è chiaro quanti siano stati effettivamente feriti o uccisi dopo l’incidente. Attori diversi trasmettono numeri diversi.

L’IA scrive Delle sue pagine sono “almeno 23”.. Lo hanno detto anche le autorità marocchine venerdì scorso. AMDH riporta 37 morti.

Un uomo africano è raffigurato in un centro per migranti a Melilla.  La foto, un primo piano, è stata scattata attraverso una recinzione.  Indossava una maglietta blu e guardava dritto nella telecamera con un occhio.  L'altro occhio è gonfio e la pelle intorno all'occhio e al naso è danneggiata.

Un uomo sudanese viene fotografato in un centro per migranti a Melilla. Fu tra i tanti che tentarono di entrare nell’enclave spagnola venerdì 24 giugno.

Foto: FADEL SENNA/AFP

Segni dell’IA le loro pagine Le foto trapelate da Melilla sono scioccanti.

Mucchi di persone, vive e morte, giacevano a terra, mentre la polizia marocchina vagava intorno a loro, hanno scritto.

Amnesty afferma che chiedono un’indagine indipendente e approfondita. Questo vale per questo incidente, ma anche per incidenti precedenti sulla stessa frontiera.

Inizia l’indagine

Il sabato successivo, il primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez, ha descritto l’incidente come un “attacco all’integrità territoriale della Spagna”, ha scritto. Guardiano.

Martedì scorso si è saputo che i pubblici ministeri spagnoli avevano avviato un’indagine sulle morti.

La foto mostra un migrante che scappa felicemente dalla recinzione che separa il confine tra il Marocco e l'enclave spagnola di Melilla.  Indossava pantaloni neri e faceva jogging in topless.  Corre con entrambe le mani in aria e sorride alla telecamera.  L'erba gialla gli arriva alle ginocchia.  Dietro di lui si vedevano un'alta recinzione a maglie, guardie armate e decine di altri migranti.

Un migrante ha attraversato il confine con Melilla. La foto è stata scattata venerdì 24 giugno.

Foto: Javier Bernardo/AP

L’Associazione marocchina per i diritti umani accusa anche le autorità marocchine di aver cercato di insabbiare le morti.

Hanno scritto su Twitter sei giorni dopo l’incidente che nessuna autopsia era stata eseguita su nessuno dei morti.

Guardando indietro, ci sono state grandi proteste sia in Spagna che in Marocco contro quanto accaduto.

Foto di una manifestazione a Madrid, dopo che alcuni migranti sono rimasti uccisi e feriti mentre cercavano di attraversare il confine tra Marocco e Melilla.  La foto mostra un gruppo di persone sdraiate a terra, senza vita, con in mano un cartello che recita "smettila di ucciderci".  Intorno a loro ci sono altri manifestanti che tengono vari striscioni e striscioni.

Manifestazioni nella capitale spagnola, Madrid, dopo che alcuni migranti sono rimasti uccisi e feriti mentre cercavano di attraversare il confine dal Marocco a Melilla.

Foto: Manu Fernandez / AP

L’agenzia spagnola per i rifugiati ha detto che la maggior parte di coloro che hanno cercato di attraversare il confine sono fuggiti Il conflitto in Sudan.

READ  L'invasione russa dell'Ucraina: - Questo è terrorismo