Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

ISW: – Prepararsi alla Grande Guerra

ISW: – Prepararsi alla Grande Guerra

“Molti indicatori finanziari, economici e militari russi indicano la preparazione della Russia per un conflitto convenzionale su larga scala con la NATO, e non solo per una guerra a lungo termine in Ucraina”.

Questo è quanto scrive il celebre centro ricerche Istituto per lo studio della guerra (ISW) nel suo rapporto quotidiano sulla guerra.

Brevemente

  • La Russia si sta preparando per un conflitto su vasta scala con la NATO, secondo l’Istituto per lo studio della guerra (ISW).
  • L'Istituto per lo studio della guerra indica come indicatori di ciò i cambiamenti nella struttura militare ed economica della Russia.
  • L'esperto russo Tormod Heyer ritiene che prepararsi per un simile conflitto sia un compito disperato per la Russia e lo vede essenzialmente come una manovra politica interna da parte di Putin.

L’Istituto per lo studio della guerra indica la creazione di diverse regioni militari russe, una riorganizzazione su larga scala delle forze di difesa e i cambiamenti nella leadership militare come indicatori del fatto che la Russia si sta preparando per qualcosa di più di una semplice guerra di lunga durata in Ucraina.

Il centro di ricerca spiega che una grande guerra con l’Occidente potrebbe non verificarsi quest’anno, ma potrebbe essere più vicina di quanto molti analisti occidentali si aspettassero in precedenza.

Un volo norvegese ha ricevuto la minaccia di una bomba: ha dovuto tornare indietro


– Completamente vuoto

La ragione per cui Putin ora vuole apportare grandi cambiamenti alla società e alla macchina da guerra russa è per poter resistere all’alleanza di difesa più potente del mondo, afferma l’esperto russo Tormod Heyer.

READ  Matt Eric "Il re tigre"

– Sembra che la Russia stia ora cercando di condizionare una parte maggiore della società contro la minaccia esistenziale più grande e pericolosa che possa immaginare di dover affrontare, ovvero la NATO. Per prepararsi contro un avversario così formidabile è necessario migliorare diversi settori della società, come la finanza, l'economia e l'industria della difesa, ha detto al Dagbladet.

Dopo due anni di guerra in Ucraina tali cambiamenti saranno estremamente necessari, secondo Heyer.

– L'intera capacità di difesa militare terrestre russa, cioè il controllo dell'esercito russo, è stata completamente svuotata e logorata dopo due anni di guerra. Pertanto, parti più ampie della società russa devono essere riorganizzate, al fine di aumentare la produzione di mezzi militari e ricostruire le proprie capacità militari, di fronte alla NATO.

L'esperto: professore allo Staff College ed esperto di Russia Tormod Heyer.  Foto: Collegio norvegese per la difesa

L'esperto: professore allo Staff College ed esperto di Russia Tormod Heyer. Foto: Collegio norvegese per la difesa
Mostra di più

– Attaccherà tra qualche anno

Molti leader dell’Unione Europea hanno avvertito che Putin sta ora cercando di trasformare la Russia in un’economia di guerra, affrontando la NATO.

Il ministro della Difesa danese Troels Lund Poulsen ha dichiarato il 9 febbraio che nuove informazioni indicano che la Russia potrebbe tentare di attaccare un paese della NATO entro tre o cinque anni.

Poulsen ha il sostegno del presidente polacco Andrzej Duda, il quale ha affermato che Putin sta ora intensificando i suoi sforzi per trasformare la Russia in un’economia di guerra. Duda ha affermato che l'intenzione di Putin è quella di poter attaccare la NATO già nel 2026 o 2027, durante un'intervista alla CNBC il 20 marzo.

– Una missione senza speranza

Heyer ritiene che la transizione verso un’economia di guerra richiederà tempo, soprattutto in Russia.

– Ciò richiederà molto tempo, perché l'industria russa non è molto efficiente rispetto all'industria occidentale. Anche se hanno grandi ambizioni, è probabile che i numeri siano molto inferiori a quanto affermano. C’è molta corruzione e autocensura, che fanno sì che le persone abbiano paura di avere aspettative realistiche.

Secondo Heyer, prepararsi per una potenziale grande guerra con la NATO, mentre la guerra in Ucraina è ancora in corso, non ha senso.

– Sarebbe una missione completamente senza speranza, non è all'altezza. Pertanto dobbiamo interpretarlo innanzitutto come una mossa politica interna. Putin vuole mobilitare il popolo contro un nemico comune, vale a dire la NATO.

– Aumentare la produzione di armi

Heyer ritiene che il fatto che la Russia stia ora preparando la macchina da guerra possa sembrare preoccupante sia per l’Ucraina che per i suoi sostenitori, ma l’Occidente non dovrebbe lasciarsi intimidire.

– Può sembrare spaventoso per l'Occidente. D’altro canto, i paesi occidentali della NATO hanno il doppio dei soldati, il triplo del numero di persone, e il loro valore di creazione annuale è sei volte quello della Russia.

Egli sottolinea che anche la capacità di produzione militare dell'Occidente è in aumento.

Da parte occidentale vediamo ancora che la produzione di armi sta gradualmente aumentando. Ci vuole tempo, ma una volta arrivato, penso che sarà molto meglio. Nel frattempo, l’Ucraina deve condurre la guerra in modo da non impegnare eccessivamente le proprie forze, afferma Heyer.