Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Italo parigino vince il Nobel per la Fisica a Roma

EFE / EPA / EMANUELE VALERI

Roma, 6 dicembre (EFE). L’italiano Giorgio Baresi è stato insignito oggi a Roma del Premio Nobel per la fisica, riconosciuto in ottobre dalla Reale Accademia delle Scienze svedese insieme allo scienziato giapponese Siokoro Manabe e al tedesco Klaus Haselmann.
Lo ha detto Baresi, pochi istanti dopo aver ricevuto il diploma e la medaglia d’oro dall’ambasciatore svedese in Italia Jan Björklund.
Cabibbo è stato uno dei fisici teorici più importanti nella fisica delle particelle. Nel 2008, il Premio Nobel per la Fisica è stato assegnato a Makoto Kobayashi e Toshihide Maskua senza menzionare la ricerca di Kabebo, sebbene il loro lavoro abbia gettato le basi per i giapponesi, secondo l’Associazione Italiana di Educazione Fisica.
A ottobre, l’Accademia svedese delle scienze ha riconosciuto Paris, Manabi e Haselmann per il loro contributo “pionieristico” alla comprensione dei cosiddetti sistemi fisici complessi, uno dei quali è il clima terrestre, che consente una previsione affidabile del riscaldamento globale.
Per il secondo anno consecutivo, la pandemia di coronavirus ha impedito all’Accademia svedese di organizzare un’importante cerimonia di premiazione e i vincitori di questa settimana riceveranno vari vincitori del Premio Nobel per l’edizione 2021 nel loro paese d’origine o luogo di residenza.
Le immagini verranno riprodotte successivamente a Stoccolma, in una festa a cui partecipa un piccolo gruppo di persone, il 10 dicembre, data generalmente dedicata alla cerimonia del Nobel perché è la memoria del suo creatore, la morte del magnate svedese Alfred Nobel.
Nel caso di Baresi, l’evento si è svolto presso l’Universidad Aalla Sapienza di Roma, alla presenza del Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Mesa, della Presidente della Sapienza, Antonella Pollimini, e del Sindaco della capitale Roberto Gualtieri. , tra l’altro.
La cerimonia si è svolta nella città di Ola Magna, alla presenza di alcuni studenti, docenti, ricercatori e ricercatori, ed è stata anche trasmessa in diretta sui canali digitali dell’ateneo in modo da poter essere seguita anche esternamente.
Al centro del palco c’era una medaglia e un diploma di un parigino, mentre a sinistra c’erano i funzionari e lo stesso Parigi, e a destra il quartetto d’archi suonava alcuni brani classici, nonché gli inni nazionali d’Italia e Svezia .
La Royal Academy ha notato in ottobre che Manabe e Haselman Arcia hanno stabilito la conoscenza del clima terrestre e di come ha influenzato l’umanità, mentre Parisi ha rivoluzionato la teoria della materia disordinata e dei processi casuali dalla scala atomica a quella planetaria. Scienze della Svezia.

READ  Il contadino è un pacificatore: la nazione