venerdì, Giugno 21, 2024

Jakob Ingebrigtsen guida facilmente i 1500 m del WC – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Must read

Graziella Allesi
Graziella Allesi
"Pioniere della cultura pop impenitente. Piantagrane freelance. Guru del cibo. Fanatico dell'alcol. Giocatore. Esploratore. Pensatore."

Dopo che Narve Gilje Nordås era stato al sicuro in testa alla meta per un tratto, si è bloccato un po’ al penultimo giro. Stava per precipitare di circa 650 metri, dopo un contatto ravvicinato con il francese Ezzedine Habez.

– Era a pochi millimetri di distanza, ha detto il commentatore di atletica NRK Jann Post.

Guarda la situazione nel video player in cima alla scatola!

Alla domanda sulla prossima caduta dopo il traguardo, ha risposto:

– Così è stata anche la Commissione europea l’anno scorso. Ora sono così tanto più forte che non mi interessa. Ora continuo a correre.

– Ne avevi paura?

– SÌ. SÌ. Ho pensato: “Santo cielo, quanto è costato?” Ma lei ha risposto bene. Sono così grato per questo, dice Nordas, che lui stesso dice di essere al suo meglio.

– Mi sono detto che non dovevo lasciare il bagno. Ma era 50-50, credo. Un altro piccolo scivolone, e poi è esploso a testa in giù, dice il 24enne.

Ingebrigtsen sentì cadere dietro di sé

Ha corso Jakob Engebrigtsen nella sua prima manche di prova. Lì ha preso il comando a circa 600 metri dalla fine e subito dopo diversi concorrenti sono rientrati in campo.

L’errore si verifica raramente. Quindi sei completamente indietro o avanti. Ho notato subito che stavano prendendo un ritmo decente. Poi si è calmato un po’, ma prima è meglio sdraiarsi. Hai altro con cui giocare, dice Ingebrigtsen

– A parte la finale, il primo round (prova) è probabilmente la gara più emozionante. Siamo tre ragazzi in più con questo caldo rispetto alle prossime due gare. Quindi la probabilità che accada qualcosa è alta. dice Ingebrigtsen.

READ  Sport, Calcio | Samrud vuole diffondere eventuali conflitti e disordini: - Dobbiamo farlo rapidamente

– Hai molta paura, se proprio devi dirlo. Non è qualcosa a cui penso davvero, perché ha funzionato bene per la maggior parte. Ma puoi vedere che stai correndo molti rischi ovunque tu vada. Lui dice.

Spettacolo dei fuggitivi di Nordås

Nordås ha finito per perdere completamente l’equilibrio dopo essere quasi caduto, ma riusciva a malapena a stare in piedi. Nell’ultimo round è avanzato ed è arrivato quinto nelle qualificazioni, con il tempo di 3.34.67.

Ciò ha portato al progresso, che ha accolto con entusiasmo a lungo termine.

– È stato fantastico sentire di avere così tanto controllo. Mi voltai in tutte le direzioni e vidi che ero il numero cinque, e sapevo che il sei continuava. Poi ho pensato che potevo sdraiarmi qui. Non ha senso uscire oggi. Ci sarà un’altra gara tra 22 ore. Non è molto”, dice Nordas della semifinale di domenica pomeriggio.

Stewart McSween è stato tra coloro che non sono avanzati. Vedi tutti i risultati in fondo al caso!

Ingebrigtsen non ha corso rischi

L’anno scorso, Jacob Ingebrigtsen è stato sconfitto da Jake Whiteman in una lotta per l’oro del WC. Da allora, ha vinto tutte le gare a cui ha partecipato e ha abbassato il proprio record personale di oltre un secondo.

La caccia alla medaglia d’oro nei 1.500 metri di Budapest è iniziata sabato con un’offerta.

Davanti, c’era tensione su come sarebbero andate a finire le nuove regole di qualificazione. Mentre in passato accadeva che un certo numero di atleti passasse direttamente da ogni batteria, e i corridori avevano tempi migliori di quelli che non si qualificavano direttamente, quest’anno sono i migliori sei di ciascuno dei quattro qualificati che passano.

READ  Østigård svela il segreto dietro la proprietà estrema

Ingebrigtsen ha aperto con calma come al solito, prima di scattare in avanti in campo. A 600 metri dalla fine, ha preso il comando.

– Il commentatore di NRK Jan Post ha detto che non corre mai rischi.

– Più a lungo viene ritardato, più è probabile che entri in qualcosa. Mi sono sentito un po’ “colpito” nella gamba. Quindi ha mantenuto una velocità relativamente costante e alta. È stato il migliore, dice Ingebrigtsen a NRK.

Ingebrigtsen aveva il controllo completo e ha vinto la cronometro con un tempo di 3:33.94. È stato anche il miglior tempo della prova.

Per Ingebrigtsen e Nordås la semifinale dei 1500 metri attende domenica pomeriggio, prima della finale di mercoledì sera.

Inoltre, Ingebrigtsen proverà anche a difendere l’oro dello scorso anno nei 5000 metri. Giovedì sera è prevista una gara di apertura e domenica sera una finale. Nei 5000 metri anche Nordos, Henrik Ingebrigtsen e Magnus Tove Myhre sono in lista di partenza.

More articles

Latest article