Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Kajsa Vickhoff Lie è caduta duramente in Val di Fasa

LØRENSKOG (Dagbladet): – Per me è stato doloroso, visto che Kajsa Vickhoff dice una bugia a Dagbladet. Reagisce a quanto accaduto dopo una caduta violenta in Val di Fassa a febbraio.

Il 23enne aveva una gamba rotta e il grido che è risuonato in tutta la valle italiana potrebbe ancora far venire la pelle d’oca alla gente del posto.

La giocatrice del Bærum Ski Club è rimasta a lungo nella rete di sicurezza prima di essere trasportata in elicottero in ospedale.

Cagsa Vekhov Lee è caduto male domenica nella gara di Coppa del Mondo del SuperG in Val di Fassa. Video: NRK
Mostra di più

– È stato difficile

Quando Feikhov Lai è entrato nella rete di sicurezza, ho subito capito che qualcosa non andava. La 23enne dice che dieci (alla fine) sono venute in suo aiuto, ma nessuno conosce l’inglese.

Era così difficile sentire il bisogno di dare loro il controllo senza avere una conversazione. Penso anche che ci sia voluto molto tempo, dice.

Non è andata meglio quando Vykhov Lee ha visto che la gamba era nella posizione sbagliata senza poterla muovere:

– È stato allora che ho iniziato a urlare, perché volevo solo che qualcuno si avvicinasse e mi rimettesse le gambe nella giusta posizione. E quando il primo che arriva afferra la slitta e lascia cadere la gamba… è stato molto doloroso…

Lei completa:

– Ho provato a dire che mi sono rotto una gamba e che dovrebbero mantenere la calma e la calma. Quando dicono “rilassati, rilassati”, diventa difficile fidarsi di loro.

Tradito da Kjus: – Moriamo


Vekhov mi fa notare che non si è impegnata nel caso e che ha affidato la responsabilità agli allenatori.

Ad ogni modo, non possono fare nulla per il modo in cui hai passato, ma devono affrontarlo in modo che non accadano di nuovo cose diverse e che diventino troppo intense nel circo della Coppa del Mondo.

Ha anche notato che l’esperienza non è stata solo negativa:

– Anche loro hanno fatto molto bene. Mi hanno portato tranquillamente su una barella, mi hanno tolto le scarpe, mi hanno portato in elicottero e ha funzionato. Non hanno fatto molto di sbagliato, ma sento che avrebbero potuto essere un po’ meglio per me.

Buoni spettacoli: Kajsa Vickhoff Lie, qui con Ragnhild Mowinckel, ha una prospettiva positiva per il futuro.  Foto: Bjørn Langsem
Buono per: Kajsa Vickhoff Lie, qui con Ragnhild Mowinckel, è ottimista riguardo al futuro. Foto: Bjørn Langsem
Mostra di più

Conferma conversazioni

Il direttore sportivo norvegese Klaus Resti afferma che la Norwegian Ski Association è stata in contatto con la FIS per quanto riguarda il processo:

– C’era attrito dopo l’infortunio. Fu un tragico incidente con un dolore lancinante. Era bloccato nella rete e c’erano sfide linguistiche – non è possibile, dice Ryste a Dagbladet.

La squadra norvegese ha reagito, tra l’altro, al fatto che ci sono voluti circa 25 minuti in autunno per portare via il 23enne, che la gestione della situazione è stata vista come caotica e che molte delle immagini TV quello non lo risolveva. Viene visualizzata la situazione.

– Il Fronte Islamico di Salvezza ha mostrato la sua comprensione. Questo è qualcosa che viene portato oltre, afferma Rist.

DIRETTORE SPORTIVO: Claus Ryste, qui da Sölden nel 2018. Foto: Bjørn Langsem/Dagbladet
Direttore Sportivo: Klaus Rist, qui da Sölden nel 2018. Foto: Bjorn Langsem/Dagbaldet
Mostra di più

Dagbladet è stato in contatto con l’organizzatore, che scrive quanto segue in una e-mail:

Siamo molto dispiaciuti per l’infortunio di Cagsa e speriamo davvero che sia sulla buona strada per il recupero. Ovviamente ne abbiamo parlato con la FIS, a fine gara e un mese dopo. Abbiamo controllato i video e parlato con i medici. Il primo soccorritore è arrivato abbastanza velocemente, quindi i soccorsi hanno richiesto molto tempo a causa della gravità della lesione, ma tutte le procedure che sono state eseguite rispettano il protocollo.

A dire il vero, anche a noi è sembrato un tempo lunghissimo, ma in queste circostanze solo i medici e i soccorritori hanno le conoscenze necessarie per lavorare, e non possiamo mettere in dubbio la loro professionalità.

L’organizzatore scrive inoltre che cercherà sempre di migliorare e imparerà dall’evento.

Brutta caduta: Cajsa Vykveh Lie.  Foto: NTB
brutta caduta: Le grotte di Cajes si trovano. Foto: NTB
Mostra di più

strada da percorrere

Kajsa Vickhoff Lie ha raggiunto la sua svolta finale piazzandosi seconda nella gara di Coppa del Mondo a Garmisch-Partenkirchen a gennaio, ma non si sa ancora quando tornerà.

La 23enne dice di soffrire ancora e quando Dagbladet e altri media l’hanno intervistata poco tempo fa, ha esitato.

– Sto meglio in questo momento. Non l’ho testato prima. Ci sono stati molti alti e bassi. Cerco di prendere ogni giorno come viene, dice.

Di recente, è diventato chiaro che Li Vykhov dovrà sottoporsi a una nuova operazione. Lei stessa afferma di aver già ricominciato il percorso riabilitativo.

READ  Ciclismo e sport | Bystrom e Christophe hanno mostrato muscoli in Francia