Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Klæbo chiede alla FIS di mostrare la spina dorsale:

Stella del country cross: Johannes Husfluth Klapow.

Johannes Hosfluth Klæbo (25 anni) non ha in programma di competere in Russia e chiede alla FIS di muoversi rapidamente.

Inserito:

– Ciò che sta accadendo ora in Ucraina è spaventoso, cosa che devo davvero condannare. Sì, quello che è successo sembra irreale e mette il nostro mondo in una situazione nuova e pericolosa. È guerra – e stiamo entrando in un periodo di posta in gioco molto alta in diverse regioni, ha detto Johannes Husfluth Klæbo a VG.

Giovedì notte l’esercito russo ha invaso l’Ucraina. Le forze russe sono già nelle profondità dell’Ucraina orientale, nelle repubbliche separatiste di Donetsk e Luhansk, e giovedì mattina hanno lanciato un’invasione su larga scala da almeno cinque fronti.

A marzo, la gara di Coppa del Mondo si svolgerà a Tyumen, in Russia, e l’International Skating Union non si è ancora spostata sulle gare.

Questo fa reagire Klæbo.

– Ora la FIS deve dimostrare di avere la responsabilità oltre che la spina dorsale. È il trasferimento della finale dei Mondiali che era previsto in Russia. La FIS avrebbe potuto reagire più velocemente e dare a Östersund e alla Svezia la fine della Coppa del Mondo. Mi aspetto che il Fronte islamico di salvezza funzioni oggi. Personalmente, non ho intenzione di viaggiare in un paese che ne invade un altro, per gareggiare sui pattini, dice Klæbo.

Leggi anche

Holund a VG: – Sarebbe sbagliato organizzare lo sci di fondo in un paese in guerra

Il capo dello sci norvegese Erik Roste Ha inviato un’e-mail al capo del Fronte di salvezza islamico, Johan Elias E giovedì mattina il segretario generale Michel Fillon con il messaggio che bisogna prendere una decisione rapida sulle gare in programma.

READ  Olaf Toft - Agisci:

Personalmente, penso che sarebbe completamente sbagliato ospitare la Coppa del Mondo in un Paese che ora sta causando grande distruzione e sofferenza a un Paese europeo. Si tratta di qualcosa di più grande dello sport. Quindi lo sport non può essere neutrale, dice Rusti.

La FIS ha scritto in una dichiarazione a VG giovedì mattina che stanno seguendo da vicino la lotta e che la sicurezza per tutti i soggetti coinvolti è una priorità assoluta, ma non è stata presa alcuna decisione finale sulla corsa a Tyumen 18-20. Marzo.

Klæbo e molte altre star norvegesi gareggeranno nella periferia di Lahti, in Finlandia, questo fine settimana. Stasera lui, e anche Northog e Anne Abelqvist Stinest, presenteranno la gara a Helsinki. Sulla linea di partenza anche le due russe, Gleb Retyvik e Julia Stupak.

– È strano che tu viaggi in Finlandia oggi per competere sui pattini con pattinatori provenienti da Ucraina, Russia e altri. Ma forse la competizione nello sport è più importante che mai, proprio perché lo sport è apolitico e innocuo. Il 25enne dice che sembra totalmente irrealistico dover competere sui pattini adesso, ma dobbiamo fare del nostro meglio.

Mercoledì, prima dell’invasione russa dell’Ucraina, il compagno di squadra nazionale di Klopp, Hans-Krister Holland, si è opposto ai piani per organizzare competizioni in Russia.

Holland ha aggiunto che sarebbe sbagliato organizzare lo sci di fondo in un paese in guerra VG.