Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Borsa di Oslo si è chiusa con un forte rialzo – E24

Dopo un buon inizio di settimana, la Borsa di Oslo è tornata con forza negli scambi odierni. Ben aiutato da Telenor e Nordic Mining, tra gli altri.

Quel giorno: martedì c’era un tempo migliore alla borsa di Oslo.

Hokun Mosvold Larsen

Inserito:

Martedì c’era un umore notevolmente migliore alla Borsa di Oslo, dopo un lunedì buio. L’indice principale ha concluso le negoziazioni di martedì, in rialzo dell’1,40% a 1119,50 punti. Questo è 15 pips in più rispetto alla chiusura di lunedì.

Pertanto, il mercato si sta in qualche modo riprendendo dal crollo di lunedì, quando il mercato azionario è sceso di oltre il 2% e con esso ha registrato la più grande perdita in un solo giorno finora quest’anno.

Molte aziende dei pesi massimi hanno avuto una buona giornata di negoziazione. Nordic Mining è in forte crescita dopo un nuovo accordo su una controversa struttura mineraria. Telenor e Tetofre, dal canto loro, hanno tirato fuori recenti rapporti contabili, e sono anche tra i vincitori di oggi.

Giornata dei Giganti

Martedì, Telenor ha pubblicato i risultati del secondo trimestre. I dati chiave hanno mostrato un calo del fatturato da 28,98 a 27,16 miliardi e l’utile al netto delle imposte dimezzato da 4,43 a 2,19 miliardi. Il calo degli utili non ha spaventato il mercato azionario.

Il gigante delle telecomunicazioni ha concluso l’accordo con un aumento del 3,11% ed è tra i vincitori oggi, appena dietro l’Air Shuttle norvegese, che è cresciuto del 3,75%.

Il fatturato di Telenor è stato di 1 miliardo di dollari in meno rispetto alle previsioni anticipate degli analisti, mentre il risultato è stato di 600 milioni in meno. Sebbene i risultati siano stati più deboli del previsto e peggiori rispetto al secondo trimestre dello scorso anno, Telenor ritiene che lo sviluppo per il resto del 2021 sarà migliore rispetto allo scorso anno.

Tra gli altri pesi massimi, anche le azioni di Yara ed Equinor sono aumentate rispettivamente del 2,76 e dell’1,57%. Allo stesso tempo, le azioni di DNB sono andate di lato e sono finite piuttosto invariate.

Leggi anche

Prende una posizione dura contro le vendite di Telenor: – impantanato nella corruzione

Pedaggio per Aker BP – Nessun petrolio trovato a Stangnestind

La compagnia petrolifera Aker BP, di cui Kjell Inge Røkkes Aker è il maggiore proprietario, ha dato un’altra possibilità al Mare di Barents. Martedì, la società ha emesso un messaggio deludente di non aver trovato nuovo petrolio, il che potrebbe essere la fine del lavoro di esplorazione della società nella regione.

Il titolo ha iniziato la giornata, poi è diminuito e poi è tornato su. Il titolo ha chiuso in rialzo dello 0,08%.

Direzione del petrolio norvegese Rapporti Martedì era pronto il risultato della perforazione del pozzo esplorativo 7234/6-1, licenza PL858. Secondo la direzione, non è stato trovato petrolio, ma solo una “piccola scoperta di gas” di giacimento di qualità medio-bassa.

Leggi anche

Aker BP continua la crescita degli utili nel secondo trimestre: si attiene al piano dei dividendi dopo l’aumento dei prezzi del petrolio

Nordic Mining è stato lanciato da LOI

Nordic Mining ha firmato una lettera di intenti con l’americana Kronos, ha dichiarato la società in un annuncio di borsa martedì mattina. L’accordo prevede che Nordic Mining venderà tutta la sua produzione di rutilo dalla miniera di Engebø a Kronos nei prossimi cinque anni.

Al mattino, le azioni di Nordic Mining sono aumentate di oltre il dieci percento, ma da allora hanno rallentato. Il titolo ha chiuso al 2,91%.

La miniera di Førdefjord è stata precedentemente oggetto di molte controversie ed ha incontrato l’opposizione delle organizzazioni ambientaliste.

Leggi anche

Il progetto minerario norvegese perseguita 2 miliardi di persone – attende l’attenzione del Giappone

Aker Horizons lancia una piattaforma energetica in Cile

A gennaio, Aker Horizons ha acquisito una partecipazione del 75% in Mainstream Renewable Power, una società di energia eolica e solare.

Ora questa azienda costruirà una piattaforma di potenza con una capacità di un gigawatt. La piattaforma sarà composta da sei progetti individuali e includerà progetti per l’energia eolica e solare.

Martedì le azioni di Aker Horizons sono aumentate dello 0,57%.

Il prezzo del petrolio si sta muovendo e la corona è debole

Martedì, lo sviluppo è stato piatto per il prezzo del petrolio, dopo essere sceso da $ 73 alla fine della settimana. Intorno alle 16,30, un barile di petrolio del Mare del Nord (burning spot) veniva scambiato a 68,89 dollari al barile sul mercato spot, attestandosi così con un aumento dello 0,26 per cento.

Allo stesso tempo, quest’anno la corona ha raggiunto il livello più debole. La crescente paura del contagio, il crollo dei mercati azionari e il calo dei prezzi del petrolio stanno contribuendo all’indebolimento della corona.

Martedì intorno alle 16.30 il dollaro costa 9.056 corone, la maggior parte dal novembre dello scorso anno. All’inizio di giugno, il dollaro era a 8,25 NOK, mentre il tasso di cambio era inferiore a 8,2 NOK al livello più basso nell’aprile di quest’anno.

Il tasso di cambio di 10,66 corone norvegesi per euro martedì intorno alle 16:30 è il più alto da dicembre dello scorso anno.

Leggi anche

La corona si indebolisce ulteriormente: si avvicina a nove corone contro dollaro

READ  Aker BP ed Equinor svilupperanno due giacimenti petroliferi per 14,5 miliardi di NOK - E24