sabato, Giugno 22, 2024

La Danimarca aumenta il limite per l’aborto a 18 settimane

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

Il paese aveva alcune delle regole sull’aborto più restrittive dell’Europa occidentale.

Il governo del primo ministro Mette Frederiksen ha concluso un accordo sul cambiamento con i partiti di opposizione SF, Enhedslisten, De Radikale e Alternativet.

– Per quanto riguarda la salute, l’attuale limite settimanale non è giustificato e non vi è alcuna indicazione che un aumento del limite settimanale comporterebbe un aumento significativo o un ritardo degli aborti, afferma in un comunicato stampa il ministro dell’Interno e della Sanità Sophie Lohde.

Questa è la prima volta in 50 anni che vengono apportate grandi modifiche alle regole sull’aborto Danimarca. Il vecchio limite, fissato nel 1973, era di 12 settimane.

Per gli aborti eseguiti successivamente, la donna doveva chiedere il permesso al comitato regionale per gli aborti. Questi tribunali vengono ora sostituiti da un nuovo tribunale nazionale, che valuterà i casi in cui si discute di aborto dopo la diciottesima settimana.

Le nuove regole significano anche che in futuro le ragazze tra i 15 e i 17 anni potranno abortire senza bisogno del consenso dei genitori o del permesso del Consiglio per l’aborto.

Questa primavera, l’ex ministro della Sanità Ingvild Kirkwall (AFP) avrebbe dovuto presentare una proposta per una nuova legge sull’aborto in Norvegia. Poi è dovuta scendere.

Ora sta facendo pressioni sul Primo Ministro sulla nuova proposta.

Oggi, le donne norvegesi hanno diritto ad abortire fino alla dodicesima settimana. La stragrande maggioranza abortisce prima di allora, e quasi tutti coloro che richiedono un aborto tra la dodicesima e la diciottesima settimana vengono approvati dal tribunale.

READ  Continuiamo a finanziare la guerra di Putin - VG

More articles

Latest article