Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La donna che smaschererà i russi

Mettiamo in guardia contro le immagini forti.

Il procuratore generale ucraino Irina Venediktova è responsabile delle indagini sui crimini di guerra in Ucraina.

L’obiettivo è ritenere il presidente russo Vladimir Putin, i suoi soldati e sostenitori responsabili di crimini come l’uccisione di civili e bambini, stupri e torture.

Per lei è personale.

– Proteggo gli interessi dei cittadini ucraini. E ora vedo che non posso proteggere questi bambini morti. Mi fa male, dice Venediktova in un’intervista all’Associated Press.

Quando l’ex professoressa di giurisprudenza è stata nominata primo procuratore generale del paese dal presidente Volodymyr Zelensky nel 2020, si è considerata una riformatrice.

Doveva cambiare il corrotto sistema ucraino.

Ora si trova ad affrontare un compito ancora più difficile, se possibile, in condizioni estremamente difficili, con severi requisiti di prova internazionali, in un paese ancora noto per la sua magistratura completamente corrotta.

La Procura e il suo ufficio ne hanno istituito uno sito web Ovunque chiunque può registrare sospetti crimini di guerra. È così che i numeri giornalieri possono crescere. È così che la Procura della Repubblica e il tribunale di Venezia possono condividere quotidianamente le foto di case bombardate, sospette camere di tortura e nuove fosse comuni.

– Non sto facendo questo lavoro per ottenere Mi piace su Facebook, dice Guardiano.

– Presentare il lavoro che svolgiamo agli ucraini e alla comunità internazionale. Prima di tutto, devi fare il lavoro. Poi continua, gli ucraini possono giudicarmi quando il lavoro è finito.

È difficile indagare sui crimini di guerra.

L’onere della prova è vicino a quello di un tribunale norvegese.
La guida deve essere in grado di resistere alla difesa russa.

Né si riferisce solo alla Russia.

Il diritto internazionale non ritiene responsabili gli Stati, ma piuttosto gli individui. Quindi ogni caso deve essere collegato a una persona che può essere ritenuta responsabile. Come soldato, generale o capo.

Chi è responsabile di questo?

Immagini che hanno sconvolto il mondo

Ci sono state molte notizie sulle atrocità della guerra. Il maggior numero possibile di smentite e rifiuti russi.

Come il 9 marzo, quando un ospedale per donne e bambini nella città costiera di Mariupol è finito intrappolato sotto la pioggia di missili russi.

Le autorità ucraine hanno riferito che tre persone sono state uccise e 17 ferite.

L’OSCE ne ha creato uno questa settimana Rapporto. Afferma che questo è stato un attacco russo e che è stato un crimine di guerra.

La Russia rifiuta.

Poi è arrivata la notizia che un teatro nella stessa città, dove alloggiavano diverse centinaia di civili, è stato colpito da un attacco aereo russo.

Il consiglio comunale di Mariupol teme che nell’attacco del 16 marzo siano morte fino a 300 persone.

Le immagini satellitari del sito mostravano la parola “bambino” scritta a grandi lettere bianche all’esterno dell’edificio.

La Russia nega il coinvolgimento nell’attacco.

Quindi le forze russe si ritirarono dalla regione di Kiev.

I corpi sono stati trovati sparsi per le strade. Sono stati legati e fucilati. L’immagine ha sconvolto il mondo intero.

rilevamento di immagini satellitariStanno sdraiati lì da diverse settimane. La popolazione civile non voleva avvicinarsi a loro. Si diceva che i soldati russi stessero preparando i corpi con esplosivi.

La Russia la chiama rappresentazione teatrale, propaganda dall’Occidente.

Cinque persone sono state trovate legate, torturate e uccise in uno scantinato. L’ufficio del procuratore generale l’ha chiamata la camera delle torture.

Sei corpi carbonizzati sono stati trovati in strada.

E poi ci sono stati casi di stupro.

25 ragazze e giovani donne sono state trattenute in un seminterrato A Potsja da più di 20 giorni, secondo le autorità ucraine.

La loro età variava dai 14 ai 24 anni. Ne porterai nove. Il difensore civico ucraino per i diritti umani, Lyudmila Denisova, ha affermato che tutti sono stati sistematicamente violentati

Le immagini satellitari hanno rivelato un numero crescente di fosse comuni.

Ora questi sono stati scavati. I corpi devono essere identificati. I percorsi devono essere messi in sicurezza.

In totale, più di 1.200 civili sono stati trovati morti nell’area metropolitana.

La procuratrice Venediktova è stata nelle fosse comuni di Potsja questa settimana.

– Ho visto i cadaveri mentre riesumavo i cadaveri, ha spiegato alla stampa Venediktova.

Inciso: Irina Venediktova si recò a Potsja l'8 aprile e assistette all'esumazione dei corpi dalle fosse comuni.  Foto: AP Photo / Efrem Lukatsky / NTB

Inciso: Irina Venediktova si recò a Potsja l’8 aprile e assistette all’esumazione dei corpi dalle fosse comuni. Foto: AP Photo / Efrem Lukatsky / NTB
Mostra di più

Gli scienziati forensi francesi sono venuti nella città suburbana per prendere parte al lavoro di documentazione delle atrocità, in modo che un giorno potessero rappresentare una prova in un’aula di tribunale nazionale o internazionale.

Prove che potrebbero confutare le accuse russe sulla condotta.

– Ora possono vedere tutto. Possono vedere la situazione. Vere tombe, veri cadaveri, vere esplosioni. Ecco perché questo momento è così importante per noi”, ha detto Venetiktova quando ha ricevuto gli esperti internazionali.

Francese: scienziati e specialisti forensi francesi sono in città per aiutare con le indagini.  Foto: Sergey Sobinsky/AFP/NTB

Francese: scienziati e specialisti forensi francesi sono in città per aiutare con le indagini. Foto: Sergey Sobinsky/AFP/NTB
Mostra di più

“totalmente marcio”

Le sfide del procuratore generale non si fermano ai russi.

“Prima della guerra, la maggior parte degli ucraini non si fidava dello stato”, ha detto Venetiktova al Guardian.

Pensi che ci sia una ragione per questo.

Altri membri della Procura della Repubblica e il modo in cui agiscono.

Le accuse di corruzione non sono rare in Ucraina. Alcuni descriverebbero il paese come “totalmente corrotto”.

In questi giorni siamo così solidali con l’Ucraina, in modo abbastanza naturale, che possiamo immaginare che sia arrivata al punto di diventare un normale paese europeo. Ma sono ben al di sotto della media, spiega il politologo e ricercatore di Oslo Mitt Jörn Holm Hansen.

Quasi quanto la Russia

L’Ucraina ha ottenuto un punteggio basso nell’indice di corruzione per Trasparenza internazionalePer – su 100 punti possibili, l’Ucraina ha 32 punti. Questo è sufficiente per occupare 122 posti.

– Secondo l’indice, l’Ucraina è leggermente meno corrotta della Russia, afferma Holm Hansen, e continua:

– Dice qualcosa sul livello. È un paese molto corrotto, dove l’oligarchia ha un’influenza molto grande.

La donna che smaschererà i russi

Lì l’Ucraina è diversa dalla Russia.

Il politologo, formulato in termini leggeri, la mette così: mentre l’oligarchia deve adattarsi alla politica di Putin in Russia, è l’oligarchia che controlla la politica in Ucraina. Spesso il presidente stesso è l’oligarca.

– Lo fanno acquistando membri dell’Assemblea nazionale, preferibilmente da partiti diversi. Gli accordi vengono fatti con potenti tangenti da parte di membri del governo, del presidente e dei giudici. In questo modo garantiscono la tutela degli interessi dell’oligarchia attraverso, ad esempio, gli appalti pubblici.

Per capire la politica, non è utile guardare alle tradizionali linee di divisione politica di un partito, bisogna familiarizzare con il modo in cui vengono prese le decisioni di acquisto e vendita.

Né la corruzione compare solo in politica.

Quasi nessun caso importante si è concluso con sanzioni severe da quando l’Ucraina ha dichiarato la sua indipendenza, scrive Guardiano.

– Ciò è dovuto all’influenza dell’oligarchia sulla magistratura, in quanto può acquistare giudici che le autorità ordinano di governare con attenzione.

Il pubblico ministero è accusato

Anche il procuratore generale Venediktova non è sfuggito alle accuse di ingerenza e inazione illecite.

Come molti altri casi di corruzione, questi casi non hanno prodotto nulla.

Anche coloro che indagano sulla corruzione possono essere corrotti.

Lo studioso e politologo norvegese ha una buona impressione del procuratore generale relativamente moderno.

– Sembra una persona meno corrotta. Il presidente Zelensky è andato alle urne, tra le altre cose, per fermare la corruzione. Ma ciò che è stato rivelato sui giornali di Pandora l’anno scorso indica che anche lui ha investito denaro nei paradisi fiscali.

ti auguro

Trova difficile determinare se la corruzione influenzerà le indagini sui crimini di guerra.

Ho una specie di speranza, l’idea che niente è così male da non essere buono per niente. Spero che questa invasione abbia causato uno shock benigno all’Ucraina, in modo che il lavoro per fermare la corruzione e l’oligarchia sia già in corso.

Anche Ucraina e Venezia non saranno sole. La Corte penale internazionale dell’Aia e numerosi altri paesi, tra cui la Norvegia, hanno avviato le proprie indagini.

READ  Divulgazione: Joe Biden accetta la carica di ex presidente dell'Afghanistan