Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La famiglia infuria contro Pistorius

Oscar Pistorius, 34 anni, è stato condannato nel 2014 per l’omicidio della sua fidanzata e condannato a 14 anni di carcere.

La scorsa settimana, è diventato chiaro che il campione paralimpico sudafricano potrebbe richiedere la libertà vigilata, dopo aver scontato metà della sua pena per aver ucciso la sua ragazza.

In relazione alla richiesta, Pistorius deve aver inviato una lettera ai genitori di Steenkamp. Dicono di essere rimasti senza parole quando hanno ricevuto la lettera, ma non hanno voluto rivelare ciò che Pistorius aveva scritto.

Tuttavia, dicono di non credere Pistorius, che ha costantemente affermato di credere di aver sparato a un ladro e di essersi difeso.

– Non ha mostrato alcun rimorso e non crediamo alla storia che ha raccontato. Non sappiamo come sia finita così. Jon Steinkamp: Vogliamo la verità Buongiorno Gran Bretagna Lunedì.

Mi dispiace non è abbastanza

John Steenkamp pensa che Pistorius dovrebbe scontare l’intera pena.

– Deve rimediare. Dice che questo è quello che ci aspettiamo.

– Il dispiacere non è abbastanza per correggere la morte di Riva. Non ce n’è abbastanza.

Nonostante il fatto che Pistorius potesse ora richiedere la libertà vigilata, non era certo che l’avrebbe ottenuta. Prima che il processo inizi, l’amministrazione penitenziaria deve facilitare il dialogo tra la famiglia della vittima e l’autore.

READ  Serie Elite Vålerenga | Fagermo in Chirurgia Orale con un Esperto:

“Pistorius deve riconoscere e assumersi la responsabilità delle azioni, e deve esserci un’opportunità per entrambe le parti di riconciliarsi o chiedere scusa”, ha affermato il servizio carcerario la scorsa settimana. News.com.

Genitori: la madre del padre dell’assassinata Reeva Steenkamp. Foto: AP
Mostra di più

reazione scioccata

Pistorius aveva sempre insistito sul fatto di aver agito per legittima difesa quando aveva sparato alla porta del bagno chiusa a chiave, credendo che ci fosse un ladro nel bagno.

L’avvocato della famiglia Steenkamp, ​​Tanya Quinn, ha dichiarato: Canale di notizie SABC La scorsa settimana, June e Barry Steenkamp hanno reagito in modo scioccante quando la prigione ha contattato per la prima volta una possibile libertà vigilata.

Tuttavia, ha poi affermato che la famiglia era pronta ad avviare un dialogo con Pistorius.

– June ha sempre detto di aver perdonato Oscar, ma questo non significa che non debba rimediare. Quinn ha detto che Barry sta lottando un po’ con questo, ma c’è qualcosa che ha da dire quando arriverà quel momento.