Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Guardia Costiera libica riceve assistenza dalla nave da guerra italiana – Documento

Nave anfibia “San Giorgio”. Foto: Ministero della Difesa italiano.

La marina italiana ha inviato segretamente in Libia l’ambiziosa nave da guerra “San Giorgio” per assistere la Guardia costiera libica nella lotta all’immigrazione clandestina dal Paese nordafricano. Repubblica.

Il quotidiano italiano è stato inizialmente preso di mira dopo che una foto su Twitter di un naufragio a Tripoli è stata commentata da un analista di politica estera statunitense.

La nave in questione dispone di una base per elicotteri, che facilita il monitoraggio del traffico in mare, e di numerosi container con apparecchiature informatiche e di comunicazione ufficialmente “migliorano la sicurezza della navigazione nel Mediterraneo, in particolare nello Stretto di Sicilia”, quest’ultimo termine geografico. Ufficialmente abusato per le attività dei migranti portati al largo delle coste libiche.

Secondo le inchieste de La Repubblica, lo scopo della nave è rafforzare la capacità della Guardia costiera libica di contrastare l’immigrazione clandestina, da tempo complicata dall’ostilità in Libia e dalla presenza turca nel Paese.

Per il governo italiano, la migrazione in barca è una questione politica e, durante una conferenza in Libia a Parigi a novembre, il Primo Ministro italiano Mario Draghi ha affermato che il costante afflusso di migranti nel Paese è insopportabile.

Quest’anno sono 63mila gli immigrati arrivati ​​in Italia via mare. Questo è il doppio dell’anno scorso e sei volte di più di Matteo Salvini, ministro dell’Interno italiano nel 2019.

Motta Weihe, portavoce del watchdog tedesco Sea Watch, ha fortemente criticato la collaborazione della marina italiana con la guardia costiera in Libia. Vista diurna.

Acquista il romanzo di Jean Raspail “The Saints’ Camp” da Document Forlag qui.

READ  Peter e Ventella svelano nuovi dettagli del matrimonio

Ottieni anticorpi contro il risveglio: acquista qui il libro di Roger Schruden!