Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La madre è arrabbiata contro Biden

La madre è arrabbiata contro Biden

Brevemente

  • L'uccisione del 22enne Lakin Riley da parte di un immigrato clandestino viene utilizzata dai repubblicani nel dibattito sull'immigrazione negli Stati Uniti.
  • La repubblicana Marjorie Taylor Greene ha affrontato il presidente Joe Biden sulla questione durante il suo discorso sullo stato dell'Unione.
  • Biden ha risposto ma ha pronunciato male il nome, attirando critiche.
  • Il presunto assassino, José Antonio Ibarra dal Venezuela, era un immigrato clandestino negli Stati Uniti, il che ha portato a criticare la politica di immigrazione di Biden.

– Stiamo parlando di Laken Riley. Di' il suo nome, ha gridato a Joe Biden la controversa politica repubblicana Marjorie Taylor Greene durante il suo discorso sullo stato dell'Unione venerdì sera.

Biden, in qualche modo sorprendentemente, ha risposto alla chiamata di Taylor Greene.

-So come pronunciare il suo nome. Laken Riley, una giovane donna innocente uccisa da un immigrato clandestino. Sento il dolore dei suoi genitori che hanno perso i miei figli.

Discorso chiaro: la repubblicana Marjorie Taylor Greene voleva che Joe Biden pronunciasse il nome di Lakin Riley. Foto: AFP/NTB
Mostra di più

L'ha detto male

Ma Biden ha pronunciato male il suo nome, tanto che ad alcuni suonava più come “Lincoln”, e le critiche da parte dei repubblicani e della madre di Riley non si sono fatte attendere.

Biden non conosce nemmeno il nome di mio figlio, è patetico! La madre di Riley, Allison Phillips, ha scritto su Facebook venerdì, secondo New York Post.

-Se hai intenzione di dire il suo nome (anche quando devi), almeno di' il nome corretto!

Nome: lo ha detto giovedì il presidente Joe Biden durante il suo discorso sullo stato dell'Unione.  Foto: AP/NTB

Nome: lo ha detto giovedì il presidente Joe Biden durante il suo discorso sullo stato dell'Unione. Foto: AP/NTB
Mostra di più

Immigrato dal Venezuela

Il motivo della violenta polemica politica seguita all'omicidio è che l'uomo accusato dell'omicidio di Riley è un immigrato clandestino.

Riley stava facendo jogging nell'area intorno alla scuola di Athens, in Georgia, quando Jose Antonio Ibarra del Venezuela ha ucciso il 22enne.

È scappato: ucciso

È scappato: ucciso


Ibarra è stato arrestato dalla polizia di frontiera per essere entrato illegalmente negli Stati Uniti nel settembre 2022, ma è stato rapidamente rilasciato con un permesso temporaneo di rimanere nel paese, ha scritto. Il New York Times. Secondo il giornale, questo tipo di rilascio era comune in passato perché le autorità erano sopraffatte da un gran numero di migranti.

Joe Biden ha posto fine a questa pratica, ma ciò è avvenuto sei mesi dopo il primo rilascio di Ibarra.

Successivamente la polizia ha arrestato Ibarra negli Stati Uniti due volte, ma è stata rilasciata entrambe le volte.

Triste avvertimento

Triste avvertimento


Discussione feroce

Biden è stato sottoposto a forti pressioni da parte dei repubblicani che credono che il presidente stia facendo poco per fermare l’immigrazione transfrontaliera dal Messico, e quando Biden stava per parlare di immigrazione, Taylor Greene lo ha interrotto.

Green non è stato l'unico a sostenere che l'omicidio era legato alla politica di immigrazione di Biden. Brian Kemp, governatore della Georgia, si è espresso duramente contro il presidente a febbraio.

– Le politiche fallimentari di Joe Biden hanno trasformato tutti gli stati in stati di confine, e io gli chiedo informazioni in modo da poter proteggere la nostra gente quando il governo federale non lo fa! Kemp è arrabbiato. X.

Lo sceriffo della contea di Athens-Clarke Kelly Gertz, una democratica, ha affermato che l'attenzione dovrebbe essere concentrata sul dolore della vittima e attribuire la colpa a un individuo, non a un gruppo.

Gertz ha affermato, secondo il New York Times, che questo omicidio è stato un atto violento e atroce e che la colpa ricade interamente sull'autore.

READ  La guerra li rende più uniti che mai