venerdì, Giugno 14, 2024

La NASA ha portato sulla Terra un campione dell’asteroide Bennu – e questo spiega le analisi condotte finora nel progetto OSIRIS-REx

Must read

Romano Strinati
Romano Strinati
"Esperto di social media. Pluripremiato fanatico del caffè. Esploratore generale. Risolutore di problemi."

Sulla parte superiore del contenitore è possibile vedere polvere e ghiaia dell’asteroide. La maggior parte si trova all’interno del contenitore non ancora aperto.

Un campione dell’asteroide è stato inviato sulla Terra a settembre. Le prime analisi mostrano che le polveri e le rocce di Bennu contengono acqua e carbonio.

Nel 2016 una sonda spaziale è stata inviata sull’asteroide Bennu. La missione si chiama OSIRIS-REx.

La sonda spaziale ha raccolto rocce e polvere dall’asteroide e ha riportato il campione sulla Terra.

Una capsula contenente il materiale campione è atterrata nel deserto dello Utah, negli Stati Uniti d’America, il 24 settembre di quest’anno.

Ora gli utenti possono finalmente immergersi nel contenuto.

Fornito dalla NASA Mercoledì primo assaggio della polvere di asteroidi.

Il contenitore vero e proprio contenente il campione non era stato ancora aperto, ma sul coperchio era sparso il materiale in eccesso del kit.

Gli scienziati della NASA hanno condotto alcune ricerche preliminari su questa sostanza.

Componenti della vita

Gli asteroidi sono i resti del tempo in cui si formò il sistema solare. La ricerca sulla polvere di Bennu potrebbe fornire indizi sul fatto che gli asteroidi che si sono scontrati con la Terra quattro miliardi di anni fa abbiano portato con sé acqua e altri ingredienti per la vita. Secondo la NASA.

Il progetto OSIRIS-REx rappresenta la prima volta che la NASA riporta un campione di un asteroide sulla Terra.

La scienziata capo della NASA Katherine Calvin ha individuato la missione come una delle cose più interessanti che accadono quest’anno all’agenzia spaziale in una precedente intervista con forskning.no.

READ  Le corse pacifiche potrebbero non essere possibili in Starfield

Il Giappone è stato il primo a portare un campione di asteroide sulla Terra nel 2010.

Leggi anche

Il chitarrista Queen pubblica un atlante 3D dell’asteroide Bennu

Acqua nei minerali argillosi

La capsula contenente la preziosa polvere di asteroide è stata ora collocata in modo sicuro in una camera appositamente costruita presso il Johnson Space Center della NASA.

Il materiale in eccesso nella capsula è costituito da granelli e polvere di diverse dimensioni. Sono di colore più scuro e più chiaro, come il sale e il pepe.

Le analisi delle polveri mostrano che Bennu contiene minerali argillosi con acqua intrappolata nella struttura cristallina. Secondo natura.

– La ragione per cui la Terra è un mondo abitabile, e abbiamo oceani, laghi e pioggia, è che i minerali argillosi, come quelli che vediamo da Bennu, atterrarono sulla Terra quattro miliardi di anni fa, ha detto Danta Laureta, durante una conferenza stampa. Mercoledì, Scrive il New York Times.

Dirige il progetto OSIRIS-REx.

Materiali contenenti carbonio

Inoltre, composti di carbonio sono stati trovati nella polvere di asteroidi. Era già noto che Bennu contiene carbonio.

Le prime analisi indicano che la percentuale di carbonio in alcuni campioni è elevata, raggiungendo circa il 5%.

Il carbonio esiste sotto forma di minerali carbonatici e composti organici con carbonio e idrogeno. I composti organici sono essenziali per la vita.

Questi composti brillavano nel campione sotto la luce ultravioletta.

-Questi sono pieni di materia organica. È un materiale affascinante, dice a Nature l’astrobiologo Daniel Glavin.

Nel campione sono stati trovati anche minerali ricchi di zolfo.

Determinano la velocità con cui le cose si sciolgono e sono anche molto importanti per la biologia, ha detto Loretta, secondo il New York Times.

READ  Ora puoi preordinare la console retrò Evercade EXP -

C’è molto da aspettarsi

La NASA ritiene che il campione di asteroide fornirà informazioni sulla storia primordiale del sistema solare.

– Mentre approfondiamo antichi segreti conservati nella polvere e nelle rocce dell’asteroide Bennu, apriamo una capsula del tempo che ci offre una visione profonda delle origini del nostro sistema solare, afferma Dante Lauretta. In un comunicato stampa.

Presto i ricercatori apriranno il contenitore vero e proprio contenente il campione. Ma prima devono mettere in sicurezza tutto il materiale in eccesso del peso di 1,5 grammi. Si ritiene che lo stesso contenitore contenga altri 250 grammi di materiale asteroidale.

Il campione OSIRIS-REx è il più grande campione di asteroide ricco di carbonio mai consegnato sulla Terra e aiuterà gli scienziati a indagare sulle origini della vita sul nostro pianeta per le generazioni a venire, afferma l’amministratore della NASA Bill Nelson.

La sonda spaziale che ha consegnato il pacco sulla Terra è ora in viaggio verso un nuovo asteroide, Apophis. Dovrebbe essere pronto nel 2029.

More articles

Latest article