Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Russia ha ripreso la tattica dell’anno scorso

La Russia ha ripreso la tattica dell’anno scorso

Lo scorso inverno in Ucraina è stato caratterizzato da numerosi attacchi alle infrastrutture critiche. Con temperature estremamente fredde, molte case ucraine sono rimaste senza elettricità dopo che gli attacchi russi hanno messo fuori uso la rete elettrica.

E ora la Russia ricomincia.

Attacco alla centrale termoelettrica

Gli attacchi russi di giovedì di questa settimana hanno distrutto parti delle infrastrutture energetiche di Kiev. Lui scrive Newsweek.

su di lui pagina Facebook L’attacco russo ha danneggiato una centrale termoelettrica in prima linea, ha scritto il ministero dell’Energia ucraino

I danni alla centrale hanno portato alla chiusura di due gruppi elettrogeni e la rete elettrica è rimasta per qualche tempo interrotta.

Lo stesso giorno, il ministero aveva riferito sul suo sito web che 408 insediamenti erano stati “tagliati fuori” dalla fornitura di elettricità a causa di “ostilità e problemi tecnici”. Non è chiaro quanti clienti siano interessati, ma i funzionari hanno affermato che “la situazione nel sistema elettrico è stabile e sotto controllo”.

L’articolo continua sotto l’annuncioL’articolo continua sotto l’annuncio

L’Ucraina è meglio preparata quest’anno

Gli attacchi non sono stati improvvisi.

La Russia produce e immagazzina da tempo i missili, e l’Ucraina e i suoi partner lo hanno interpretato come una misura per ripetuti attacchi quest’inverno.

Vadim Skibitsky, un rappresentante di alto rango dell’intelligence militare ucraina, afferma che la Russia ha aspettato che l’inverno fosse arrivato completamente e che il consumo di energia fosse al suo picco, prima di attaccare.

– L’esercito russo aspetta che la temperatura scenda sotto lo zero. Questi certamente non saranno attacchi primitivi come l’anno scorso, ha detto Skibitsky all’agenzia di stampa russa RBC a novembre.

READ  - I topi saltano nei letti e li mordono

“Ci stiamo preparando e anche capendo come funzionano, cosa percepiscono e ovviamente adottando misure per proteggere il nostro sistema energetico”, ha aggiunto.

Questo è ciò che ha detto anche l’incaricato d’affari ucraino Ihor Holovchenko quando ha incontrato la ABC Nyheter all’inizio di quest’anno.

– Abbiamo fatto molti sforzi per fornire protezione fisica ai nodi vitali della rete elettrica e abbiamo fornito e immagazzinato pezzi di ricambio. Anche il nostro sistema di difesa aerea è ora migliore rispetto all’anno scorso grazie al sostegno militare dei nostri partner, ma ovviamente sarà comunque una sfida, ha detto il diplomatico.