Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Russia può distruggere tutti i paesi della NATO in mezz’ora se c’è una guerra nucleare

Uno stretto collaboratore di Vladimir Putin afferma che la Russia può distruggere tutti i paesi della NATO “in mezz’ora”.

Le dichiarazioni sono riprodotte sul quotidiano britannico mail giornaliera Viene da Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale del Cremlino, Roscosmos. Ha anche ammesso che l’obiettivo di Putin è sconfiggere il “nemico” dell’Occidente e rimuovere l’Ucraina dalla mappa.

La NATO ci sta facendo la guerra. Non l’hanno annunciato, ma non cambia nulla. Ora ha detto che era chiaro a tutti.

– In una guerra nucleare, saremo in grado di distruggere i paesi della NATO entro mezz’ora. Ma non dobbiamo permetterlo, perché le conseguenze di qualsiasi attacco nucleare influenzeranno lo stato della Terra. Pertanto, dobbiamo sconfiggere questo nemico più potente, economicamente e militarmente, con armi convenzionali.

Quindi Rogozin ha indicato che Putin avrebbe dichiarato che la Russia era in guerra e che la mobilitazione di massa era imminente. Finora Putin ha descritto la guerra in Ucraina come una “operazione speciale”.

I suoi commenti arrivano un giorno prima del 9 maggio, anniversario in Russia, quando celebrano la vittoria sulla Germania di Hitler.

Ci si aspettava sempre che un messaggio arrivasse da Putin in questo giorno, il giorno più ricco di simboli in Russia.

Intensa paura della mobilitazione

Il segretario alla Difesa britannico, Ben Wallace, teme notizie di una mobilitazione su larga scala.

Il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha dichiarato: “Putin probabilmente utilizzerà il 9 maggio per dichiarare che ora sono in guerra con tutti i nazisti nel mondo e dovrebbe quindi mobilitare il popolo russo”. secondo NRK In un’intervista con la stazione radio commerciale LBC.

Molti ipotizzano che Putin in qualche modo miri a dichiarare la vittoria proprio in questo giorno. Tuttavia, il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha negato che la Russia stesse cercando di porre fine alla guerra entro il 9 maggio.

“L’esercito non adatterà artificialmente le sue azioni a nessuna data, incluso il Giorno della Vittoria”, ha affermato Lavrov.è In un’intervista a Mediaset italiana.

READ  Cronin, Borz | Bombshell Netflix nel mercato finanziario: la corona norvegese a testa in giù