Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La sensazione argentina (il nuovo o l’altro) sogna l’Europa

Si capisce che il super talento 21enne del River Plate Julian Alvarez ha qualcosa in più quando si va dietro a ciò che i club trovano in Europa. – E l’Europa è il sogno dell’attaccante che tanto ha impressionato l’anno scorso ed è paragonato a tutti gli argentini che hanno segnato tanti gol in ogni momento.

Real Madrid e Juventus se non retrocedono in serie B, speriamo di farcela.

Il 21enne è stato in gran forma nel suo paese d’origine, l’Argentina, segnando 15 gol in 16 presenze, e di conseguenza è vicino all’arruolamento in nazionale.

LEGGI: ​​Media italiani: il Chelsea punta a 850 milioni di trasferimenti a gennaio

River dovrebbe essere desideroso di prolungare il suo contratto, che scade alla fine del 2022, ma Marca afferma che Alvarez accetterà di firmare un’estensione solo se promette di trasferirsi in Europa nel prossimo futuro, perché vuole aumentare le sue possibilità di farlo. È entrato a far parte della squadra argentina per i Mondiali del 2022 e il fatto che ha sognato l’Europa sin da quando era un ragazzino.

Alvarez ritiene che la commissione sia di 20 milioni di euro, e si capisce che ha chiarito che firmerà di nuovo solo se la clausola per quell’importo è inclusa nel suo nuovo accordo. Molto meno denaro di quanto immaginato dal River Plate.

Leggi: Parigi al centesimo dopo il debutto di Sergio Ramos

Chi è Julian Alvarez?
Alvarez ora ha 21 anni e fa parte della prima squadra del River dal 2018, ma quest’anno è già uscito dal suo guscio.

Giocando quasi esclusivamente come attaccante, Alvarez ha collezionato 15 gol e sei assist in appena 16 partite con il River, inclusa una partita di quattro gol contro il Patronato prima della sosta per le Nazionali a novembre.

READ  Magnus Carlsen batte Nakamura dopo il dramma degli scacchi

I numeri di questa stagione parlano da soli. Il Real Madrid è sempre stato consapevole del suo potenziale e in realtà ha provato a ingaggiarlo fin dal 2011.

Alvarez si è recato a Madrid all’età di 11 anni per un periodo di prova con i Los Blancos e, sebbene impressionato, il club gli ha detto che non lo avrebbero firmato fino all’età di 13 anni – una politica utilizzata da tutte le reclute straniere – così è tornato in Argentina.

Scelto dal River nel 2015, Alvarez non si è mai guardato indietro, è principalmente un attaccante, ma può anche brillare su grande scala.

Cosa si è detto di lui?
“E’ un giocatore che ama gli allenatori”, ha detto l’allenatore del River Marcelo Gallardo. “Per le sue qualità, la sua generosità, l’ho ferito.

“Ogni allenatore ama stare con lui. È un ragazzo con un lungo viaggio davanti”.