Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Spagna schiera il suo esercito contro i rifugiati in fuga attraverso il confine dal Marocco

Il governo di coalizione spagnolo del Partito socialista (PSOE) e Podemos, sostenuto dall’Unione europea, hanno risposto ai migranti disperati che attraversavano dal Marocco alla Spagna schierando eserciti, forze speciali e polizia anti-ribelle per arrestarli ed espellerli. In migliaia. Minaccia di usare una forza massiccia per bloccare i nuovi valichi di frontiera e accende le tensioni con il Marocco.

Queste scene orribili testimoniano la natura barbara del sistema capitalista. Da un lato del Mediterraneo, Israele sta bombardando la popolazione indifesa di Gaza, con il sostegno di Washington e dell’Unione europea, e dall’altro l’Unione europea lancia la sua brutale politica anti-immigrazione. Con tutto il peso dell’esercito dell’Unione europea in fila contro i migranti, migliaia di loro vengono lasciati annegare nel Mediterraneo ogni anno.

Fin dalle prime ore del lunedì mattina, centinaia di migranti, per lo più giovani uomini e donne, così come bambini e persino intere famiglie con bambini, hanno iniziato ad attraversare il confine nell’enclave spagnola di Ceuta, situata in Africa, a nord del Marocco. La maggior parte di loro ha nuotato intorno al recinto alto sei metri che si protende nel mare o passa con la bassa marea. Molti hanno usato costumi da bagno gonfiabili e giocattoli gonfiabili. Martedì sera il numero era arrivato a 8.000, di cui 1.500 minori.

Il confine tra Marocco e Spagna nell’enclave spagnola di Ceuta, 18 maggio 2021. [Foto: AP Photo/Mosa’ab Elshamy]

Molti dei brividi gravi hanno dovuto essere trattati e almeno una persona è annegata.

I rapporti indicano che la maggior parte di loro proviene dal Marocco, dove le ricadute della crisi economica causata dalla pandemia Covid-19 ha portato a un aumento significativo della povertà e della disoccupazione. Un terzo delle famiglie del paese ha perso la principale fonte di reddito nell’ultimo anno.

Il governo PSOE-Podemos, che è stato promosso dai media come avente un orientamento politico più “umano” nei confronti degli immigrati quando è salito al potere a metà del 2018, ha risposto con la violenza e ha condannato queste persone indifese, come una minaccia alla sicurezza nazionale.

Riferendosi ai cittadini spagnoli di Ceuta, il primo ministro Pedro Sanchez ha detto che il suo governo risponderà “con la massima fermezza, per garantire la loro sicurezza e difendere la loro sicurezza come parte del Paese, di fronte a qualsiasi minaccia”. Il vice primo ministro Carmen Calvo l’ha definita “aggressione” al confine spagnolo e ha accusato il Marocco di permettere che ciò accada.

READ  Più di ogni altra cosa, il virus ci ha insegnato che la vita di altre persone influisce anche sulla nostra