Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Lacazette diventa campione dell’Arsenal dopo cinque minuti di tempo supplementare: – Fantastico – VG

Ruggito: Alexandre Lacazette ha emesso un ruggito di gioia dopo aver segnato il gol della vittoria dopo cinque minuti di tempo supplementare.

(Arsenal – Wolverhampton 2-1) Martin Odegaard ha preso parte a entrambi i gol e Alexandre Lacazette ha pianto di gioia dopo il fischio. L’Arsenal è ora un punto dietro il Manchester United al quarto posto.

Inserito:

– Sono emozionato. È incredibile vincere la partita in questo modo. Oggi abbiamo davvero bisogno della vittoria. Non ci siamo arresi, dice Lacazette nell’intervista televisiva post-partita.

È stato insultato mentre usciva dalla porta degli Emirati, ma giovedì Alexandre Lacazette è tornato nel cuore di tutti i tifosi dell’Arsenal.

Dopo cinque minuti di tempo supplementare, lui, Martin Odegaard e il resto dei suoi compagni di squadra dell’Arsenal hanno ruggito di gioia quando la svolta si è avverata.

Grafica: sofascore.com

Per molto tempo sembrava che il Wolverhampton avrebbe ottenuto i tre punti da Londra.

Hwang Hee-chan ha sfruttato l’orribile fallo di Gabriel dopo 10 minuti, ruotando il portiere Ramsdale, mettendo 1-0 nella gabbia aperta.

L’Arsenal sembrava sdentato e non ha creato occasioni per tutta la partita. Ma poi Mikel Arteta ha apportato due modifiche:

  • Nicola Bambino In Gabriel Martinelli
  • Eddie Nketia A Cedric Soares

Ho fatto il trucco. Martin Odegaard è stato l’architetto quando ha sfondato Nketia nella stanza sul retro, e il sostituto aveva gli occhi nel collo quando ha tirato dritto a Pepe sotto la porta. Il grande acquisto del 2019 ha mostrato perché ha ottenuto un prezzo di quasi un miliardo di corone, si è girato con un uomo dietro di lui, allontanando la palla da Jose Sa.

READ  - E' come un sogno
French Joy: questa coppia ha guadagnato tre punti per l’Arsenal.

Il 23enne norvegese è andato vicino alla vittoria anche quando ha colpito la traversa pochi minuti prima della fine, ma ne ha comunque avuto abbastanza.

Ha anche partecipato quando i tempi supplementari hanno ceduto al sesto e ultimo minuto. Ødegaard ha ricominciato l’attacco decisivo, questa volta finendo quarto l’ultima volta, prima che Alexandre Lacazette riuscisse ad aprire la strada verso la porta dalla fascia destra.

Il francese è stato un po’ abile, un po’ fortunato, ma la palla era in rete e l’Arsenal ha potuto scatenare in casa degli applausi sfrenati.

– Sapevo che era alla fine della partita, quindi ho consumato l’energia rimasta nel mio corpo e poi siamo stati fortunati ad entrare, dice Lacazette.

Dopo che Martin Atkinson ha fischiato per l’ultima volta, è stato un attaccante emotivo abbracciato dai suoi compagni di squadra e puoi facilmente vedere cosa significa “punteggio” per il 30enne arrivato a Londra dal Lione nel 2017.

Dobbiamo scrivere il ‘punteggio’ tra virgolette, perché dopo la partita il giornalista di Premier League ha dovuto trasmettere il doloroso messaggio che il gol ora è ufficialmente un gol per José Saa.

Purtroppo, non è il mio obiettivo, ma abbiamo ottenuto tre punti. Certo che voglio segnare, ma la cosa più importante è vincere, dice.

Prova Lacazette veramente Bukayo colpisce Saka, ma Sa è sfortunato e colpisce la palla nella propria rete.

Quindi, l’ultimo gol ufficiale del giocatore francese rimane il 26 dicembre dello scorso anno. Ma come dice lui: non significa nulla quando la palla va in porta e ti assicuri tre punti.

READ  La WTA cancella i tornei in Cina per il caso Peng Shuai - NRK Sport - notizie sportive, risultati, programma delle trasmissioni
Grazie fan: Mikel Arteta.

La differenza tra 0 e 3 punti è grande artiglieria.

Con due partite in meno giocate, l’Arsenal ha tutte le possibilità di battere il Manchester United in classifica nelle prossime due settimane, e anche i 50 punti del Chelsea non sono fuori portata.

Il quarto posto, come è noto, dà un posto in Champions League.

Ødegaard è il benvenuto

Sebbene non abbia segnato nessuno dei gol o dei marcatori, è stato Martin Odegaard a ricevere più elogi sui social media dopo la trasformazione.

Ecco una piccola selezione di tweet sul norvegese dopo la vittoria di giovedì: