Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’accordo sulla Brexit è in maggioranza al Parlamento europeo

Come previsto, il Parlamento europeo ha approvato l’accordo sulle relazioni UE-Regno Unito dopo la Brexit. L’accordo è stato adottato con 660 voti favorevoli e 5 contrari

Il presidente del Parlamento europeo descrive l’accordo con il Regno Unito come il più completo che l’Unione europea abbia concluso con un paese terzo. Foto: Olivier Matthys / AP / NTB

Oggi il Parlamento europeo ha votato l’accordo più completo che l’Unione europea abbia concluso con un paese terzo. Ciò potrebbe costituire la base su cui costruire un rapporto lungimirante con il Regno Unito, afferma il presidente del Parlamento David Sassoli dopo la ratifica di martedì sera.

Trentadue rappresentanti si sono astenuti dal voto sull’accordo, pronto a Natale dopo nove mesi di trattative tese.

Questa settimana è l’ultimo passo di un lungo viaggio e fornisce stabilità alle nostre nuove relazioni con l’Unione europea in quanto importanti partner commerciali e alleati stretti e alla pari. Ora è il momento di guardare avanti e costruire una Gran Bretagna più globale, afferma il primo ministro britannico Boris Johnson in occasione del voto a Bruxelles.

Sassoli afferma che i rappresentanti eletti a Bruxelles monitoreranno l’attuazione dell’accordo e non accetteranno alcuna scappatoia nel valzer.

Non puoi ottenere i benefici che l’adesione all’UE porta quando sei all’estero, ma l’accordo fa molto per mitigare le peggiori conseguenze, dice.

L’Irlanda del Nord e la disputa sui vaccini

C’erano già diversi nodi nel filo, con disaccordo su come gli inglesi avrebbero implementato l’accordo e accuse da entrambe le parti in merito alla consegna del vaccino covid-19 da AstraZeneca.

L’Unione Europea ha anche intentato una causa contro il Regno Unito perché ha sospeso da solo i controlli doganali sulle merci in arrivo in Irlanda del Nord dal Regno Unito. Questo fa parte della soluzione per evitare i controlli alle frontiere tra l’Irlanda e l’Irlanda del Nord.

READ  La Gran Bretagna invia navi da guerra nel Jersey dopo una disputa sui diritti di pesca dopo la Brexit

– Lo ha detto il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen nel dibattito prima del voto, che ha definito “l’inizio di un nuovo capitolo”.

Finì all’undicesima ora

Il Regno Unito ha ufficialmente lasciato l’Unione europea la notte del 1 ° febbraio dello scorso anno, ma ha continuato a far parte del mercato interno per un periodo di transizione fino alla fine dell’anno.

L’accordo, ora finalmente approvato, è entrato in vigore la vigilia di Natale. I pochi giorni rimanenti del 2020 non sono stati sufficienti per seguire tutti i passaggi ufficiali e la soluzione è stata un’introduzione provvisoria nel nuovo anno. Con il voto di martedì, i pezzi finali sono andati a posto.

Tuttavia, l’accordo è molto meno ambizioso e completo di quanto molti avessero sperato, soprattutto da parte europea. Non copre la politica estera e di sicurezza e non contiene alcun impegno ad adattare strettamente le normative sanitarie, ambientali e di altro tipo.

Improvvisa interruzione del commercio

Un maggiore coordinamento potrebbe ridurre la necessità di controlli doganali e pratiche burocratiche per importazioni ed esportazioni e potrebbe rendere meno complicate le regole commerciali dell’Irlanda del Nord.

Il commercio attraverso la Manica è diminuito dall’inizio dell’anno. Le importazioni dell’UE dal Regno Unito si sono quasi dimezzate, mentre le esportazioni sono diminuite del 20% nei primi due mesi.

Tuttavia, è troppo presto per dire quanto sarà dovuto allo stoccaggio prima del nuovo anno – proprio a causa delle imminenti barriere commerciali – e in che misura il commercio si riprenderà con una migliore integrazione di regole e routine.