Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’affitto più costoso e peggiore | lotta di classe

differenza: Dal primo trimestre del 2020, il prezzo spot dell’elettricità è aumentato del 710% nella Norvegia orientale, ma il consumo non è cambiato.

Lunedì, la Presidenza del Parlamento europeo discuterà se il Parlamento debba essere urgentemente richiamato dalla pausa estiva per far fronte alla crisi del prezzo dell’elettricità.

Molte parti vogliono una qualche forma di regolamentazione dei prezzi. Allo stesso tempo, da più parti ci sono avvertimenti che, in caso di scarsità energetica, la regolamentazione dei prezzi può portare a variazioni dei consumi.

Il leader della Nature Conservancy, Trolls Gullusen, è tra coloro che credono che il tetto massimo del prezzo dell’elettricità potrebbe avere conseguenze disastrose.

Può indebolire gli incentivi al risparmio energetico. Questa è la cosa più importante che dobbiamo fare per uscire dalla crisi: dobbiamo usare meno elettricità, dice.

consumo stabile

Klassekamp ha dato un’occhiata ai rapporti trimestrali della Direzione norvegese delle risorse idriche e dell’energia (NVE) sulla situazione energetica. Nel primo trimestre del 2020, prima della crisi dei prezzi dell’elettricità, il consumo di energia in Norvegia era di 38,8 TWh. Nel primo trimestre di quest’anno i consumi hanno raggiunto i 39 TWh.

D’altra parte, i prezzi sono aumentati in modo significativo nello stesso periodo.

Nelle aree di prezzo 1, 2 e 5, ovvero la Norvegia meridionale, i prezzi sono aumentati tra il 703 e il 713 percento.

Anche nella Norvegia centrale e settentrionale i prezzi sono aumentati, ma a un ritmo molto più basso: 24,9 per cento e 17,6 per cento.

Vuoi più risparmi

Gulowsen della Norwegian Society for Nature Conservation afferma che i numeri mostrano che sia le case che le aziende utilizzano l’elettricità normalmente, in qualche modo indipendentemente dai prezzi.

READ  Foto storiche dallo spazio: - Un nuovo capitolo

– Ma siamo davvero scarsi. Quindi dobbiamo mantenere o aumentare la motivazione a partecipare allo sforzo di risparmio, dice.

Golosen osserva che lo stato sta ora spendendo più soldi per il programma di sussidi per l’elettricità, rispetto alle misure per aiutare le persone a risparmiare elettricità.

Abbiamo previsto di spendere 50 volte di più in sussidi energetici di emergenza di quanto spendiamo per aiutare le persone a risparmiare attraverso le misure Enova. È un equilibrio molto strano, dice.

– I dati NVE mostrano che i consumi sono relativamente stabili, indipendentemente dal violento aumento dei prezzi. Come lo spieghi?

– Nello stesso periodo, abbiamo un generoso regime di sussidi per l’elettricità che ha portato a una significativa diminuzione del segnale di prezzo ai consumatori. Se lo riduciamo ulteriormente, come accadrà se ci sarà un regime di prezzo massimo quasi illimitato, temo che l’incentivo e l’impulso al risparmio elettrico diminuiranno. Quindi otteniamo un consumo maggiore di quello che avremmo altrimenti.

Golosen chiarisce di non essere contrario ai regimi di sussidio per l’elettricità. Ciò a cui si oppone è un limite di prezzo indipendentemente dalla quantità di consumo.

READ  Commento, Ove Mellingen | Jonas: Dobbiamo dirtelo in modo che la sua voce possa risuonare nelle stanze chiuse del Cremlino

Coloro che hanno bisogno di soldi per uscire dalla situazione dovrebbero ottenerli. Vorremmo avere garanzie di consumo energetico moderato questo inverno. Ma se premiamo l’alto consumo di energia, alla fine influenzerà tutti, dice.

Crede che lo Stato dovrebbe promuovere una “comprensione della crisi”.

– In Europa vediamo che tagliano l’elettricità nei monumenti e negli edifici pubblici. Dobbiamo anche fare questo, dice Golosen.

La temperatura è la cosa più importante

Sophie Marhaug, la parlamentare di Rodt, è una di quelle che hanno sostenuto un tetto al prezzo dell’elettricità. Crede che i numeri NVE mostrino che non è il prezzo dell’elettricità a determinare il consumo.

L’elettricità e l’energia sono un bene vitale. C’è un limite a quanto puoi risparmiare. Dice che la possibilità che le persone riducano altre spese, come l’odontoiatria, la cultura o le vacanze, è maggiore della riduzione del riscaldamento domestico.

– Il consumo non aumenterà se si ottiene l’approvazione del prezzo massimo?

Devo stare attento a prevedere il futuro, ma ciò che influisce sul nostro uso dell’elettricità è la temperatura o il freddo. Se l’inverno è freddo, il consumo aumenterà. Se è caldo, potrebbe cadere.

Marhaug crede che lo stato dovrebbe fornire più soldi per le misure di risparmio energetico.

Riisolare o installare una pompa di calore costa. Quando l’economia è rigida, molte persone non possono salvare.