Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Le azioni di Oslo sono diminuite del 2% dopo un forte calo della borsa di Hong Kong

L’indice principale della Borsa di Oslo è sceso del 2,2% in circa un’ora e mezza di negoziazione lunedì. L’indice è sceso di circa l’1,2% dall’inizio di lunedì mattina.

Ciò avviene dopo un forte calo del mercato azionario di Hong Kong di circa il 4% dopo il continuo crollo del prezzo delle azioni della società immobiliare cinese Evergrande.

I prezzi del petrolio sono scesi di circa l’1,3% lunedì mattina.

Le società industriali Hydro, Equinor, Yara e Golden Ocean sono scese bruscamente alla borsa di Oslo lunedì mattina.

Norsk Hydro è tra le società più negoziate intorno alla decima ora ed è in calo del 4,38%.

Le azioni di Yara International ASA, la società norvegese di fertilizzanti e prodotti chimici, sono scese del 2,07 percento dopo un’ora di negoziazione, mentre Equinor è sceso dello 0,32 percento.

Hemen Holding, controllata da Frederiksen, è il più grande proprietario della compagnia di navigazione a secco Golden Ocean, che è in calo dell’8,48 percento dopo un’ora di negoziazione.

Mercato azionario di Hong Kong in forte calo

Le borse in Giappone, Cina continentale e Shanghai sono state chiuse per giorni festivi lunedì, ma le società cinesi quotate a Hong Kong, tra gli altri luoghi, dominano il quadro delle notizie all’inizio di una nuova settimana.

Le azioni della società immobiliare China Evergrande sono scese del 18,7% alla borsa di Hong Kong lunedì e hanno raggiunto un nuovo minimo di 2,06 dollari di Hong Kong. Si tratta di circa il 90% in meno rispetto al tasso di cambio dello scorso autunno.

READ  Grande rally a Wall Street - Dow Jones con il suo miglior giorno di negoziazione da marzo

L’Hang Seng di Hong Kong sta guidando il declino in Asia. Le compagnie assicurative e le istituzioni finanziarie cinesi quotate a Hong Kong stanno registrando un forte calo. Ping An Insurance è sceso di oltre il sette percento. La società nega l’esposizione a Evergrande.

Le compagnie minerarie australiane erano significativamente più basse alla Borsa di Sydney. La Cina è il mercato più importante e più grande. I problemi del mercato immobiliare cinese potrebbero influenzare la domanda di minerale di ferro.

La società immobiliare Henderson Land è scesa di oltre il 12% alla borsa di Hong Kong.

Calo del mercato azionario su larga scala in tutta Europa

Il crollo del mercato azionario di oggi è iniziato in Asia, ma si è diffuso alle borse europee. I principali mercati azionari europei hanno aperto in modo significativo in ribasso lunedì.

Il FTSE 100 di Londra è in calo dell’1%, il Dax di Francoforte in calo dell’1,9% e il CAC di Parigi apre in calo di 1,7.

C’è preoccupazione anche per la situazione negli Stati Uniti, con timori di inflazione, esacerbazione della malattia coronarica e la possibilità che la banca centrale inizi a ridurre le misure di crisi.

I sintomi della dura politica abitativa cinese

Le pressioni sulla liquidità a Evergrande sono un sintomo della dura politica immobiliare cinese, ha scritto DNB Markets nel suo rapporto mattutino.

“Nel 2020. Huarong, una società finanziaria di proprietà statale che acquista debiti “inesigibili”, e Tsinghua Unigroup, la società madre di numerosi produttori di semiconduttori in Cina, non ultimo il rapporto della società immobiliare Evergrande.

L’attuale situazione a Evergrande è il risultato della politica abitativa indisciplinata della Cina, che rafforzerà la crescita del debito nel settore. Nel frattempo, il mercato immobiliare, in particolare la ricchezza della popolazione e il risparmio pensionistico, è strettamente legato al valore delle abitazioni, fornendo alle autorità un forte incentivo a fare del loro meglio per evitare un crollo dei prezzi delle case, secondo il rapporto.

READ  Frederiksen si schiererà con $ 50 milioni - E24

Primo giorno di negoziazione a Western Bulk

La società di trasporto secco Western Bulk ha tenuto il suo primo giorno di negoziazione nel mercato Euronext Growth a bassa soglia.

Il prezzo di emissione è stato fissato prima della quotazione a 30 NOK per azione. Ora è pari a 35,99, con un aumento di circa il 20 percento nel primo giorno di negoziazione. In altre parole, una quotazione di successo della compagnia di navigazione dell’investitore Christine Svias.

È Kistefos Equity Holdings, che è di proprietà dell’investitore Christine Svias as È il più grande proprietario di Western Polk.

La società è stata quindi valutata in anticipo a circa 878 milioni di NOK. In connessione con la sua quotazione in borsa, la società ha raccolto circa 118,5 milioni di NOK in nuovi soldi.(Termini)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri casi utilizzando un collegamento che conduce direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o altrimenti utilizzato con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.