Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Le piccole imprese stanno annegando: – Paure di Corona

È stato riferito che di recente le piccole società americane hanno assistito a un forte calo del mercato azionario CNN.

L’indice Russell 2000, che comprende società per un valore di circa 3 miliardi di dollari, è stato al suo peggio la scorsa settimana, scendendo del 10 per cento dal suo miglior livello dell’anno scorso. In pratica, ciò significa che l’indicatore si trova in un cosiddetto stato corretto.

La scorsa settimana, il prezzo è salito di nuovo, ma c’è stato ancora un calo del 7% nell’ultimo mese.

stupito

È anche peggio per le aziende più piccole, che vengono definite aziende “piccole imprese”. Si tratta di società con una capitalizzazione di mercato compresa tra 300 milioni e 2 miliardi di dollari.

Un ETF ishare, composto da azioni di queste piccole società, ha visto un calo di quasi il 15% rispetto alla migliore lista dello scorso anno.

Ciò è preoccupante perché la maggior parte delle piccole aziende americane dipende più dall’economia americana per le proprie entrate e profitti rispetto ai grandi giganti del Dow Jones o dell’S&P 500.

Goccia in tutte le borse

Secondo la CNN, lo sviluppo di queste società in borsa potrebbe essere una misura più accurata del panorama finanziario degli Stati Uniti rispetto a quanto sta accadendo alle grandi società tecnologiche Apple, Microsoft e Alphabet, che possiede Google, che recentemente stanno andando molto meglio.

Ma c’è stato un calo dei mercati azionari su tutta la linea. Il mese scorso, l’influente Dow Jones Industrial Average è sceso di oltre l’1,56 percento, sebbene da un livello storicamente elevato.

READ  - Il futuro non è mai stato così luminoso - E24

Anche qui, la scorsa settimana sembrava molto peggio, quando il calo è stato di oltre il 5%, ma la scorsa settimana ha visto un rimbalzo.

Anche l’S&P 500 ha visto un calo rispetto al livello storicamente elevato all’inizio di quest’anno e la scorsa settimana è riuscito a registrare il 3,47 percento della sua migliore lista dell’anno scorso.

Ma alla chiusura delle negoziazioni di mercoledì, l’S&P 500 ha nuovamente fiutato un nuovo elenco di alto livello. La scorsa settimana c’è stato un aumento del 4,36%.

Il mese scorso, anche l’indice principale della borsa di Oslo è sceso del 3,9%.

– non fastidioso

Il capo stratega di Nordea, Eric Bruce, crede ancora che al momento non ci siano motivi di preoccupazione.

In termini relativi, il mese scorso le piccole imprese hanno sottoperformato. Forse penso che le recenti interruzioni con la variante del virus in particolare influenzeranno le piccole imprese più delle grandi aziende, afferma Bruce.

Sottolinea che molti dei grandi colossi IT hanno fatto molto bene durante la pandemia.

– Penso che ciò che sta accadendo ora sia un riflesso della paura del corona, ma dovremmo anche ricordare che negli Stati Uniti hanno lottato con una grande ondata di corona nel terzo trimestre, la variabile delta, che potrebbe aver colpito le piccole aziende in quel punto, dice Bruce, e continua:

– Non voglio prenderlo come un segnale fastidioso in futuro. Sappiamo che se ci sono problemi con Corona, avrà un effetto distorto su diversi settori.

READ  Seadrill si trova in gran parte in una borsa vulnerabile - E24

Quindi le aziende più piccole sono più esposte ad esso.

ora

Di recente, ci sono state turbolenze nei mercati e il nuovo boom del virus omikron, tra le altre cose, è stato ampiamente accusato. Perché è ancora il caso che le notizie virali, positive o negative che siano, colpiscono le borse di tutto il mondo.

Questo è ciò che oggi contraddistingue i mercati. Quindi si tratta di quanto le aziende siano vulnerabili alla pandemia piuttosto che di quanto siano vulnerabili alla pandemia, afferma Bruce.

Da una prospettiva leggermente più lunga, potrebbero esserci anche problemi maggiori per le grandi aziende in crescita.

In questo momento, i tassi di interesse a lungo termine sono leggermente diminuiti, ma se la Federal Reserve statunitense ha avuto un periodo leggermente peggiore di aumentare i tassi, non saranno le piccole imprese a perdere, ma le grandi aziende in crescita, dice Bruce e spiega:

Le aziende in grande crescita guardano al reddito futuro, quindi potrebbe essere peggio per queste aziende. Le piccole imprese sono spesso imprese che fanno soldi qui e ora.

‘troppo esagerato’

Allo stesso tempo, ci sono i finanzieri che lanciano l’allarme, ritenendo che sia solo questione di tempo prima che venga effettuata la correzione, che si definisce come un calo di oltre il 10 per cento.

Il noto investitore Charlie Munger (97), n. 2 nelle società di investimento del famoso investitore super-ricco Warren Buffett, ritiene che il mercato sia “massicciamente sopravvalutato”.

READ  Questa è la tecnologia che creerà una nuova industria norvegese su larga scala

– Considero questo periodo più evidente della bolla delle dot-com, è la sua valutazione del mercato azionario ora.