lunedì, Luglio 22, 2024

Le principali sfide dell’intelligenza artificiale in Cina | FinanceAffairs.com

Must read

Romano Strinati
Romano Strinati
"Esperto di social media. Pluripremiato fanatico del caffè. Esploratore generale. Risolutore di problemi."

Secondo il rapporto, i massicci investimenti di Apple nell’intelligenza artificiale si trovano ad affrontare alcune sfide importanti in Cina CNBC. Le sfide provengono da Pechino che mantiene regole rigide sulla tecnologia.

L’incertezza in Cina arriva in un momento in cui la quota di mercato di Apple è in costante calo nel paese. Huawei e altri attori locali hanno costantemente acquisito quote di mercato dell’azienda e messo in risalto le sue capacità di intelligenza artificiale.

Enorme investimento

Apple Intelligence è un gigantesco progetto che mira a portare l’intelligenza artificiale su tutti i suoi dispositivi. Una versione migliorata dell’assistente vocale Siri e funzionalità che organizzano automaticamente le tue e-mail e riepilogano le registrazioni audio sono alcune delle cose in arrivo.

Questo nuovo progetto uscirà in inglese americano questo autunno. L’anno prossimo saranno disponibili più lingue, funzionalità e piattaforme, ma la società non era sicura di lanciare il prodotto in Cina durante il lancio dell’intelligenza artificiale durante la conferenza annuale degli sviluppatori.

Gli analisti hanno detto alla CNBC che il motivo sono le rigide regole cinesi sull’intelligenza artificiale. Pertanto, Apple sta cercando di capire come affrontare il complesso mercato.

Altamente regolamentato

Il mercato cinese dell’intelligenza artificiale è strettamente regolamentato, con regole che includono requisiti per i fornitori di modelli linguistici di grandi dimensioni per ottenere l’approvazione per l’uso commerciale dei loro modelli. I fornitori di intelligenza artificiale sono anche responsabili della rimozione dei contenuti ritenuti “illegali”.

Ciò crea sfide per Apple, che secondo le regole cinesi potrebbe dover ottenere l’approvazione delle autorità per il suo modello di intelligenza artificiale.

Uno dei più grandi annunci di Apple recentemente è che l’assistente vocale Siri può utilizzare ChatGPT di OpenAI per determinate richieste, ma il problema è che ChatGPT è vietato in Cina. Pertanto, devono trovare un partner locale in Cina. I giganti della tecnologia Baidu e Alibaba sono stati menzionati come potenziali partner.

READ  Apple ha fatto il contrario: consente le PWA in Europa, ma blocca Webkit

Privacy

Nella presentazione di Apple durante il lancio dell’intelligenza artificiale, si è concentrata molto sulla privacy e ha lanciato il cloud computing privato. L’IA verrà poi elaborata su server di proprietà di Apple e i dati trattati non verranno archiviati. In Cina, i dati di iCloud sono archiviati su server gestiti da terze parti e ciò potrebbe significare che Apple ha bisogno di una partnership simile per i suoi server di elaborazione dati AI, il che potrebbe danneggiare la privacy.

Molti analisti ritengono che la capacità di mantenere la completa privacy degli utenti nell’era dell’intelligenza artificiale in mercati altamente regolamentati come la Cina sarà il test più importante mai affrontato da Apple.

Apple ha dichiarato che il processo di lancio dei prodotti di intelligenza artificiale in Cina è in corso, ma non ha specificato una data per il loro arrivo.

Forte calo della quota di mercato

Le sfide sono in programma per Apple in Cina. Secondo i dati di Canalys, la quota di mercato è scesa al 15% nel primo trimestre, rispetto al 20% dello stesso periodo dell’anno precedente. Huawei è ora il più grande operatore di smartphone in Cina.

Ma anche se Apple è in ritardo nel lanciare funzionalità di intelligenza artificiale in Cina rispetto ai suoi rivali locali, è improbabile che ciò vada a discapito delle vendite di iPhone.

More articles

Latest article