Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Letizia porterà più giovani donne e accademie femminili

La lotta per il valore si verifica anche nella scienza di Internet, afferma Letizia Gashiri.
Foto: Kay Turgir Dragland

Se vogliamo avere un’accademia più umana, abbiamo bisogno della diversità in età e sesso, afferma la professoressa italo-norvegese Letizia Jaquery.




25Coinvolti

Claudio Castillo
Ultimi post di Claudio Castillo (Mostra tutto)

Questa primavera, Gashiri ha vinto il Gender Equality Award Oda Woman Awards Lavorare per convincere più donne a scegliere argomenti tecnologici.

Jackery è un professore di informatica presso la Norwegian University of Science and Technology (NTNU) e un secondo professore presso l’Università di Tromsø, Norwegian Arctic University. Ricerca software e, secondo Oda, è un modello importante per ricercatori e accademie.

Per me, questo è stato un problema di vecchia data per portare più giovani, non ultime donne, nel mondo accademico che è spesso dominato dai maschi.

Italia high-tech

Gashiri è arrivato in Norvegia per la prima volta come studente in scambio alla fine degli anni ’80, prima di tornare a diventare dottorando al Politecnico di Torino.

Per la maggior parte delle persone, Pisa è conosciuta come una città turistica con la Torre Pendente di Pisa. Nel frattempo, negli anni ’70 e ’80, questa era una delle principali città di quello che era un investimento ad alta tecnologia in Italia. Avevamo la nostra produzione IT, tra le altre cose, dalla famosa Olivetti. A Pisa l’alta tecnologia ha anche mescolato umanità e cultura. Era il periodo in cui studiavo in città e sono diventato un professionista entusiasmante.

Socialites norvegesi

Quando è venuta in Norvegia, l’aspetto sociale nel mondo accademico era quello che ho notato di più.

READ  Investe milioni in Kjos e vuole entrare in norvegese - E24

È social in Italia, ma più “business oriented”. In Norvegia, le persone sono più diverse e possono prendere un caffè o andare a sciare felicemente dopo il lavoro. Mi manca un po ‘di questo ora perché lavoriamo principalmente in un ufficio a casa durante una pandemia.

Durante il suo primo soggiorno negli anni ’80, sentiva che la Norvegia era sottosviluppata in termini di tecnologia.

In Italia negli anni Ottanta c’era un grande ottimismo e il Paese cresceva economicamente. Nella ricerca tecnologica, avevamo un ambiente di forte efficienza ed eravamo visti come una nazione pioniera. Poi sono arrivati ​​i grandi cambiamenti sociali e politici degli anni ’90, con il governo Berlusconi, crisi finanziarie, disoccupazione e continui tagli alla ricerca. Quando ho trovato un lavoro in Norvegia e mi sono trasferito nel 1997, ho visto quanto velocemente andassero la Norvegia e altri paesi.

Jaquery si sente un po ‘triste quando ne parla.

Con il passare degli anni, vedo che la vita culturale e la ricerca continuano a ristagnare.

– Ottieni più donne

Jaccheri ha anche guidato il progetto Edon – dal PhD. A un professore al College of Information Technology and Electronics di NTNU. Il progetto, un progetto BALANCE del Consiglio di Ricerca, stimolerà gli studenti in materie IT a scegliere un dottorato di ricerca e perseguire una carriera come professore.

Il motivo per cui voglio coinvolgere più ragazze e donne su argomenti tecnologici è avere più nuove prospettive nella scienza.

– Pensi che NTNU abbia già raggiunto il suo obiettivo?

Attraverso diverse misure, abbiamo notevolmente aumentato la nostra rappresentanza, in particolare nel settore dell’equilibrio di genere. C’è ancora molta strada da fare, perché siamo il 20 per cento delle donne tra studenti e ricercatori in materie tecnologiche. Dovremmo essere in grado di aumentare nei prossimi anni.

READ  Gli atleti italiani tornano a casa dai Mondiali di pattinaggio di figura dopo l'infezione da Corona: - Molto delusi

Libro per bambini scritto

Gashiri ha anche scritto un libro per bambini Il piccolo bidello si pente di noi, Sugli algoritmi che migliorano il mondo. Tappetina significa “piccolo zerbino” in italiano e nel libro il personaggio principale alterna l’essere uno “zerbino” e un supereroe.

La storia parla di creare una buona energia dagli aiuti tecnologici, e non ha un’atmosfera fantascientifica, ma piuttosto qualcosa di più reale.

Immagina la “battaglia degli algoritmi” come una delle questioni etiche più importanti nel campo.

Gran parte del mondo è controllata da algoritmi, dal traffico ai processi elettorali. Coinvolgendo più giovani e donne nel campo IT, possiamo portare più umanità a una tecnologia socialmente importante. La lotta ai valori si verifica anche nella cibernetica, e questa è stata una delle cose più importanti che ho imparato in Italia quando ero un giovane studente di tecnologia; Di come ci influenziamo attivamente come attori, anche se accade dietro le quinte.

La crisi ha portato a balzi tecnologici

Gashiri è d’accordo con molte voci professionali che affermano che l’epidemia ha portato a salti di qualità nella tecnologia.

Come professionista, sto sperimentando che nel periodo dal blocco nel 2020 e fino ad ora è successo di più rispetto a quanto accaduto diversi anni fa. Gli sviluppi che possono richiedere cinque anni o più sono dettati dalle esigenze di una tale pandemia. Le riunioni Zoom saranno probabilmente più popolari come alternativa alle riunioni fisiche nel 2030, ma ora sono molto popolari. Anche le scuole virtuali e i luoghi di lavoro virtuali sono diventati la norma.

Per i paesi in forte espansione e leader nella comunità come la Norvegia, cambiamenti come questi vengono vissuti in modo diverso rispetto a qualsiasi altra parte del mondo.

READ  Paga $ 233 milioni per viaggiare in camera con Bezos - E24

In Italia, ad esempio, l’istruzione domiciliare non era possibile in molte famiglie, poiché non avevano accesso a reti a banda larga adeguate o connessioni dial-up. Lo sviluppo tecnologico deve seguire anche lo sviluppo sociale, e anche questo è un buon motivo per cui il settore deve poter essere ampiamente rappresentato da gruppi sottorappresentati. Se le cose continuano come prima, lo sviluppo tecnologico potrebbe essere più sbilanciato.