Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Liguria, Puglia, Umbria: – vacanza enogastronomica nel regno del cibo

Mangiare del buon cibo in vacanza in Italia è normale, quindi perché non lasciare che il buon cibo sia un fattore comune durante tutto il viaggio? Ti consigliamo di visitare tre grandi aree ristorative: il soleggiato tacco della Puglia a sud, il cuore verde dell’Umbria al centro e la Riviera Ligure a nord. Visita gli agricoltori locali, passeggia per affascinanti borghi medievali dove il cibo viene preparato a cielo aperto, visita le sagre gastronomiche e assapora ingredienti e ricette autentiche tramandate di generazione in generazione.

1. Puglia: il tacco d’Italia dove ha origine il cibo mediterraneo

La storia della Puglia è per molti versi anche una storia di materie prime di prim’ordine che provengono dal mare e dalla terra. Il cibo qui nel sud Italia è all’origine della dieta mediterranea, riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio culturale immateriale, che affonda le sue radici nella Coccina Povera, la cucina dei poveri: ingredienti di stagione e locali come pesce, verdure, fagioli e fagioli preparati secondo le ricette tradizionali.

La gioia del cibo: la degustazione dell'olio d'oliva di Masseria in Valle d'Itria.  Foto: Andrea Ruggeri

La gioia del cibo: la degustazione dell’olio d’oliva di Masseria in Valle d’Itria. Foto: Andrea Ruggeri
Mostra di più

Lo si vede chiaramente nella popolarissima Tiella Pugliese, un gratin di riso, patate e cozze fresche. Un altro cibo di strada preferito che è cresciuto qui è il Panzerotti, un piccolo calzone fritto ripieno di salsa di pomodoro e mozzarella, e ha un profumo delizioso.

MARE: La Puglia ha molto da offrire.  Foto: Paolo Petrini

MARE: La Puglia ha molto da offrire. Foto: Paolo Petrini
Mostra di più

In Puglia (Puglia in italiano) più di cento tipi diversi di pane vengono cotti nei forni a legna oa paglia e la pasta è disponibile in un’infinita varietà di forme e dimensioni. Nei giorni feriali le donne della Bari Storica si vedono chiacchierare, impastare per orikit e asciugare all’aria aperta per strada la pasta a forma di spiga.

Fascino quotidiano: preparazione di oricite.  Foto: Vittorio Giannella

Fascino quotidiano: preparazione di oricite. Foto: Vittorio Giannella
Mostra di più

Altri piatti legati alla Puglia, ad esempio, includono pasta con fili, formaggi estesi, come il caciocavallon a forma di goccia e la burrata cremosa. Se sei curioso e vuoi conoscere i segreti del formaggio, puoi impararlo in azienda. Forse hai deciso di fare un tuffo profondo nella vita rurale; Ci sono molte fattorie storiche, le cosiddette moschee, che oggi sono alloggi belli, confortevoli, a volte molto lussuosi.

Pace dell'anima: mangiare e vivere in un ambiente splendido.  Nella foto: Daniel Clark

Pace dell’anima: mangiare e vivere in un ambiente splendido. Nella foto: Daniel Clark
Mostra di più

Questo cibo è chiaramente preso molto sul serio, non da ultimo da tutti gli eventi gastronomici dell’anno. Le feste della vendemmia ti portano in paesi e paesi di cui non hai mai sentito parlare, come la Sagra delle Ciliegie a Conversano e Torre all’inizio di giugno, la Sagra del buon cibo Magli nella prima settimana di agosto, la Sagra dello street food Libando a Foggia ad aprile , o la sagra dei funghi a Minervino Morge a fine novembre – c’è qualcosa da programmare tutto l’anno. Leggi di più.

2. Umbria: uliveti, tartufaie, cioccolato e vino novello

L’Umbria è sinonimo di uliveti e vigneti, natura serena, paesi pittoreschi e cucina rustica e rustica. I visitatori sono accolti calorosamente e qui, nonostante la vicinanza sia della Toscana che di Roma, si possono ancora scoprire le gemme originali a due passi dalle strade principali gremite di turisti. Qui vi aspettano esperienze uniche e autentiche, le sfide nascoste della natura e della cultura, ma anche una cucina gourmet e vini ricchi di carattere.

Specialità: Formaggio, pasta fresca e funghi sono tra i piatti che puoi aspettarti.  Foto: Comuni di Gubbio

Specialità: Formaggio, pasta fresca e funghi sono tra i piatti che puoi aspettarti. Foto: Comuni di Gubbio
Mostra di più

I piatti tradizionali e rustici della regione sono spesso costituiti da una base di pasta fresca, legumi e verdure fatte in casa, oltre a funghi e tartufi. Iniziare il pasto con una selezione di formaggi e salumi è un ottimo modo per conoscere il cibo locale, poiché ogni trattoria ha la sua versione.

Vino: Montefalco ha un'ottima produzione vinicola.  Foto: Regione Umbria

Vino: Montefalco ha un’ottima produzione vinicola. Foto: Regione Umbria
Mostra di più

Gli uliveti sparsi sulle colline tra Spoleto e Assisi sono considerati dalle Nazioni Unite un Patrimonio Agricolo di Importanza Mondiale. Piccole città storiche attendono sulle cime delle colline. Una visita a un frantoio all’aperto, un frantoio che produce olio d’oliva artigianale, è un’esperienza per tutti i sensi: il cinguettio dei contadini che aspettano il loro turno di spremitura, l’aroma rinfrescante delle frizzanti olive verdi e, naturalmente, il gusto del fresco olive e l’olio migliore che arriva nel piatto su una pannocchia abbrustolita a fuoco vivo.

A disposizione: è facile trovare un'enoteca dove degustare vini locali.  Qui dalla bellissima Orvieto.  Foto: Regione Umbria.

A disposizione: è facile trovare un’enoteca dove degustare vini locali. Qui dalla bellissima Orvieto. Foto: Regione Umbria.
Mostra di più

L’autunno è anche il momento della vendemmia di quest’anno, che si sposa perfettamente con i sapori dell’autunno e viene spesso gustato con le caldarroste.

In questa regione la caccia al tartufo non è stagionale; In qualsiasi momento dell’anno i visitatori possono iscriversi ad una caccia al tartufo e seguire i cani alla ricerca dei “diamanti neri”.

Natura: L'altopiano vicino a Norcia offre grandi esperienze naturali nei paesaggi selvaggi protetti della regione.  Foto: Regione Umbria

Natura: L’altopiano vicino a Norcia offre grandi esperienze naturali nei paesaggi selvaggi protetti della regione. Foto: Regione Umbria
Mostra di più

Ultimo ma non meno importante, l’Umbria è un luogo per gli amanti del cioccolato; A Perugia si tiene ogni anno a metà ottobre un grande festival del cioccolato, dove espositori locali e internazionali condividono le cose belle della vita. Leggi di più qui.

3. Prova i sapori della Liguria in autunno

Orgoglio ligure in bottiglia: così si descriverebbe l’olio extravergine della Riviera Ligure, un prodotto che ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta DOP dell’UE. Sempre più turisti scelgono la Liguria, non solo per prendere il sole sulle bellissime spiagge, ma anche per scoprire i loro nuovi luoghi da cui viene tanto bene; Come pittoreschi paesi di montagna come Apricale, Dolceacqua e Taggia più vicini alla costa, dove i frantoi spremono ancora le olive alla vecchia maniera.

Preferito: pesto Trinité.  Foto: Agenzia InLiguria.

Preferito: pesto Trinité. Foto: Agenzia InLiguria.
Mostra di più

Le uve da vino della regione vengono raccolte tra settembre e ottobre. La maggior parte del vino proviene da produttori artigianali che coltivano la vite su terrazze di mattoni a secco su ripide scogliere vicino al mare. La vendemmia avviene spesso a mano, e in alcune regioni, come le Cinque Terre, l’uva viene portata in ceste sulle spalle dei contadini. La regione produce relativamente poco vino rispetto ad altre, ma la qualità è superiore e la domanda è molto superiore all’offerta. Vermentino, Pigato e Rossese sono alcune delle uve tipiche del territorio.

Vigneti: I vigneti delle Cinque Terre si arrampicano sulla ripida costa.  Foto: Agenzia InLiguria.

Vigneti: I vigneti delle Cinque Terre si arrampicano sulla ripida costa. Foto: Agenzia InLiguria.
Mostra di più

Autunno, inverno e primavera sono le stagioni basse per il turismo, ma offrono temperature miti durante il giorno e molte feste diverse. Lilla Badalucco, ad esempio, ha diversi secoli di tradizione con il pesce essiccato dalla Norvegia (una magica preparazione ligure), e viene festeggiata ogni anno con una sagra a settembre. Altri luoghi sono strettamente associati ad alcuni piatti, come le frittelle ripiene di formaggio di Rico. Nelle giornate fredde, una frittata scalda lo stomaco e il cuore: la torta di ceci viene fatta direttamente nel forno a legna e mangiata al momento.

Farinata: una torta di hummus fatta e deliziosa.  Foto: Agenzia InLiguria.

Farinata: una torta di hummus fatta e deliziosa. Foto: Agenzia InLiguria.
Mostra di più

Vino e olio d’oliva sono ambasciatori del gusto nella regione. Il terzo, vero fiore all’occhiello della gastronomia ligure, è il pesto genovese, una salsa verde a base di basilico, aglio, pinoli, parmigiano grattugiato e pecorino, il tutto condito con olio d’oliva ligure.

Perché non fare un weekend autunnale nella storica città portuale di Genova, ordinare una porzione di Trofie al pesto in riva al porto, dove il sole scalda anche d’inverno, e aspettare che passi il buio gustando una lunga e meravigliosa cena con un vivace ligure vino nel bicchiere, in una trattoria in uno dei vicoli Piccolo nel centro storico? Leggi di più.

Vita in generale: qui nel bel mezzo della città vecchia di Genova.  Foto: Agenzia InLiguria.

Vita in generale: qui nel bel mezzo della città vecchia di Genova. Foto: Agenzia InLiguria.
Mostra di più

Da non dimenticare: alla mezzanotte del 6 novembre, il vino novello di quest’anno – Vino Novello – viene lanciato in tutta Italia, con una serie di wine party. Se novembre non fa per te, punta alla festa dei vignaioli di Cantine Aperte a maggio, quando molte aziende vinicole apriranno i battenti.

Informazioni generali e Più consigli italiani.

READ  Cultura e tempo libero, Opera | Celebrazione dell'anniversario con grande opera nel castello