Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’Italia perde per la prima volta in tre anni: la Spagna pronta per la finale di Nations League

(Italia-Spagna 1-2) L’Italia ha stabilito un record mondiale e si è incoronata campione d’Europa da quando ha perso contro il Portogallo nell’autunno del 2018. Tre anni dopo, la Spagna si è assicurata un’imbattibilità da 37 partite nelle semifinali di Champions League. La Società delle Nazioni.

Contratti: gli spagnoli potrebbero tifare per il vincitore della semifinale, mentre Federico Chiesa giaceva sull’erba all’interno di San Siro.
immagine: Matteo Bazi/ANSA

Quest’estate, l’Italia ha vinto l’oro ai Campionati Europei e la squadra di Roberto Mancini ha avuto l’opportunità di consolidare la propria posizione di migliore squadra d’Europa nelle qualificazioni alla Nations League, poiché Italia, Spagna, Francia e Belgio questa settimana hanno compensato la vittoria del campionato in uno spareggio. Tenuto in Italia.

Ma in semifinale c’è stato uno stop improvviso per l’Italia. Due gol di Ferran Torres e l’espulsione del capitano italiano Leonardo Bonucci hanno fatto sì che la partita fosse decisa con un ampio margine prima del secondo tempo.

Nella ripresa la Spagna ha dominato gran parte della gara, ma all’83’ Federico Chiesa e Lorenzo Pellegrini parano per ko. Tuttavia, la speranza era per i tifosi locali.

Foto

Vincitore della partita: Ferran Torres (n. 11) ha segnato una doppietta per la Spagna ed è stato felice degli applausi dopo la partita.
immagine: Alessandro Garofalo / X07445

Quando è suonato il segnale finale, c’è stato un grande incoraggiamento da parte della squadra spagnola, che ora è pronta per la finale della Nations League e si è assicurata la prima vittoria della Spagna sull’Italia in terra italiana dal 1971. La vittoria è stata anche una vendetta per l’Europeo di quest’estate, poiché L’Italia ha battuto la Spagna in semifinale dopo un calcio di rigore.

La sconfitta è la prima per la Nazionale italiana da quando ha perso 1-0 in trasferta contro il Portogallo il 10 settembre 2018. Da allora, la squadra ha giocato 37 partite consecutive senza perdere (28 vittorie a tempo pieno, due vittorie. Dopo i calci di rigore , una vittoria dopo inning extra e sei pareggi). ), la serie più lunga per la nazionale maschile e due partite in più rispetto alla Spagna negli anni d’oro 2007-2009.

La sconfitta è anche la prima sconfitta per la nazionale italiana maschile in terra italiana in una partita di conteggio dalla vittoria della Danimarca a Napoli nel 1999. Da allora, gli italiani hanno perso diverse partite di allenamento in casa, ma nelle partite ufficiali la sconfitta di mercoledì è la primo. Perdere una casa in questo millennio.

Dopo un buon inizio a San Siro a Milano, la Spagna ha gradualmente preso le redini. Passa poco più di un quarto d’ora quando Mikel Oyarzabal colpisce la palla davanti alla porta. All’interno dell’area di rigore, Ferran Torres è incappato in un colpo di testa d’angolo.

Gianluigi Donnarumma non era un uomo famoso nel suo ex stadio e il giocatore del PSG non sembrava proprio a suo agio visto che quasi perse palla da solo nel minuto successivo, ma fortunatamente per il palo dell’Italia e per la parata di Leonardo Bonucci un altro gol spagnolo.

Foto

Respinto: Leonardo Bonucci (secondo da destra) è stato espulso poco prima dell’intervallo.
immagine: Matteo Bazi/ANSA

Dopo mezz’ora di gioco, Bonucci ha ricevuto un cartellino giallo. Dopo che il palo e un grande boom di Lorenzo Insigne hanno impedito il pareggio italiano, Bonucci ha ricevuto il suo secondo cartellino giallo dopo aver colpito al collo Sergio Busquets con il gomito. L’Italia ha perso il capitano quattro minuti prima della fine del primo tempo e nei tempi supplementari il duo Oyarzabal / Torres ha presentato una grande sfida in attesa dell’Italia dopo che Torres ha segnato il suo secondo gol nella partita.

L’Italia ha ottenuto una riduzione, ma non è bastata ai padroni di casa. Domenica è attesa la finale di bronzo, mentre la Spagna giocherà la finale lo stesso giorno.

Foto

Storico: Gavi, a 17 anni e 62 giorni, è diventato il giocatore più giovane nella storia della nazionale spagnola maschile. Prima della partita di stasera, Angel Zupeta era il giocatore più giovane a giocare per la Spagna. Aveva 17 anni e 283 giorni quando ha giocato per la Spagna contro l’ex Cecoslovacchia nel 1936.
immagine: Frank Fyfe / Agence France-Presse

READ  L'economia globale è un hobby: la finanza è qualcosa a cui tutti dovrebbero interessarsi