Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– L’Italia potrebbe fare della Brexit un mini-evento – E24

– L’Italia potrebbe fare della Brexit un mini-evento – E24

Gli analisti di Danske Bank ritengono che potrebbe esserci una crisi del debito in Italia e questa crisi del debito potrebbe diffondersi ad altri paesi dell’euro.

L’esperienza della debole crescita economica in Italia: il vicepresidente del Consiglio e leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.
pubblicato:

Thomas Haar, responsabile dell’analisi del mercato globale presso Danske Bank, ritiene che il rischio della crisi del debito italiano sia significativo e possa essere compreso tra il 15 e il 20%.

– La crisi del debito italiano è, a mio avviso, il rischio maggiore per l’Eurozona nei prossimi anni. Haar ha scritto in una nota domenica perché la crisi del debito potrebbe estendersi ad altri paesi.

Allo stesso tempo, osserva, la sfida per l’eurozona è che il debito nazionale è alto anche in Spagna, Portogallo, Grecia e Francia, oltre che in Italia.

– L’Italia potrebbe trasformare la Brexit in un mini-incidente, scrive Hare.

L’analista europea Ella Mer di Danske Bank ha detto a E24 che se la debole crescita economica dell’Italia si trasformasse in una recessione, potrebbe innescare una crisi del debito nel paese.

– Se l’Italia entra in recessione, questo potrebbe destabilizzare la situazione economica in alcuni altri paesi dell’euro, dice Mer a E24.

Leggi anche

Reuters: l’Italia si aspetta uno storico rifiuto da parte dell’UE

La tensione sale

Mehr ritiene che se si verificherà una crisi del debito in Italia, sarà di grande importanza perché l’Italia è una delle maggiori economie dell’Eurozona.

READ  Le azioni di Netflix cadono dopo numeri miserabili - In attesa del percorso del cliente nel secondo trimestre

L’Italia è l’anello più debole della zona euro. Mer afferma che la crisi del debito potrebbe estendersi a Portogallo e Spagna, per esempio.

Allo stesso tempo, sottolinea che non c’è il rischio di una crisi del debito italiano quest’anno, ma piuttosto a medio termine entro due o tre anni.

– Quando si tratta di Brexit, i negoziati tra il Regno Unito e l’UE sono a un punto morto, ma entrambe le parti hanno interesse a trovare una soluzione, afferma Meir.

– Ma quando si tratta del rapporto tra l’Italia e l’Unione Europea, la tensione tra le due parti sta crescendo, ha detto.

Il governo italiano si aspetta che la Commissione europea prenda una decisione per respingere il bilancio italiano martedì, secondo una fonte Reuters.

La Commissione europea ha condannato fermamente la decisione dell’Italia di creare un bilancio che prevede di aumentare il deficit nei prossimi anni, scrivendo in una lettera che, tra l’altro, l’aumento sembra essere una “deviazione significativa” dalle regole dell’UE.

L’Italia ammette di aver deliberatamente violato le regole del bilancio dell’UE

Il governo italiano scrive in a lettera lunedì alla Commissione europea, che sono a conoscenza del fatto che ha scelto una linea di bilancio non conforme alle norme dell’UE.

Nella lettera, il ministro delle Finanze italiano Giovanni Tria ha scritto che il governo “è consapevole di aver scelto una linea di politica di bilancio non conforme” alle regole Ue.

Allo stesso tempo, Tria sottolinea che il governo italiano ritiene che ciò sia necessario per portare la crescita del PIL italiano a un livello simile a quello che il Paese ha vissuto prima della crisi finanziaria.

READ  Ischia, Frana | Una persona viene confermata morta dopo una grande frana su un'isola turistica italiana

Il portavoce della Commissione europea Margaritis Schinas ha confermato che la lettera è stata ricevuta. La Commissione europea discuterà ulteriormente la questione martedì e dovrebbe fornire una risposta già in quel momento, riferisce NTB.

La domanda è se il governo italiano alla fine rispetterà le regole dell’UE, afferma Meyer.

Allo stesso tempo, ha indicato che il debito italiano potrebbe essere ulteriormente declassato, dopo che l’agenzia di rating del credito Moody’s ha declassato il debito italiano a Baa3, il secondo rating più basso.

Leggi anche

Ritiene che il mercato potrebbe testare il livello “critico” dei tassi di interesse in Italia

Il conflitto è duplice

Il macroeconomista Ole Andre Kjenerode di DNB Markets ha osservato in un rapporto di lunedì mattina che il conflitto tra l’Italia e la Commissione europea è duplice.

– In primo luogo, il debito nazionale italiano è superiore del 60% rispetto ai requisiti del Trattato di Maastricht, il che significa che l’Italia deve organizzare i propri bilanci in modo che il livello del debito diminuisca nel tempo, ha scritto Kinnirod.

L’Italia ne ha uno Il debito nazionale è di 2300 miliardi di euro. Ciò corrisponde a oltre il 130 percento della creazione di valore nel paese.

Kinnirod sottolinea che finora la raccomandazione della Commissione europea è stata quella di ridurre il deficit di bilancio a poco più dello 0,5% del PIL annuo.

– Questo non è voluto dal governo populista, che ha invece proposto un aumento quasi del doppio nel 2019, e solo una piccola riduzione nei prossimi due anni, ha scritto Kinnirod.

– In secondo luogo, la commissione non sembra credere alle premesse dietro le stime del governo, continua Kjnerud.

READ  I mercati finanziari dovrebbero temere le elezioni francesi? -E24
I freni: il ritmo dell’economia italiana è rallentato nel corso dell’anno.

Kjennerud osserva che le autorità italiane presumevano, tra le altre cose, che il PIL sarebbe aumentato dell’1,5% nel 2019.

Non solo questo è molto più alto del consenso (1,1%), ma le autorità non hanno nemmeno coordinato le stime con l’ufficio di bilancio indipendente, come dovrebbero, ha scritto Kinnirod.

Allo stesso tempo, sottolinea che anche il ritmo dell’economia italiana è rallentato durante tutto l’anno: venerdì, la Banca centrale italiana ha pubblicato un rapporto che mostra che il PIL nel terzo trimestre è destinato a crescere solo dello 0,1%.

Dato che la crescita è aumentata dello 0,2% nel quarto trimestre, l’Italia dovrebbe fornire una crescita del PIL dello 0,5% per trimestre nel corso del 2019 affinché il governo possa elaborare la sua stima. I libri di Kinnirod suonano in qualche modo irreali.

Leggi anche

Quattro anni fa il tasso di interesse sui titoli di stato italiani era molto alto

Leggi anche

L’Italia rifiuta l’Eurexit

Leggi anche

Quotidiano italiano: la Commissione europea respingerà la nuova proposta di bilancio