Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Malattia infettiva, malattia | Koronakaos in campionato – strane scene quando l’Inter si scaldava senza avversari

È improbabile che quattro delle partite di giovedì si svolgano nel calcio italiano, a causa dell’infezione da Corona. Ha creato scene strane prima che l’Inter incontrasse il Bologna.

Gli accordi che non verranno attuati come previsto sono Bologna – Inter, Atalanta – Torino, Fiorentina – Udinese e Salernitana – Venezia.

Il motivo è che le Asl di Bologna, Torino, Udinese e Salerno hanno messo in quarantena quattro dei club a causa di una malattia coronarica. Allo stesso tempo, la dirigenza della Serie A ritiene che sia stato possibile portare a termine le partite.

Pertanto, l’amministrazione della lega non ha ufficialmente rinviato le partite. Ciò ha portato all’incontro dell’Inter come previsto per la trasferta contro il Bologna, nonostante ai giocatori locali sia stato vietato di apparire a causa delle restrizioni locali della corona.

I giocatori dell’Inter si preparano per la liquidazione iniziata alle 12.30. Appena 45 minuti dopo l’inizio programmato, la partita è esplosa.

Le autorità decidono

Le regole del Corona nel calcio italiano affermano che un club è obbligato a schierare squadre in campo se ha 13 giocatori sani e un portiere a disposizione. Del resto i segni del sole sono presenti su Bologna, Torino, Udinese e Salernitana, ma le Asl non ne tengono conto.

Pertanto, l’assenza dalle partite di giovedì si concluderà probabilmente con le quattro squadre che perderanno 0-3 e sottraggono un punto. Ciò è in linea con la normativa sulle sanzioni in Serie A.

Un episodio simile si è concluso la scorsa stagione nello stesso momento della partita dopo che la penalità era stata appellata. Probabilmente ci saranno conseguenze anche dopo che l’accordo per l’incoronazione di giovedì sarà risolto.

READ  - Fa un po' paura - NRK Sport - Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Il tecnico dell’Inter Giuseppe Marotta ha invitato sul sito del suo club per regole più chiare in futuro.

A Bologna, otto giocatori del club avrebbero superato questa settimana un test per il virus positivo. Il Torino ha invece sei casi di contagio tra i giocatori oltre a due casi nell’apparato di supporto. Nella Salernitana guidata da Stefan Strandberg sono stati registrati come contagiati nove giocatori e due allenatori.

Di recente anche l’Udinese ha riportato diversi infortuni.

La grande battaglia è finita

Tuttavia, il big match di giovedì tra Napoli e Juventus sembra andare come previsto nonostante ci siano sette giocatori e tre persone nella squadra di supporto nel roster del club. Tra questi c’è l’allenatore Luciano Spalletti.

In tutto, più di 70 giocatori di Serie A hanno superato i test virus positivi negli ultimi giorni.

L’amministrazione della Serie A italiana si è riunita mercoledì sera per discutere della situazione. Il risultato di quell’incontro fu che tutte le partite di giovedì si sarebbero giocate come programmato. Pertanto, nessuno degli accordi sarà ufficialmente rinviato.

I club di Serie A hanno alle spalle due settimane di pausa natalizia. Già domenica prossima, secondo i piani, si giocherà un nuovo round della serie. Potrebbe anche esserci un ritardo.

Torino e Udinese hanno confermato sui loro siti web che i giocatori del club sono soggetti a una quarantena di cinque giorni. Potrebbe avere conseguenze anche per la prossima serie.

A causa delle linee guida aggiornate delle autorità italiane, i club possono utilizzare solo metà della capacità delle arene per gli spettatori la prossima volta. Prima di Natale, lo stesso rapporto era fissato a 75.

READ  - Siltin Back - VG

Anche il calcio italiano ha sofferto la scorsa stagione con il rinvio di molte partite a causa del Corona virus. Questo, tra l’altro, ha portato a situazioni in cui un club si è presentato per la partita, solo per scoprire che l’avversario non si è presentato a causa della quarantena.

(© NTB)