Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Manifestazioni contro la proxy law in Georgia – NRK Urix – Notizie e documentari dall’estero

Manifestazioni contro la proxy law in Georgia – NRK Urix – Notizie e documentari dall’estero

Nella notte di ieri nella capitale georgiana si sono verificati violenti scontri tra ingenti forze di polizia e migliaia di manifestanti.

Secondo Agence France-Presse, 66 persone sono state arrestate e decine di agenti di polizia sono rimasti feriti.

Sembra che la disputa sulla “Legge delega” susciti sentimenti molto forti.

Secondo il disegno di legge, saranno interessati i media e le organizzazioni che ricevono più del 20% dei loro finanziamenti dall’estero. Devono registrarsi come “agenti sotto influenza straniera”.

secondo BBC Il disegno di legge ha lanciato un piccolo partito anti-occidentale. Ma nella prima votazione in parlamento, il partito al governo Sogno georgiano lo ha sostenuto.

Chi vuole la legge sostiene che sia necessario ottenere maggiore trasparenza sulle imprese finanziate da paesi esteri.

Il presidente sostiene i manifestanti

Il presidente georgiano Salome Zurabishvili ha dichiarato, secondo l’agenzia di stampa Associated Press, che avrebbe posto il veto alla legge sulla delega.

Dice di no: il presidente georgiano Salome Zurabishvili è un chiaro oppositore della legge sulla procura.

Foto: Irakli Gednidze/Reuters

– Nessuno ha bisogno di questa legge. Non è chiaro da dove venga, dice il capo, forse è stato dettato da Mosca.

Pertanto, fornisce chiaramente supporto ai manifestanti.

Ma anche se il presidente ponesse il veto al disegno di legge, l’Assemblea nazionale potrebbe annullarlo.

Copiare la legge russa

L’opposizione in Georgia ritiene che il disegno di legge sia troppo simile a una legge adottata in Russia nel 2012.

Nella società russa, la legge è stata utilizzata per sopprimere la maggior parte del dissenso e delle critiche.

Tbilisi

Bombole d’acqua e gas lacrimogeni: la polizia di Tbilisi ha usato tattiche dure contro i manifestanti.

Foto: STRINGER/AFP

La maggior parte dei media e delle organizzazioni che hanno nominato clienti stranieri sono stati infine costretti a chiudere le operazioni o trasferirsi all’estero.

– La legge è russa, come tutti sappiamo. Un manifestante a Tbilisi ha detto a Reuters: non vogliamo far parte dell’ex Unione Sovietica, vogliamo far parte dell’Unione Europea.

Reazioni dure dal lato occidentale

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea stanno avvertendo le autorità in Georgia che le possibilità del paese di aderire alla NATO o all’Unione Europea saranno scarse se la legge sarà approvata.

Tbilisi

Chi vuole andare in Europa: migliaia di manifestanti a Tbilisi hanno protestato contro la legge sugli agenti.

Foto: Zurab Tsertsvadze/AP

“Questo è un giorno oscuro per la democrazia georgiana”, ha affermato una dichiarazione dell’ambasciata americana in Georgia.

Il capo degli affari esteri dell’UE, Josep Borrell, afferma che il disegno di legge è incompatibile con i valori del sindacato.

Ucraina e Moldavia hanno ottenuto lo status di paese candidato lo scorso anno. Ma alla Georgia è stato richiesto di attuare molte riforme.

Un altro gruppo di paesi

I sondaggi di opinione mostrano che l’80% dei georgiani sostiene l’adesione all’Unione Europea e alla NATO.

La costituzione del paese dice anche che la Georgia dovrebbe rivolgersi all’Europa.

Tbilisi

Preparato: la polizia antisommossa al completo ha incontrato i manifestanti fuori dal Parlamento a Tbilisi.

Foto: AFP

Ma se la legge verrà adottata, la Georgia entrerà a far parte dei ranghi dei paesi autoritari e antidemocratici. Questo vale per Bielorussia, Tagikistan e Azerbaigian, che hanno anche copiato la legge russa, scrive la BBC.

Storicamente, la parola “agente” aveva un significato negativo in Georgia e Russia.

Associato a parole come “spia” e “traditore”.

READ  L'uomo è stato arrestato dopo 30 anni