Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Mario Balotelli, Manchester City |  Sconvolto dall’incidente nello spogliatoio:- È impazzito

Mario Balotelli, Manchester City | Sconvolto dall’incidente nello spogliatoio:- È impazzito

Balotelli attualmente gioca per l’FC Sion in Svizzera, ma molti potrebbero ricordarlo meglio durante la sua permanenza al Manchester City.

L’italiano ha giocato lì dal 2010 al 2013 e nei suoi tre anni al club non sono mancati incidenti bizzarri e polemiche.

Dallo scoppio di petardi in casa propria a una lunga serie di multe per divieto di sosta, le storie hanno fatto notizia in tutto il mondo.

In un recente podcast, l’ex responsabile materiale del City Les Chapman ha rivelato altre storie e dettagli sul periodo di Balotelli al club.

Per saperne di più: Sconfitta degli Hammers contro il Manchester United: – Una vergogna assoluta!

La storia dietro “Perché sempre io?”

Uno degli episodi di cui la maggior parte delle persone ricorda Balotelli è stata l’amichevole del 2011 tra Manchester United e Manchester City, terminata 6-1. Il 32enne ha segnato due gol, ma ha ricevuto più attenzione per il modo in cui ha celebrato un gol.

Si sollevò la maglietta sopra la testa e rivelò una canottiera con le parole “Perché sempre io?” Chapman racconta come è successo.

– Questo giorno Mario mi ha afferrato e mi ha detto: “Questo dovrebbe essere stampato sulla mia maglietta, cosa ne pensi?” disse. “Ho detto che potevo stamparlo, ma non poteva avere nulla di offensivo per i fan dello United o per chiunque altro”, dice nel podcast Ninety-Three Twenty. Mail giornaliera.

– Ha fatto uno o due suggerimenti, ho detto “No, Mario” e poi ha detto “E io per sempre?” disse. Non appena l’ha detto, ho pensato che fosse perfetto.

Si dice che Chapman abbia detto al club che dopo questo non è stato consentito alcun aggiustamento della pressione sugli aquiloni. Ma Balotelli voleva aiuto per un’altra cosa dal direttore dei materiali.

READ  Allevamento nel trattamento del cavallo norvegese:

– È diventato virale in cinque minuti, così Mario mi ha detto “contatta Umbro, vogliamo una commissione su queste cose vendute”. Così ho chiamato Umbro, ma hanno detto che non c’era niente che potessero fare al riguardo, dice Chapman.

Per saperne di più: Mourinho dopo il dramma Europa League: – Ora capisci perché ho i capelli bianchi

Mancini era furioso

Un altro episodio evidenziato da Chapman è la situazione tra Balotelli e l’allenatore del Manchester City Roberto Mancini. Secondo quanto riferito, i due avevano una relazione tesa, e Balotelli una volta l’ha ridotta per Mancini.

Il Manchester City giocava contro la Dynamo Kyiv in Champions League e Balotelli è stato espulso dopo circa 20 minuti. Chapman ha seguito l’italiano nello spogliatoio, dove si è seduto accanto al suo armadietto.

Immediatamente, un furioso Mancini ha fatto irruzione nello spogliatoio.

– Entrò, imprecando e urlando il più possibile in italiano, mentre agitava le mani come un uomo. È impazzito mentre la partita era in corso, dice Chapman.

Si diceva che Mancini si fosse voltato e avesse lasciato lo spogliatoio, ma quando ha visto una delle borse Louis Vuitton del giocatore, l’ha presa, si è voltato e l’ha lanciata in testa a Balotelli. Riesce a schivare e la borsa si schianta contro il suo armadietto.

– Mancini è corso di nuovo da lui e ha gridato di nuovo in italiano, ho pensato “colpiscilo, Mario”. Ho pensato che stavo per mettermi in mezzo a loro e divertirmi. Chapman dice che poi si è voltato ed è uscito per guardare la partita.

Leggi anche: Pogba temeva per la sua famiglia: – L’ho tenuto per me

READ  Anja ha firmato per l'Inter

Numerose multe

Chapman afferma inoltre che Balotelli fumava diverse sigarette al giorno durante la sua permanenza al Manchester City. Ricorda bene tutti i rigori subiti dall’italiano durante la sua permanenza al club.

Ricorda: Netavisen detiene i diritti dell’intera Opos League e di 75 partite dell’Eliteserien!

L’ex manager del materiale racconta una storia quando Balotelli ha visitato il campo di allenamento dei tifosi del City poco dopo aver lasciato il club.

– Ho detto loro “Questo è il guardaroba di Mario”. Ho aperto la porta e sono cadute circa 30 multe. E uno stipendio. Afferma di essere stato multato di £ 100.000 dal club quel mese.

Balotelli ha lasciato il Manchester City nel 2013 per firmare con il Milan. Lì ha segnato gol prima di trasferirsi al Liverpool nel 2014. Nessuna vittoria e ha segnato solo un gol in 16 presenze in Premier League.

Da allora, la carriera di Balotelli ha continuato ad essere un ottovolante, con fallimenti in alcuni club e successi in altri.

Per saperne di più: Profilo RBK con risultati entusiasmanti: – Top of the World