Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Meghan Markle, proprietaria dei media Crush – VG

Meghan e i media: i paparazzi hanno sparato quando Meghan Markle ha lasciato un servizio all’Abbazia di Westminster a Londra nella primavera del 2018. All’epoca era fidanzata con il principe Harry. La coppia è attualmente sposata e ha due figli.

Il britannico Mail on Sunday ha sbandato come un’anguilla nella rete, ma alla fine si è arreso e si è scusato con la duchessa Meghan.

Inserito:

Meghan Markle riceve scuse pubbliche dal tabloid dopo aver vinto una causa. Molte testate internazionali scrivono dopo che la notizia è diventata nota il giorno di Natale.

Le scuse sono state stampate sulla prima pagina del Mail domenica dopo che è stato stabilito che il giornale e MailOnline avevano violato la privacy di Markle nel febbraio 2019. All’epoca, gli editori hanno pubblicato parti di La lettera di cinque pagine della duchessa a suo padre Poco dopo il matrimonio del principe Harry nel maggio 2018.

– Questa è una vittoria non solo per me, ma per tutti coloro che avevano paura di dire ciò che era giusto, ha detto Meghan Markle in una dichiarazione.

Ha detto: Meghan Markle ha detto in una dichiarazione che considera le scuse una vittoria.

Tre anni dopo l’inizio di una lunga battaglia sulla privacy per una lettera scritta a mano al padre estraneo, gli editori hanno accettato di pagare alla duchessa “danni finanziari”, scrive. guardiano.

Oltre alle scuse pubbliche stampate sulla prima pagina di Mail on Sunday e sul sito web di Mail Online, la duchessa può anche aspettarsi di ricevere un significativo compenso finanziario dal gruppo di testate.

READ  Ondata di calore - shock mortale di massa

A marzo è stato deciso che l’editore del Daily Mail and Mail on Sunday avrebbe pagato il 90% delle spese legali di Meghan. Questo è secondo Rivista di persone Stimato $ 1,88 milioni per seguire il caso per 18 mesi.

pulsante scusa

Le scuse erano chiaramente molto lontane, ma il Mail on Sunday alla fine si è scusato con una notizia di 64 parole inclusiva che affermava che il giornale aveva violato il diritto d’autore e che “sono stati concordati danni in denaro”. Le scuse sono state pubblicate anche sul Mail Online poco prima della mezzanotte del giorno di Natale con i link alla sentenza.

La duchessa ha citato in giudizio Associated Newspapers per cinque articoli che riproducevano una lettera “personale e privata” a Thomas Markle nell’agosto 2018. Ha vinto la sua causa all’inizio di quest’anno quando il giudice della Corte Suprema Lord Justice Warby ha emesso una sentenza sommaria a suo favore senza la necessità di un processo .

Cammina per la sua strada privata: il principe Harry e la duchessa Meghan salutano le persone che si allontanano dalla chiesa dopo il matrimonio.

All’inizio dell’11 febbraio di quest’anno, il giudice Mark Warby dell’Alta Corte di Londra ha ordinato a The Mail on Sunday di stampare le scuse con un “avviso” più lungo all’interno del giornale con il titolo “La duchessa del Sussex”.

Ha anche chiesto al giudice di mostrare le scuse sul sito MailOnline per una settimana con l’inclusione di un collegamento ipertestuale alla sentenza ufficiale e al riassunto.

Guadagno dalle bugie e dal dolore

Nonostante le proteste legali dell’editore, il 2 dicembre la Corte d’Appello di Londra ha confermato la sentenza del giudice Warby nel caso di violazione della privacy e del copyright.

READ  Il Kazakistan minimizza il rischio di invasione russa dell'Ucraina - VG

L’attrice ed ex attivista della compagnia “Switz” che anche dopo il matrimonio con il principe Harry si è definita schietta, non nasconde cosa intende:

“Ciò che conta di più è che ora siamo collettivamente abbastanza coraggiosi da trasformare l’industria dei tabloid che rende le persone crudeli e sfrutta le bugie e il dolore che creano”, continua Meghan Markle nella dichiarazione.

Incontra Desmond Tutu: il principe Harry e la duchessa Meghan tengono in braccio il figlio Archie mentre salutano il defunto arcivescovo Desmond Tutu in Sudafrica nel settembre 2019.

Dà agli editori di giornali una pista scivolosa e dice di aver visto il processo come un “importante obiettivo di giusto contro sbagliato”.

L’imputato lo trattava come un gioco senza regole. Più durano, più possono distorcere i fatti, manipolare il pubblico (anche durante l’appello stesso), rendere un caso semplice straordinariamente complesso per generare più titoli e vendere più giornali, un modello che premia il caos prima della verità. La duchessa sostiene che nei quasi tre anni da quando è iniziato, sono stata paziente di fronte a inganni, minacce e attacchi calcolati.

La famiglia reale britannica è diventata una serie animata per adulti: