domenica, Giugno 16, 2024

Merith Solberg di Fellesforbundet ritiene che il fatto che gli affitti salgano di nuovo influenzi negativamente le persone – Dagsavisen

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Come previsto, giovedì il tasso di interesse è stato aumentato di 0,25 punti percentuali al 4,25%. Si tratta del tredicesimo aumento dei tassi di interesse dallo storico livello zero nel 2021.

– Le persone passano da una crisi all’altra. Ciò colpisce soprattutto coloro che hanno meno, dice Merith Solberg a FriFagbevegelse.

Part-time e cattivi consigli

Il capo della Sezione 10 del Fellesforbundet organizza i membri che guadagnano poco e raramente hanno risparmi. Ora è preoccupata dopo un altro aumento dei tassi di interesse da parte della Norges Bank.

Merith Solberg parla a nome di quasi 3.800 dipendenti del settore alberghiero, della ristorazione, delle mense e della vita notturna. Lavorano principalmente part-time.

In fondo alla classifica si collocano le occupazioni nel settore alberghiero e della ristorazione Statistiche sugli stipendi. L’anno scorso, secondo il Technical Account Board (TBU), lo stipendio medio a tempo pieno era di 412.000 NOK.

-È spaventoso pensare quante persone siano effettivamente colpite da questa crisi. Nessuno grida ad alta voce che ogni mese sono in fila per il cibo o che si stanno dirigendo verso la zona rossa, dice Solberg.

I membri che organizzi si trovano in una situazione finanziaria difficile. Molti di loro sono stati anche costretti a cancellare la propria iscrizione al sindacato perché non potevano permetterselo.

Di crisi in crisi

Molti economisti e analisti ritengono che il 4,25% sarà il tasso di interesse massimo, ma la Norges Bank avverte che è probabile un altro aumento dei tassi. Ciò avverrà probabilmente a dicembre, secondo il governatore della Banca centrale Ida Welden-Basch.

READ  Furto di auto elettriche - auto elettriche che sono "impossibili" da rubare

– Quelli che regoliamo sono già imprudenti. Sottolinea che l’esperienza di numerosi aumenti dei tassi di interesse e aumenti dei prezzi dei prodotti alimentari in due anni di pandemia, nonché licenziamenti e licenziamenti, creano grande incertezza.

I più deboli sono quelli che sopportano il peso dell’aumento dei tassi di interesse, ritiene il capo economista di LO Roger Bjornstad.

La Norges Bank impone un onere enorme alle famiglie. In una situazione in cui l’inflazione non deriva dall’aumento dei salari, ma dalle condizioni internazionali. Sarebbe sbagliato e inutile ricorrere ad aumenti così aggressivi dei tassi d’interesse come avviene oggi, dice a FriFagbevegelse il capo economista Roger Björnstad di LO.

Aumento della disoccupazione

La logica alla base dell’aumento dei tassi di interesse è quella di evitare prezzi e salari più alti.

Il capo economista di LO ritiene che il balzo dei tassi di interesse di giovedì renderà la vita quotidiana più difficile per le imprese e le persone con costi elevati e grandi debiti. Si ritiene che aumenterà anche la disoccupazione.

La Banca di Norvegia contribuisce a soffocare la crescita dell’occupazione in Norvegia a causa dell’inflazione importata. Secondo lui questo non è necessario, perché l’inflazione scenderà da sola.

Prezzi elevati delle merci importate

Il tasso di cambio della corona, che non scende dall’estate, è più debole di quanto pensasse la Norges Bank e tutti pensassero, secondo Roger Björnstad. I beni diventano più costosi quando la corona è debole perché la maggior parte di ciò che acquistiamo viene importato.

READ  Le ultime notizie sulla guerra in Ucraina

Automobili, scarpe, vestiti, televisori, lavatrici, cellulari e caffè sono alcuni dei beni che diventano più costosi perché i negozi sono costretti a pagare di più per le merci straniere.

Il debole tasso di cambio della corona ha finora risparmiato il mercato del lavoro da aumenti dei tassi di interesse, perché significa maggiori entrate per le aziende esportatrici norvegesi, ma questo non durerà, sostiene Björnstad.

Difficoltà finanziarie

Per i membri Merith è faticoso dover consegnare ogni centesimo. Questa è la dura realtà per molti dei membri che regolate nel settore alberghiero e della ristorazione.

– Ci sono soci che hanno utilizzato tutti i loro risparmi per superare l’epidemia. Coloro che sono stati licenziati durante la crisi del coronavirus soffriranno finanziariamente per diversi anni. “Non dobbiamo dimenticarlo”, dice Solberg.

Le prospettive non stanno migliorando adesso. Il mutuo è innanzitutto ciò che diventa più caro per chi lo possiede. Come al solito, le banche del paese seguono la banca centrale ogni volta che il tasso di interesse di riferimento viene adeguato.

Un tasso primario del 4,25% indica che il tasso d’interesse ipotecario è solitamente intorno al 6%. Secondo Dagens Næringsliv, molte banche hanno già addebitato un interesse del 7% sulle loro ipoteche.

La vita quotidiana è dura per chi non può permetterselo. Quando i prezzi salgono drammaticamente e i tassi di interesse salgono costantemente, arrivano anche sentimenti di inferiorità e vergogna, dice Merith Solberg.

Non supporta i rialzi dei tassi di interesse

Ci sono diverse ragioni per cui LO non sostiene la politica monetaria della Norges Bank.

READ  Rispondere alla segretezza e alla sofferenza del salmone a Moi – E24

Roger Bjørnstad ritiene che “l’incontro violento con l’inflazione importata” sia sbagliato perché la formazione dei salari in Norvegia ha a che fare con questo tipo di inflazione.

Vuole prestare maggiore attenzione alla situazione economica in Norvegia.

Bjørnstad ritiene che LO e NHO, attraverso il modello del soggetto in avanti, siano responsabili di concordare il livello salariale che garantisca la competitività nei confronti dell’esterno.

In questo modo, secondo il capo economista della LO, l’inflazione diminuirà da sola e non si fermerà.

La storia ha dimostrato che i partiti nella vita lavorativa si assumono la responsabilità di fissare i salari. Mitighiamo l’escalation dei salari e dei prezzi. Secondo lui questa è la ragione dietro gli alti tassi di occupazione e la bassa disoccupazione della Norvegia.

Rimani aggiornato. Ricevi la newsletter quotidiana da Dagsavisen

More articles

Latest article