Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Mette Frederiksen aveva il controllo completo. Ora tutto si è capovolto.

Tutti pensavano che Mette Frederiksen potesse trasferirsi in un nuovo stato. Poi è arrivata una minaccia da una delle parti che la sostenevano.

La custodia del visone pende su Mette Frederiksen come un’ombra. Lei stessa crede che non ci sia scandalo e che fosse giusto massacrare ogni visone. Ma il problema continua a causare problemi.

Nell’ambiente politico di Burgen, Copenaghen, si dice una cosa: quando si terranno le elezioni?

In Danimarca, il primo ministro decide quando si terranno le elezioni. L’unica condizione è che non siano trascorsi più di quattro anni dall’ultima volta. Pertanto, le elezioni devono tenersi entro il 4 giugno 2023.

Ci sono molte indicazioni che Mette Frederiksen sia sotto pressione per tenere le elezioni molto prima di allora. Forse tra qualche settimana. Sarebbe un momento che le si addice molto bene.

Quale fosse il suo potere di primo ministro potrebbe essere usato contro di lei.

Perchè sta accadendo ora?

Si tratta di un vecchio scandalo e di grandi cambiamenti nella politica danese.

15 milioni di visoni sono stati abbattuti in pochi giorni nel novembre 2020. Il primo ministro Mette Frederiksen pensa ancora che avesse ragione. Ma si scopre che le cose sono andate molto velocemente nelle curve quando è stata presa la decisione.

Ho ricevuto un avviso

Quest’estate, Mette Frederiksen ha ricevuto aspre critiche dal cosiddetto Comitato Mink. Ha ordinato l’uccisione di tutti i visoni in Danimarca nell’autunno del 2020. Il motivo è il timore che i visoni infettati dalla corona diffondano una nuova variante virale che bypassa i vaccini. Ben presto divenne chiaro che la decisione in sé non era legale.

READ  PSA: gravi violazioni dei regolamenti scoperte nelle indagini di Castberg - dà l'ordine a Equinor

L’indagine sul caso del visone non riguardava solo la pelliccia dell’animale e il virus. Ha fornito informazioni su come lavoravano Frederiksen e gli alti burocrati. Ecco perché le critiche l’hanno colpita.

Si verificano molte potenziali responsabilità. Successivamente, uno dei partiti filogovernativi, Radical Fenster, minacciò:

Stampa nuove elezioni prima dell’apertura del Parlamento dopo la pausa estiva. In caso negativo, presentiamo una mozione di sfiducia.

– È necessario un nuovo inizio, La leader del partito Sophie Carsten Nielsen ha scritto per Radikale Venstre. Il partito è liberale e ha molto in comune con il Partito liberale norvegese.

La prossima settimana il presidente del Consiglio presenterà il bilancio nazionale. Il professor Kasper Müller-Hansen dell’Università di Copenaghen ritiene che Mette Frederiksen indicherà nuove elezioni dopo. Pensa che sarà il 27 settembre. Il Parlamento norvegese inizia il 4 ottobre.

Ma il tempismo non avrebbe potuto essere peggiore per Frederiksen.

Inger Stojberg è stato condannato in tribunale per l’impeachment e ha dovuto lasciare Folketing prima di Natale. Ora ho creato un nuovo partito che probabilmente otterrà più del 10 per cento dei voti.

Ti accusa di essere solo

Durante la pandemia di Corona, Mette Frederiksen è stata vista come una leader forte ed energica. I socialdemocratici hanno ricevuto il supporto record.

– Può camminare sull’acqua. I nuovi elettori potrebbero non essere socialdemocratici. Si trattava di una lotta congiunta contro Corona, dice Hansen.

Nella primavera del 2020, i socialdemocratici avevano fino al 34% di sostegno.

Ora i sondaggi mostrano il 23 percento.

Mette Frederiksen è accusata di essere troppo autoritaria e di accumulare troppo potere in una ristretta cerchia.

READ  vacanze in europa? Queste regole corona si applicano ora - VG

– Mette Frederiksen ha preso molte decisioni difficili durante la crisi del Corona, e poi commetti errori anche quando devi partire rapidamente. Non credo si possa fare diversamente. Ma è aperto alle critiche. E le critiche sono mantenute in un posto con il Primo Ministro e la squadra che era intorno a lei. Kasper Müller-Hansen afferma che gli elettori sono bravi a punire, ma cattivi a premiare.

Questa settimana ha preso la mano destra di Mitt Frederiksen, il massimo burocrate Barbara Bertelsen, un avvertimento per il suo ruolo in Mink Affair. Comandante della Polizia Nazionale e membro del Gabinetto Era spento. In Danimarca, questo ha acceso un dibattito sul fatto che i burocrati dovrebbero pagare per gli errori.

pieno di feste

Inoltre, molti soffrono per i prezzi elevati di benzina e cibo. I sondaggi d’opinione sono miserevoli per il blocco rosso. Quindi Frederiksen potrebbe dover indire nuove elezioni.

READ  La guerra in Ucraina - pensi che Putin abbia cambiato comportamento

– Hansen dice che arriva nel momento peggiore per lei.

Allo stesso tempo, nell’arena politica stanno accadendo molte cose: alle elezioni sono in corsa fino a 15 partiti. Sia l’ex primo ministro liberale Lars Lokke Rasmussen che l’ex ministro dell’Immigrazione Inger Stojberg hanno fondato i propri partiti. Dansk Folkeparti, un partito critico nei confronti dell’immigrazione, ha la schiena rotta. Molti dei loro elettori si sono rivolti a Støjberg.

In poche settimane, il nuovo partito Danmarksdemokraterne di Stutgberg ha raggiunto l’11% nei sondaggi.

Inoltre, la parte blu ha ricevuto candidati a primo ministro. Il leader liberale Jacob Elleman Jensen si è descritto. Ma soffre nei sondaggi. Ora Soren Pape Poulsen del Partito conservatore si è registrato come candidato. Il Joker potrebbe essere l’ex primo ministro Lars Lokke Rasmussen, che non dirà chiaramente se sosterrà un blocco rosso o blu.

Come pensi che andrà?

– I sondaggi ora dicono che Frederiksen perderà. È una maggioranza blu. Ma la campagna elettorale non è ancora iniziata. I socialdemocratici sono bravi a fare campagna. Quindi non hai ancora perso. Ma Kasper Müller-Hansen dice che deve essere combattuto.