sabato, Giugno 22, 2024

Michael Cohen dice di aver rubato a Trump

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

Lunedì Michael Cohen si recherà in tribunale a New York. Fotografia: Eduardo Munoz – Reuters

L’ex avvocato di Trump, indicato come testimone reale nel caso di corruzione, ammette di aver rubato decine di migliaia di dollari all’ex presidente.

Cohen ha lavorato come avvocato e faccendiere per Trump per diversi anni e la sua testimonianza è considerata cruciale nel cosiddetto caso di corruzione.

Lunedì è stato il quarto giorno dell’avvocato sul banco dei testimoni, mentre i difensori di Trump continuavano a dipingere un’immagine di Cohen come un bugiardo in una campagna di vendetta contro l’ex presidente.

Leggi anche: Michael Cohen è un testimone della corona nel caso contro Donald Trump

Lunedì Trump e il suo avvocato Todd Blanche fuori dall’aula del tribunale. Fotografia: Michael M. Santiago/AFP/NTP

Per Trump e la sua squadra, è importante far apparire Cohen quanto più inaffidabile possibile:

Lo stesso Cohen spiega di essere stato lui a pagare 130.000 dollari all’attrice pornografica Stormy Daniels durante la campagna per le elezioni presidenziali del 2016, in cambio del suo silenzio su una presunta relazione con Trump. Questo è indicato come tangente.

READ  - Non più dominatori della terra - VG

Leggi anche: Quando Trump incontrò Stormy

Trump, che nega ogni addebito, lunedì ha chiesto al giudice di archiviare il caso.

“Non puoi permettere che questo caso finisca davanti a una giuria sulla base della testimonianza del signor Cohen”, ha detto al giudice Juan Merchan il suo avvocato, Todd Blanche.

Ha confessato il furto

Nel 2018, Cohen è stato condannato a tre anni di carcere per evasione fiscale, menzogna al Congresso e violazione della legislazione sulla campagna elettorale.

Lunedì in tribunale ha ammesso anche numerose bugie e falsità. La maggior parte era finalizzata a proteggere l’ex presidente Trump, come sostiene lo stesso Cohen.

Ha detto, tra le altre cose, di aver pagato 50.000 dollari a un’azienda tecnologica per “contrastare” Trump in un sondaggio tra noti uomini d’affari.

In effetti, Cohen ha pagato 20.000 dollari per il servizio e ha intascato il resto, ha detto lunedì alla corte.

READ  Trump ha parlato calorosamente della vedova in corsa per l'ufficio, ma non ha aiutato

Quindi hai rubato alla Trump Organization? ha chiesto l’avvocato difensore Todd Blanche.

– Sì, la risposta è stata di Cohen.

Cogen ha spiegato che questo incidente è avvenuto nel 2016, quando Trump avrebbe ridotto il bonus per le vacanze di Cohen da $ 150.000 a $ 50.000.

-Non dire “cavolo”

Anche Robert Costello, l’ex avvocato che ha assistito Michael Cohen in diverse indagini dell’FBI nel 2018, ha spiegato lunedì la sua posizione in tribunale.

Martedì continuerà la sua testimonianza.

In tribunale, Costello ha affermato che Cohen, durante un incontro dell’aprile 2018, gli aveva detto che Trump non aveva idea dei soldi per il silenzio che aveva pagato a Stormy Daniels. AP scrive.

Ciò contraddice ciò che ha spiegato lo stesso Cohen.

Tuttavia, il comportamento di Costello in tribunale ha suscitato più interesse della testimonianza stessa e si dice che abbia fatto arrabbiare molto il giudice.

Secondo l’AP e la CNN, avrebbe fatto diversi commenti durante la sua spiegazione, tra cui “stupido” e “cavolo”, e ha continuato a parlare quando gli è stato chiesto di fermarsi.

– Se non ti piace quello che decidi, non dire “Oh mio Dio”. “Non guardarmi in quel modo di lato e non alzare gli occhi al cielo”, ha detto il giudice, secondo l’Associated Press.

More articles

Latest article