Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Mio Dio! Titanic 2.0 – VG

Benjamin Talbot mostra il video che ha girato della nave come supporto sul ghiacciaio.

Benjamin Talbot ha assistito al dramma quando la Norwegian Sun ha colpito un iceberg e ha dovuto tornare a Seattle per le riparazioni.

Inserito:

Lo riferisce la CNN Che la nave si stava dirigendo verso il ghiacciaio Hubbard in Alaska quando incontrò una porzione di un iceberg, noto anche come “rombo”.

La nave ha subito danni nella parte anteriore sul lato di dritta, ma è stata ritenuta abbastanza sicura da navigare con calma verso Seattle, dove la nave ha dovuto essere riparata.

L’americano Benjamin Talbot era a bordo quando è avvenuta la collisione.

Ha filmato il fidanzamento e il video è stato condiviso più volte sui social media e ora ha oltre 30 milioni di visualizzazioni – guarda il video qui:

Nel video sentiamo Talbot dire “Oh mio Dio! Titanic 2.0».

Talbot ha detto a VG che all’inizio ha sentito solo un forte botto, come se qualcuno avesse chiuso la porta. Dice che sembrava una forte pressione sulla spalla.

– Quando ho iniziato a girare, sono rimasto scioccato dalle dimensioni dell’iceberg quando si è girato. Aveva le dimensioni di due autobus! dice VG.

Inoltre, aggiunge, il personale a bordo è stato molto rassicurante e ha reso l’intera esperienza ancora migliore.

ad AP Dice che dopo la collisione, molti degli ospiti sulla nave hanno deciso di organizzare una festa per sollevare l’umore.

Secondo la US Coast Guard, nessuno è rimasto ferito dopo l’incontro con l’iceberg.

Nave da crociera norvegese Sun al porto.

La Norwegian Sun, di proprietà della Norwegian Cruise Line, è una nave da crociera il cui porto principale era Seattle. La nave viaggia da Seattle all’Alaska e offre crociere dove i ghiacciai dell’Alaska sono, tra le altre cose, una grande attrazione. La nave è registrata alle Bahamas.

READ  Guerra in Ucraina - da tutti contro tutti, da tutti a uno

La Norwegian Cruise Line è stata fondata nel 1966 dalla Norwegian Knut Kloster, ma in seguito è stata venduta e ora ha proprietari americani.