Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Mysterious Air Force Base: rifiuta di rispondere

A metà aprile, le immagini satellitari hanno rivelato che erano in corso lavori di costruzione sull’isola di Mayon, un’isola vulcanica al largo della costa yemenita.

Le foto hanno mostrato come fosse in fase di completamento la costruzione di una base aerea con un eliporto e diversi hangar.

Poco più di un mese dopo, nuove immagini satellitari dell’isola hanno mostrato che i lavori sono quasi terminati, ma ancora nessuno ammette di averlo costruito. Secondo il Guardian.

Cambia la Terra: Google Earth ha recentemente lanciato questa funzione time-lapse. Qui puoi vedere con i tuoi occhi come gli umani hanno cambiato l’aspetto del pianeta negli ultimi 37 anni. Video: Google Earth Timelapse. Giornalista: Mary Rossland

Mostra di più

Indicando gli Emirati

Tuttavia, l’elenco dei sospetti è breve.

L’isola appartiene allo Yemen, ma le autorità yemenite riconosciute a livello internazionale accusano gli Emirati Arabi Uniti di essere dietro i lavori di costruzione.

Sono supportati da esperti indipendenti, che sottolineano il fatto che anche gli Emirati Arabi Uniti hanno già cercato di costruire una base sull’isola. Gli Emirati Arabi Uniti controllano anche un’altra isola yemenita, Socotra, al largo del Corno d’Africa.

Gli Emirati Arabi Uniti facevano parte della coalizione militare saudita nella guerra contro la milizia Houthi nello Yemen, ma si è ufficialmente ritirata nel 2020.

“Il mondo è un piccolo villaggio grazie alla stampa e tutti sanno che sei ancora nello Yemen”, ha scritto su Twitter all’inizio di questo mese Muhammad Jizan, il vice ministro dell’informazione yemenita. ifølge Medio Oriente Al Ain.

Il Guardian ha scritto che nel 2015, quando gli Emirati Arabi Uniti hanno espulso la milizia Houthi dall’isola di Mayon, hanno iniziato a operare nella base aerea per la prima volta. L’anno successivo sono iniziati i lavori per la pista di atterraggio, lunga oltre tre chilometri. Nel 2017 i lavori sono stati interrotti, per poi ricominciare a febbraio di quest’anno, secondo il quotidiano.

Di fronte a queste accuse, né le autorità centrali di Abu Dhabi né l’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Washington vogliono rispondere.

Strategicamente importante: l'isola si trova pochi chilometri a sud del punto più meridionale dello Yemen, ed è situata nell'importante stretto di Bab al-Mandab, dove il Mar Rosso incontra il Golfo di Aden.  Foto: AP / NTB
Strategicamente importante: L’isola si trova a pochi chilometri a sud dell’estremo sud dello Yemen, e si trova nello stretto di Bab al-Mandab, strategicamente importante, dove il Mar Rosso incontra il Golfo di Aden. Foto: AP / NTB
Mostra di più

Strategicamente importante

Jeremy Penny, redattore per il Medio Oriente di Jane’s, un’organizzazione di intelligence privata che pubblica riviste e libri, afferma che la presunta costruzione della base degli Emirati Arabi Uniti sull’isola potrebbe servire sia a obiettivi a breve che a lungo termine.

Questo sembra essere un obiettivo strategico a lungo termine per stabilire una presenza permanente. È possibile non solo per la guerra nello Yemen, dice Benny, ma si dovrebbe anche vedere la spedizione come un pezzo importante qui.

Per Mayon Island non si trova da nessuna parte.

conflitto: Sabato il principale giacimento petrolifero dell’Arabia Saudita è stato attaccato. Poco dopo, le accuse contro l’Iran iniziarono ad emergere. Video: AP. Giornalista: Christopher Lucas
Mostra di più

La piccola isola si trova pochi chilometri a sud del punto più meridionale dello Yemen, nello stretto di Bab al-Mandab, strategicamente importante. Qui il Golfo di Aden incontra il Mar Rosso. A nord, il Canale di Suez collega il Mar Rosso con il Mar Mediterraneo.

La rotta marittima è estremamente importante per il commercio globale e circa il nove percento di tutto il petrolio delle petroliere passa attraverso lo stretto. ifølge Medio Oriente Al Ain.

Questo è in realtà in linea con il modo in cui gli Emirati Arabi Uniti hanno operato negli ultimi anni, dice a Dagbladet Joe Jacobsen, esperto di Medio Oriente e professore presso NTNU.

– La chiave di tutto

Dice che gli Emirati Arabi Uniti hanno “agito sempre più come una superpotenza regionale” negli ultimi anni. Jacobsen afferma che il paese ha un’economia forte e “interessi commerciali e geopolitici molto forti” nella regione in questione.

Forti interessi economici portano all’interesse geopolitico. Oltre agli interessi finanziari nel commercio e nella navigazione, gli Emirati Arabi Uniti hanno effettuato investimenti significativi nelle aree portuali della regione, afferma Jacobsen.

Il professore ritiene che oltre a garantire i propri interessi finanziari, gli Emirati Arabi Uniti abbiano anche altri motivi per costruire la base.

Sultanato dell’Oman: Il “Fronte Altair” è stato attaccato nel Golfo di Oman nel 2019. Video: Associated Press
Mostra di più

Il controllo, essendo un giocatore in questo campo, è importante per gli Emirati. È importante monitorare e rispondere a qualsiasi minaccia. Gli Emirati Arabi Uniti non vogliono che ci siano certi tipi di gruppi, islamisti, per controllare questa regione, perché la minaccia alla sicurezza per gli Emirati sarà maggiore. Con una presenza militare nell’area, vogliono tenere sotto controllo quella che vedono come una minaccia alla sicurezza.

Jacobsen afferma che la pace in questa regione serve anche gli interessi norvegesi e sottolinea che la Norvegia ha molti interessi economici nel mantenere la rotta di navigazione aperta e sicura.

Per le spedizioni norvegesi, queste aree sono la chiave di tutto. Per la Norvegia, è importante che questo rischio per la sicurezza sia posto sotto controllo, e quindi anche la Norvegia è stata militarmente presente in queste aree, in collaborazione con l’Unione Europea e la NATO, per garantire la circolazione delle navi, afferma il professore.

Questa è la lotta

Mentre l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti sostengono le autorità yemenite riconosciute a livello internazionale nella guerra civile in Yemen, l’Iran sostiene la milizia Houthi.

La guerra civile è iniziata nel 2014 quando la milizia Houthi ha preso il controllo della capitale yemenita e della sua città più grande, Sanaa, e ha chiesto le dimissioni del presidente Abd Rabbu Mansour Al-Radi.

Immagini potenti: Bambini malnutriti negli ospedali dello Yemen. Queste sono le immagini che si stanno diffondendo in tutto il mondo come risultato agghiacciante dei conflitti in corso della Guerra Civile. Foto: NTB. Clip: Endre Vellene / Dagbladet
Mostra di più

Il governo si è dimesso ed è fuggito, e nel 2015 gli stati del Golfo, guidati dall’Arabia Saudita, hanno attaccato la milizia Houthi. Quindi Hadi tornò nella città di Aden nello Yemen.

Da allora, più di tre milioni di persone sono state costrette a fuggire e la guerra ha causato quella che le Nazioni Unite descrivono come la peggiore crisi umanitaria del mondo del nostro tempo.

Secondo l’NTB, l’Armed Conflict Location and Events Data Project (ACLED) stima che più di 112.000 persone siano state uccise durante la guerra.

READ  Ine Eriksen Søreide si è occupata del caso "Very Repulsive" di Frode Berg - VG