Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Nessuna azienda vuole questo – E24

Il tribunale fallimentare di New York ha tenuto la sua prima udienza dopo che SAS ha presentato istanza di protezione dal fallimento. Lungo il percorso, il quadro SAS è stato messo in atto durante il processo, mentre il giudice ha suscitato risate tra gli avvocati.

Il giorno dopo lo sciopero di oltre 900 piloti SAS, la direzione SAS ha presentato istanza di protezione dal fallimento negli Stati Uniti.
Inserito:

La prima udienza del processo SAS Chapter 11 si è svolta giovedì pomeriggio presso il tribunale fallimentare del distretto meridionale di New York.

Questo è l’inizio ufficiale del processo di protezione dal fallimento, poiché SAS prevede di implementare il piano di risparmio SAS Forward.

Già in prima linea, lo studio legale Weil, Gotshal & Manges LPP, che sta assistendo SAS nel processo, può dire che lo studio ha circa 700 milioni di dollari, l’equivalente di sette miliardi di corone, in contanti.

Durante l’udienza in tribunale, una serie di proposte sono arrivate dallo studio legale Weil, Gotshal & Manges LPP, che sta assistendo SAS nel processo. Queste proposte si basano su ciò per cui la SAS potrebbe spendere soldi per continuare l’attività come al solito proteggendo l’azienda dal fallimento.

Le proposte includevano punti sul fatto che il programma Eurobonus per i clienti dovrebbe continuare, pagare il carburante e pagare ai dipendenti ciò che l’azienda deve loro, solo per citare alcune delle dodici proposte avanzate.

La maggior parte delle proposte era completamente a favore del giudice, mentre in alcuni punti ha scelto di apportare piccole modifiche. Ad un certo punto, ha annunciato che avrebbe cancellato parte del suo spettacolo, cosa che ha fatto ridere l’avvocato.

– Mi aspettavo davvero che lo dicessi. L’avvocato ha detto che ho sottolineato questo punto nel mio documento.

READ  Processo di tornitura in Cina - E24

Il CEO di SAS Anko van der Werf ha dichiarato in una dichiarazione che le decisioni del giudice assicurano che la società continuerà le sue operazioni come al solito quando inizierà il processo di ristrutturazione negli Stati Uniti.

Rimaniamo concentrati nel fornire ai clienti il ​​servizio a cui sono abituati, aumentando al contempo i nostri sforzi per implementare il nostro piano completo di trasformazione SAS Forward, afferma van der Werf.

Accettazione da parte del giudice

L’udienza, durata un’ora e mezza, ha contenuto in gran parte spiegazioni e discussioni sui punti, ma quando il programma Eurobonus, tra l’altro, è stato al centro dell’attenzione, il giudice ha improvvisamente preso la parola.

– Ho un piccolo caso speciale da portare. Un vecchio amico di mia moglie mi ha detto che presto avranno un biglietto con SAS. Pensano che sia stato divertente dirmelo quando hanno scoperto che sarei stato il giudice del caso. Il giudice Michael E. Wells: “Non ho alcun interesse per questo viaggio, ma lo dico per mostrare apertura”.

– Non un caro amico, ha chiesto un avvocato, che ha ottenuto una risposta che non era un avvocato fallimentare e che non avrebbe dovuto dire nulla.

Inoltre, quando è stata discussa la collaborazione di Star Alliance SAS come parte di, i giudici hanno escogitato un piccolo aneddoto quando stava per dire loro cosa pensava della proposta.

– Sono stato in alcuni viaggi nella mia vita in cui ho dovuto prendere il mio bagaglio, per poi tornare a controllarlo di nuovo. Non è qualcosa che voglio pretendere dagli altri. Quindi per me va benissimo, disse il giudice Wales.

Continua a leggere E24+

Tempo dopo il norvegese: – La cosa più pesante che abbia mai avuto al lavoro

Completo, costoso e invadente

Martedì, si è saputo che SAS in crisi e un certo numero di filiali della società avevano presentato istanza di protezione dal fallimento negli Stati Uniti per garantire la continuità delle operazioni. Protezione dal fallimento significa che nessun creditore può richiedere indietro i propri soldi o intentare una causa fallimentare SAS fintanto che la società è protetta. Negli Stati Uniti si chiama “Capitolo 11”.

READ  Le condivisioni sui social media fanno crollare Wall Street: le condivisioni Snap sono in calo di quasi il 40%.

Nessuna azienda vuole sottoporsi al processo del Capitolo 11 a meno che non sia assolutamente necessario, afferma Stine Dalenhag Snertingdalen, avvocato e partner di Kvale.

Leggi anche

SAS sostiene che propone un contratto collettivo decennale: – È difficile negoziare il diritto di sciopero per dieci anni

Snertingdalen, specializzato in ristrutturazioni e fallimenti, afferma che il processo è ampio e costoso, oltre che invadente per l’azienda.

– Il processo del Capitolo 11 è in qualche modo simile al processo norvegese di protezione e ricostruzione dai fallimenti, entrato in vigore a maggio 2020. Ma il processo del Capitolo 11 statunitense è più flessibile e solido e offre a un grande gruppo internazionale l’opportunità di ottenere soluzioni complete che siano rispettato dai creditori di tutto il mondo, come dici tu.

Secondo Snertingdalen, quando le grandi aziende come SAS lo fanno, è perché non hanno tutti gli azionisti con sé per la soluzione che vogliono ottenere, o vogliono fermare la domanda di una minoranza di creditori che cerca di promuovere crediti al a spese degli altri.

Esperto: Stine Dalenhag Snertingdalen è stato nominato dal Dipartimento di Giustizia membro del consiglio fallimentare.

Il processo del Capitolo 11 può aiutare a creare una soluzione per SAS che sia migliore per i creditori che se la società fallisse. L’avvocato afferma che i creditori voteranno sulla proposta e una minoranza non sarà in grado di fermare una soluzione per SAS che la maggioranza dei creditori desidera.

La SAS sarà in grado di continuare l’attività come al solito mentre il processo continua e un tribunale negli Stati Uniti non accetterà la presentazione di nessuna delle società coperte dal processo di fallimento del Capitolo 11 da parte di creditori in altri paesi, continua Snertingdalen.

READ  La Russia taglia anche le forniture di gas all'Italia - documento

Martedì, il tribunale fallimentare di New York ha stabilito che tutte le 14 società del gruppo SAS che hanno richiesto la protezione dal fallimento saranno trattate nello stesso caso.

Tutte le parti devono essere curate

L’avvocato Stine Dalenhag Snertingdalen paragona l’operazione Capitolo 11 a un trattamento medico per un paziente gravemente malato.

– Mentre la società subisce tale trattamento, calma l’approccio del creditore a lavorare sul recupero. Il capitolo 11 dell’operazione contiene anche alcuni farmaci e strumenti chirurgici che possono essere utilizzati per aiutare l’azienda a riprendersi. È così che funziona la protezione dai fallimenti e la ricostruzione della Norvegia, dice.

È importante ricordare che il punto di partenza del processo del Capitolo 11 è sempre che i creditori usciranno meglio che in un vero e proprio fallimento. Snertingdalen continua dicendo che il giudice deve prendersi cura degli interessi di tutte le parti.