Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Netflix risolve i sottotitoli errati – Tek.no

Ti consente di impostare la dimensione e il colore su tutti i dispositivi.

Niklas Blake, Tek.no

Nicola Blake

I dialoghi negli spettacoli televisivi e nei film sembrano diventare più difficili da ascoltare e la necessità di sottotitolare non è mai stata così grande.

Netflix ha navigato un po’ indietro sul fronte dei sottotitoli non consentendo agli utenti di regolare l’aspetto dei sottotitoli direttamente sulla TV, che è dove vengono guardati la maggior parte dei film e delle serie.

La possibilità di impostare i sottotitoli è ora disponibile a livello globale per tutti gli utenti.

Come impostare i sottotitoli

D’ora in poi, sarai in grado di regolare la dimensione del testo (piccolo, medio o grande) e cambiare il colore del testo, il colore del carattere e se vuoi o meno ombre sotto il testo. E puoi fare tutto bene in TV, con un’anteprima continua mentre ti regoli.

Come accennato, il fatto che tu possa regolare i sottotitoli non è davvero una novità, perché Netflix ti ha permesso di risolverlo da solo per diversi anni. Ma in passato dovevi apportare le modifiche nel browser del tuo PC per poter vedere le modifiche sulla tua TV.

Con la funzione di regolazione spostata direttamente sul televisore, molti probabilmente trarranno vantaggio da questa opportunità.

Diventa sempre più difficile ascoltare ciò che viene detto

Che molti norvegesi mettano i sottotitoli su Netflix, dove la maggior parte dei contenuti è in inglese o in altre lingue straniere, potrebbe non essere così strano. Può essere utile per capire cosa viene effettivamente detto o come una sorta di conferma che hai sentito bene.

Ma anche negli Stati Uniti, dove i contenuti in lingua inglese sono per lo più guardati da anglofoni, hanno visto un aumento esponenziale degli utenti che attivano i sottotitoli. Sondaggio condotto da Preply, riprodotto in precedenza il bordo, che il 50% degli americani ha guardato contenuti televisivi con i sottotitoli. Il numero sale al 62% quando si tratta solo di servizi di streaming e al 70% quando si guarda solo agli utenti della Gen Z.

READ  L'utente lo incontra per la prima volta

Non da solo

Forse il fatto che Netflix stia finalmente permettendo agli utenti di modificare i sottotitoli direttamente sulla propria TV è una risposta a un’esigenza degli utenti, ma potrebbe anche essere un segnale di una crescente concorrenza. Per attori come Disney Plus e HBO Max, questa funzionalità è già disponibile da tempo per i propri utenti.