Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Non siamo molto ambiziosi – E24

– Non siamo molto ambiziosi – E24

In un'intervista al Financial Times, il gestore del fondo petrolifero ha descritto una chiara differenza di mentalità tra Europa e Stati Uniti.

Pubblicato: Pubblicato:

Secondo un gestore di fondi petroliferi norvegesi, l’Europa è meno laboriosa, meno ambiziosa, meno avversa al rischio e più regolamentata degli Stati Uniti. Lui scrive Financial Timesche ha intervistato Nikolai Tangin.

Tangen dice al giornale che è “preoccupante” che le aziende americane stiano sovraperformando i loro concorrenti europei in termini di innovazione e tecnologia, facendo sì che le azioni statunitensi abbiano performance molto migliori.

-C'è un problema mentale quando si tratta di accettare errori e rischi. In America, se fallisci, hai una seconda possibilità. Ho finito con l'Europa, dice Tangen.

Tangen afferma che esiste una differenza nel livello generale di ambizione tra Europa e Stati Uniti.

-Non siamo molto ambiziosi. Devo stare attento quando parlo di equilibrio tra lavoro e tempo libero, ma gli americani lavorano di più, dice al Financial Times un manager di fondi petroliferi.

Norme più stringenti

A Tangen è stato anche chiesto se lui e coloro che lavorano al fondo petrolifero fossero preoccupati per l’esito delle elezioni presidenziali americane previste per il prossimo autunno, che si svilupperanno tra Donald Trump e il presidente in carica Joe Biden.

Tangen risponde a questa domanda con un “sì”, ma aggiunge che probabilmente non dovrebbe dire molto al riguardo.

-Investiamo solo in buone società americane a lungo termine. Non avrà alcuna implicazione sul modo in cui allocheremo il nostro capitale. Aggiunge: Abbiamo quasi la metà delle nostre attività negli Stati Uniti e continueremo a investire negli Stati Uniti.

READ  Notizie, soldi | Tutti sono rimasti sorpresi: ora la corona sta salendo molto rapidamente

Le sette maggiori società tecnologiche statunitensi, soprannominate le “magnifiche sette” – Amazon, Alphabet, Apple, Meta, Microsoft, Nvidia e Tesla – rappresentano quasi il 12% delle partecipazioni azionarie.

C'è una ragione per cui c'è una tendenza “il vincitore prende tutto” con i progressi dell'intelligenza artificiale, dice Tangen al giornale.

Il gestore del fondo petrolifero afferma che gli amministratori delegati statunitensi si sono lamentati di quanto sia difficile fare affari in Europa a causa delle rigide normative.

– Non sto dicendo che sia una buona cosa, ma negli Stati Uniti c'è molta intelligenza artificiale e nessuna regolamentazione, mentre in Europa non c'è intelligenza artificiale e molta regolamentazione. È interessante, dice Tangen.

Leggi anche

La scatola è quasi più grande della sua

Leggi anche

Tutti gli invitati hanno concordato con Tangen: – Questa è una lista dei sogni

Leggi anche

Il fondo petrolifero mantiene segreto il dialogo di Elon Musk