Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Non vedo l’ora di trasferirmi qui

Jonas Svensson è diventato padre di una bambina.

Il 28enne di Verdal crede che il ruolo di padre gli andrà bene. Sono turbato e devo fare qualcosa, preferibilmente qualcosa che abbia senso per me. Essere padre è una di quelle cose.

– Ora mi alleno da una settimana. Ho provato e contribuito il più possibile. C’era così tanto divertimento, cambi di pannolini e servizi. Questo è qualcosa che penso mi piacerebbe molto.

Questo è ciò che il nuovo padre Jonas Svensson ha detto ad Adresseavisen. Verdalingen dice che la vita di padre gli dà un senso nella vita di tutti i giorni:

– Non sono una persona a cui piace sdraiarsi sul divano e guardare le serie TV. Mi sento ansioso e ho bisogno di qualcosa da fare, preferibilmente qualcosa che abbia senso per me. Essere padre è una di quelle cose.

È noioso non essere lì

Ci sono voluti nove giorni prima che incontrasse sua figlia. Quando è arrivata la pausa per la nazionale, il 28enne ha detto a Ståle Solbakken che voleva dare la priorità al suo primo incontro con suo figlio rispetto alle tre partite delle qualificazioni ai Mondiali.

Era noioso non essere presente durante e dopo il parto. Voglio essere parte di ciò che accade. Ma fortunatamente abbiamo FaceTime nel 2021. Ha reso tutto molto più semplice.

Svensson dice di aver seguito la nascita attraverso FaceTime.

Svensson dice che non vede l’ora che Lilly e Marthe si trasferiscano presto in Turchia.

Quando ha parlato con Adresseavisen lunedì pomeriggio, era di nuovo in Turchia. Tra poche settimane, la convivente Marthe Oesen e il bambino si trasferiranno ad Adan, dove ora vive Svensson.

READ  Più di 1.000 immigrati a Lampedusa

– Sono già un regista. Andrà bene. Non vedo l’ora di iniziare una nuova vita quotidiana. Il piano è che viaggino molto in Norvegia, ma sarebbe bello se vivessero qui. Dice che mi sono innamorato del bambino.

Meglio finanziariamente qui

Sono passati solo due mesi da quando era pronto per la neopromossa Adana Demirspor. Ora vive nella quinta città più grande della Turchia (1,7 milioni di abitanti) ed è diventato compagno di squadra, tra gli altri, di Mario Balotelli.

– Il motivo principale per cui ho scelto Adana e la Turchia è perché volevo provare qualcosa di nuovo. Volevo nuove sfide, e ora che il mio contratto con l’AZ Alkmaar è scaduto, sono a un bivio, dice.

L’alternativa era un prolungamento del contratto con il club olandese, con cui ha giocato da quando è passato dall’RBK nel 2017. C’è stato anche interesse da parte di altri club – e Svensson dice che potrebbe essere qualcosa di molto diverso anche dalla Turchia, ma:

– Adana è un club di scommesse di una grande città con un buon potenziale. Hanno anche un nuovo stadio e tanti tifosi. È una cultura completamente nuova e un nuovo campionato, e penso che potrebbe essere buono da un punto di vista sportivo. Inoltre, è meglio finanziariamente qui. È stato anche uno dei fattori che ha mostrato l’interesse di Adana per me per molto tempo. Mi sono sentito molto desiderato qui. Mi ha dato una bella sensazione.

Nove giorni dopo il parto, Jonas Svensson ha incontrato la piccola Lily a Trondheim. C’erano molti giri in risciò intorno a Lerkendale.

Svensson dice che sta bene al club turco. Ho già provato alla fermata dell’autobus. Samt Aibaba è stato espulso dopo che la squadra non ha vinto nessuna delle prime tre partite.

READ  Thorsby dice addio al "modello": - Molto decisivo

Ora l’italiano Vincenzo Montella è al suo posto come nuovo allenatore. Il 47enne ha visitato club come Empoli, Genoa, Sampdoria, Roma e Fulham durante la sua carriera calcistica. Ha giocato anche per la nazionale italiana. Da allenatore ha guidato, tra gli altri, Roma, Fiorentina, Sampdoria, Milan e Siviglia. Ora è il nuovo allenatore di Svensson.

– Capisco che qualcuno possa pensare: beh, lui va per i soldi. Ma tutti quelli che mi conoscono sanno che non è vero. In effetti, ho pensato che Adana fosse irrilevante la prima volta che ho sentito parlare del vantaggio, ma quando ho capito quanto lo volevano, ho dovuto verificare cosa potevano offrire, sia matematicamente che finanziariamente.

Verdalingen non vuole dire quanto sta meglio finanziariamente in Turchia che nei Paesi Bassi. Ha firmato un miracolo con un contratto di tre anni.

– Penso che sia Harry che parla di soldi. Non è stata questa la forza trainante della mia scelta della Turchia.

Leggi anche

Capo RBK sul giocatore che ha mancato: – Eravamo con e ci abbiamo provato

– Impossibile rispondere

Sebbene il 28enne sogni da diversi anni all’estero, ha il desiderio di contribuire ancora una volta a RBK:

– Se ciò accade, è impossibile rispondere. Non dipende solo da me. Ma penso che sia fantastico guardare RBK giocare ora. Hanno portato alcuni giovani giocatori sani. Se sono molto motivato e abbastanza bravo, e RBK mi vuole, non nascondo che voglio contribuire ancora al club.

– Quando ti trasferirai di nuovo a casa di Trøndelag?

– Nulla è stato deciso, ma ho sentito altri genitori di calcio dire che spesso va bene vivere in Norvegia quando i bambini iniziano la scuola. Dobbiamo considerare un piccolo progresso.

READ  La polizia indaga sulle minacce contro Papa Francesco

Dopo la sua carriera calcistica, Svensson ha intenzione di studiare. Ma cosa accadrà è ancora incerto.

– Non ci sono quasi studi durante il mio soggiorno in Turchia. Sebbene ci siano studi online, probabilmente riceverò qualcosa che richiede la frequenza. Adesso è un po’ lontano.

Ma prima, il calcio turco e la vita da padre di bambini sono ciò che attende verdalingen.