Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Omicron – il medico che ha dato l’allarme:

NEW YORK (Dagbladet): La nuova variante del virus sta ora diffondendo incertezza e paura in tutto il mondo. Gli esperti non sanno ancora quanto sia pericoloso, ma l’Unione Europea, il Regno Unito, Israele, gli Stati Uniti e l’Australia hanno già imposto restrizioni all’ingresso dai paesi del Sud Africa.

Allo stesso tempo, sono stati registrati casi della nuova variante in molti paesi, tra cui Regno Unito, Italia, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Hong Kong e Israele. Le autorità danesi sospettano che almeno due persone, tornate di recente da un viaggio in Sudafrica, siano state infettate da Omicron.

La dottoressa sudafricana e leader dell’Associazione medica del Paese, Angélique Coetzee, è stata la prima a lanciare l’allarme su una potenziale nuova alternativa. Lo racconta il quotidiano britannico telegrafo Su come i pazienti sono arrivati ​​nella sua clinica a Pretoria con sintomi insoliti ma lievi di corona.

festa di compleanno: Vai alla tavola di Natale? Hai la febbre? Se la risposta a entrambe le domande è “sì”, forse dovresti riconsiderare la prima domanda. Questa è l’opinione del vicedirettore della sanità Espen Rostrop-Nakstad.
Mostra di più

– molto bello

I suoi pazienti erano giovani di diversa estrazione etnica e soffrivano di un grave esaurimento. Uno dei suoi pazienti, un bambino di sei anni, aveva una frequenza cardiaca molto alta. Nessuno dei pazienti ha avuto una perdita del gusto o dell’olfatto.

I loro sintomi erano molto diversi e molto lievi rispetto a quelli che ho trattato prima, racconta al giornale il medico esperto.

Il 18 novembre una famiglia di quattro persone è risultata positiva al coronavirus. Tutti erano completamente esausti, e fu allora che Coetzee fece rapporto al Comitato sudafricano per i vaccini.

READ  Biden promette di raddoppiare il contributo degli Stati Uniti al finanziamento del clima

Dice di aver avuto più di due dozzine di pazienti, che sono risultati positivi ai sintomi della nuova variante. La maggior parte di loro erano uomini sani che “si sentivano molto stanchi”. La metà dei pazienti non è stata vaccinata.

– polso alto

– Abbiamo avuto un caso molto interessante con un bambino di sei anni che aveva la febbre e il polso molto alto. Mi chiedevo se dovevo metterlo. Ma quando l’ho seguito due giorni dopo, è andato molto meglio, ha detto Coetzee a The Telegraph.

alternativa: Il direttore dell’FHI Frode Forland afferma che una nuova variante del coronavirus dal Sudafrica potrebbe essere un diverso tipo di preoccupazione. Video: Figard Krueger. Giornalista: Johannes Feld.
Mostra di più

Sabato ha condiviso la sua esperienza con altre organizzazioni mediche in Africa. È particolarmente preoccupata per come la nuova variabile influenzerà gli anziani, quelli con condizioni di base come il diabete o le malattie cardiache.

Quello di cui dovremmo preoccuparci ora è che le persone anziane e non vaccinate siano infettate dalla nuova variante. Coetzee stima che se le persone non vengono vaccinate, vedremo molte più persone con un decorso pericoloso della malattia.

Solo circa il 24 percento della popolazione in Sudafrica è stato vaccinato, rispetto a circa il 70 percento in Norvegia.

formula di preoccupazione

L’Organizzazione Mondiale della Sanità descrive la nuova variante corona omicron come una variante preoccupante. I ricercatori sono preoccupati che il virus mutato si diffonda più velocemente e che i vaccini non siano efficaci.

Il professore e microbiologo dell’Università di Tromsø, Organ Olsvik, ritiene che attualmente non vi sia alcun controllo sul fatto che i nostri vaccini funzionino contro la nuova variante della corona sia pericoloso.

READ  Medicina / salute, malattia | Il contagio è in aumento prima che la Danimarca continui a riaprire

Secondo il primo sequenziamento, la nuova variante contiene fino a 32 mutazioni del gene spiky. Questo è molto. Olsvik ha detto a Dagbladet che la variante delta e alfa, ad esempio, hanno solo due e tre mutazioni in questo gene.