Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

OnePlus ha lanciato un nuovo modello: Tek.no.

OnePlus ha lanciato un nuovo modello

OnePlus 10 Pro uscirà in anticipo con un nuovo schermo e una ricarica super veloce.

Ecco come appaiono le due varianti di OnePlus 10 Pro lanciate finora.  Per ora il telefono arriverà prima in Cina, ma tra qualche mese probabilmente arriverà anche qui.

Dopo Apple e Samsung, OnePlus è probabilmente il più importante fornitore di telefoni cellulari costosi in Norvegia, e ora hanno lanciato il loro ultimo modello, OnePlus 10 Pro, che ha ricevuto un design completamente nuovo.

Le varianti telefoniche in offerta ora sono disponibili in nero e verde e inizialmente andranno in Cina. Arrivano finalmente nel resto del mondo. Poi ci saranno alcuni dei migliori telefoni Android in vendita qui, con l’ultima generazione di hardware interno e una ricarica super veloce.

Leggi anche

OnePlus annuncia un nuovo modello di punta

Sul fronte della ricarica, i telefoni promettono rispettivamente una ricarica cablata da 80 W e il caricabatterie è incluso, a differenza di Apple e Samsung. È la ricarica più veloce di OnePlus fino ad oggi, mentre la ricarica wireless rimane a 50 W, che aveva anche per OnePlus 9 Pro. Tuttavia, richiede un caricabatterie wireless proprietario separato dello stesso produttore. La normale ricarica wireless secondo lo standard Qi è notevolmente più lenta (fino a 15 W), ma può anche essere utilizzata.

Un aggiornamento importante dai modelli OnePlus di oggi è lo schermo. C’è un cosiddetto display LTPO 2.0 trovato in OnePlus 10 Pro. Più corto probabilmente significa una migliore durata della batteria. Ciò che la tecnologia farà è consentire al telefono di controllare esattamente quanti fotogrammi al secondo verranno visualizzati, tra 1 e 120. Pertanto, una porzione fissa di testo potrebbe richiedere pochissimo, mentre la grafica in rapido cambiamento può sfruttare appieno lo schermo.

La maggior parte di noi ha un atteggiamento rilassato quando si tratta di dipingere un’immagine di noi stessi. La tecnologia arriva da Samsung e, con Xiaomi, OnePlus è tra i primi a utilizzarne questa nuova versione. Il Galaxy S21 e il Galaxy Note 20 avevano entrambi versioni precedenti di display LTPO.

OnePlus 10 Pro è apparso in un vetro verde opaco o nero opaco. La finitura era disponibile anche sulla serie OnePlus 9. Finora non sono state rilasciate più colorazioni, ma è lecito chiedersi se alla fine potrebbero apparire di più, considerando che la versione precedente era disponibile in un numero relativamente elevato di colorazioni e finiture differenti – dove forse il colore dello specchio era più chiaro.

La configurazione della fotocamera sul retro è cambiata in modo significativo. Dove prima c’era un focus su due obiettivi sul retro, ora c’è un urto della fotocamera che ricorda il crossover tra Apple e Samsung. È più quadrato e contiene quattro cerchi, tre dei quali sono telecamere. Le scommesse rimangono quasi le stesse. È il normale grandangolo e ultragrandangolare che ha ricevuto l’hardware più potente, mentre la fotocamera con zoom appare principalmente come un ripensamento con un instabile 8MP.

La fotocamera principale ha esattamente le stesse specifiche dell’anno scorso, con 48 MP e un’ampia diapositiva da 1/1,43″. Qui c’è un laser per aiutare a mettere a fuoco e un vetro stabilizzato per aiutare quando è buio. Il sensore è in realtà più piccolo dell’anno scorso, con 30 percento di pixel in meno. , ma ancora 50 megapixel, Samsung, che ha realizzato il sensore, promette comunque di fornire prestazioni solide nonostante le sue dimensioni.

Continua la collaborazione con il produttore di fotocamere Hasselblad. Nel round precedente si trattava principalmente di profili colore, e anche ora ci sono quelli menzionati ora, quindi mostrerà quanto, se del caso, sono evidenti sulla qualità dell’immagine stessa.

Per molti versi, OnePlus 10 è simile al suo predecessore. Il movimento, ad esempio, è più o meno lo stesso, con una differenza di meno di un millimetro in tutte le direzioni. Lo schermo è di 6,7 pollici lo stesso dell’anno scorso e offre una luminosità massima di 1.300 nit, la stessa dell’anno scorso. Risoluzione come prima (1440p), storage veloce (USF 3.1) e 8 o 12 GB di RAM come prima.

Tuttavia, il telefono è stato rilasciato come uno dei primi con il nuovo chipset Snapdragon 8 Gen1, che segue il processore Snapdragon 888 dell’anno scorso. Ciò significa che il telefono deve essere più veloce in ogni modo. Alcuni core di processore offrono prestazioni più veloci del 20%, pur essendo in grado di utilizzare il 30% in meno di energia rispetto al loro predecessore. La parte grafica del processore dovrebbe essere significativamente più veloce ed efficiente.

Potenza e velocità non sono comunque una cattiva combinazione considerando che OnePlus 10 Pro verrà fornito con una soluzione di raffreddamento che ha una superficie molto ampia all’interno del telefono. Il risultato dovrebbe essere meno calore e migliori prestazioni durante l’uso. Tuttavia, OnePlus vanta una funzione Hyperboost. Blocca le prestazioni dei giochi di blocco per i giochi, quindi potrebbe essere interessante vedere se OnePlus 10 Pro diventa anche un po’ più caldo nei giorni più freddi con la funzione attivata.

I telefoni OnePlus, così come molti altri modelli cinesi, vengono solitamente lanciati prima per il mercato interno cinese. I cinesi possono acquistarlo in anticipo per la vendita tra il lancio di ieri e l’inizio delle vendite di domani. In questo paese, non si sa esattamente quando apparirà, ma nel frattempo, il software verrà cambiato dal sistema operativo a colori gratuito di Google in Cina alla variante globale OxygenOS fornita con l’App Store e i servizi a cui siamo abituati qui. la montagna.

In termini di prezzo, il modello più semplice parte da 6500 NOK in Cina, ma i modelli cinesi tendono ad essere relativamente bassi nel mercato interno e i loro prezzi sono leggermente più alti nei mercati occidentali. OnePlus 9 Pro costava poco meno di 10.000kr quando è arrivato in Norvegia, e con l’attuale situazione di approvvigionamento probabilmente penseremmo che il 10 Pro inizierà un po’ più in basso.

READ  Lenovo ha fino a 28 ore di autonomia su un nuovo laptop