Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ora Berlusconi vuole essere presidente – VG

Le elezioni presidenziali del nuovo anno potrebbero innescare una crisi del governo italiano e nuove elezioni.

Questo è un commento. Il commento esprime l’atteggiamento dello scrittore

Per tutti i dieci mesi la politica italiana è stata quasi normale. Il paese ha un governo ben funzionante, un’opposizione costruttiva e un primo ministro che non è stato accusato.

Ecco perché era così silenzioso nelle nostre colonne. C’era poco da scrivere.

Anche Berlusconi si è comportato. Non solo quello; 85enne condannato per frode Si è comportato come un politico di alto livello.

Ha smesso di inseguire le ragazze, ha parlato comprendendo l’importanza della cooperazione europea e ha respinto le proposte populiste dei suoi partner di estrema destra La Lகாga e Fradelli d’Italia (fratelli d’Italia).

Una nuova responsabilità è ricaduta sull’ex presidente del Consiglio, noto per aver ascoltato fino in fondo i toni dei tempi.

Ritorna: Silvio Berlusconi.

A febbraio Mario Draghi, 74 anni, ex presidente della Banca centrale europea, è stato costretto a rovesciare gli uffici del governo a Roma dai suoi vecchi alleati, Giuseppe Conte (57).

Draghi è riuscito nell’impresa politica di unire ali incompatibili; Aveva contraddizioni ideologiche nell’accettare un bilancio statale e nel fare reciproche concessioni al punto da garantire la pace del forte – quindi la capacità di governare.

L’Italia non sapeva nulla dei governi di coalizione.

Ma il gabinetto di Mario Tracy di populisti di destra, conservatori moderati, liberali e socialdemocratici tradizionalmente di centrodestra e due socialisti di sinistra del movimento Lega e Cinque Stelle è un progetto piuttosto unico.

Perché entrambi sono stati in grado di collaborare e di gestirsi senza intoppi.

La vita media del governo italiano è di 13 mesi. Dal 1946 ce ne sono stati 67. Uno è durato solo quattro mesi. L’Italia ha 30 primi ministri negli ultimi 75 anni. Silvio Berlusconi è seduto da più tempo in nove anni e 54 giorni in totale.

READ  Questa canzone rock può vincere l'intero Eurovision Song Contest nel 2021 - Ascolta con Moonlight «GT E Pooni» - Rockman

Nel nuovo anno scade il mandato di Sergio Matterella (80). La questione di chi verrà dopo il capo di Stato più rispettato d’Italia è una questione del tutto aperta.

Perché il candidato “no” è pronto, ma “tutti” sanno chi si trova in mezzo.

Berlusconi con Mario Tracy.

La scelta ovvia è Mario Draghi.

È già un politico motivato, conosciuto sulla scena internazionale e ha dimostrato di padroneggiare il gioco politico senza alcun background di partito. È commestibile in tutti i campi e può essere selezionato proprio come lui.

Quest’ultimo è importante perché elegge rappresentanti della camera bassa, del Senato e 58 rappresentanti regionali – per un totale di 1009 elettori – per eleggere il presidente del Paese.

L’elezione è segreta e confusa, simile alla convenzione che nomina un nuovo papa. Vota fino a quando non si raggiunge l’accordo.

Nel 1971, Giovanni Lyon fu eletto dopo 13 turni. I cardinali che nel 2013 hanno nominato il santuario di Gesù Cristo hanno avuto bisogno di solo cinque persone per trovare papa Francesco.

Ma se Troy diventa presidente, naturalmente si dimetterà da primo ministro. L’attuale piano del governo dipende dalle sue capacità di costruttore di ponti. Ci sono diverse importanti riforme in cantiere. Non saranno accettati se il gabinetto di Drake è sospeso.

Dalle dimissioni di Silvio Berlusconi nel novembre 2011, l’Italia ha avuto sei diversi primi ministri e sette governi. Poiché i risultati elettorali del 2013 non hanno fornito chiare alternative amministrative, il tratto comune a tutti è stato paralizzato.

Cambiamenti di alleanze, vecchi odi e opportunisti da diversi settori della politica, come Renzi e Salvini, hanno creato un ambiente favorevole al consenso e alla volontà di collaborare.

READ  Schleigergarden lo fa in italiano

Tutti i sondaggi suggeriscono che le nuove elezioni daranno al centrodestra un vantaggio risicato, ma non abbastanza per allontanare il caos.

Continuare a leggere

Berlusconi vuole che Supermario sia primo ministro

In una situazione del genere Mario Draghi è il presidente del Consiglio perfetto. Perché nessuno dubitava che avesse motivi diversi dai migliori del paese.

Non ha debiti politici con nessuno e non è in nessuna lista per essere rieletto. Ha rifiutato lo stipendio del Primo Ministro perché è un ex governatore della banca centrale che riceve una pensione statale o una pensione solida.

L’impressionante curriculum di Draghi, la sua reputazione impeccabile e la sua bussola etica gli conferiscono l’autorità morale che un presidente come italiano – noi chiediamo – del sistema politico italiano.

Rispetto ad altre repubbliche parlamentari, il presidente dell’Italia non ha solo un ruolo cerimoniale, ma utilizza anche un vero potere politico.

Lui è – sempre uno Loro hanno, Bisogno di sapere – chi nomina il Primo Ministro e approva ogni ministro del governo.

Quindi l’elezione del nuovo presidente ogni sette anni è una caratteristica della politica italiana, dove entrambi i rami del parlamento ribollono come un seminario nel partito di centro.

Riguarda ogni situazione immaginabile, e all’interno di tutte le fazioni ha in mente un solo obiettivo contro le posizioni della propria leadership e di altre: atterrare sul lato destro, dove viene gestito il potere futuro.

Continuare a leggere

VG crede: rotta importante per l’Italia

Per un politico con ambizioni di governo, la carica di ministro può restare o cadere con qualunque candidato presidenziale sostenga.

Partiti, alleanze e alleanze vanno e vengono, ma il presidente continua. Votare contro il capo dello Stato, il cui compito principale è nominare il capo dello Stato e i ministri durante le due elezioni, è una mossa tattica e poco saggia.

READ  Oatsteps, Manchester United | E il Manchester United e le semifinali?

Il dilemma si esprime più chiaramente a destra, che ufficialmente ruota intorno al suo candidato: Silvio Berlusconi.

Ha lottato contro problemi di salute, recentemente ha subito un intervento chirurgico al cuore e ha ipotecato parti della sua capacità polmonare a Corona questo inverno. Ma la sua autostima è ai massimi storici e finora ha solo annunciato la sua candidatura.

Molto sottilmente, ha implementato le dichiarazioni pubbliche di lealtà del leader della Lega Matteo Salvini e della nuova favorita dell’estrema destra, Georgia Meloni, che continua a guidare i fratelli del partito neofascista Italia.

Allo stesso tempo, Meloni e Salvini sono in testa al ballottaggio, e con una nuova rapida elezione possono ottenere tutto. Tuttavia, questo non significa che Tragi non sia più presidente del Consiglio.

Ma non possono incastrarlo, e ora l’Italia ricomincia a lavorare (tutto è relativo). Non possono nemmeno sostenere il suo candidato presidenziale senza tradire il nonno di destra.

Senza il loro sostegno, Berlusconi non avrebbe comunque colto l’occasione per diventare presidente. Questo è tecnicamente possibile dal sistema elettorale. Quindi possono vincere tutte le elezioni che vogliono, ma il presidente non darà mai loro un incarico governativo.

Quindi, se Sergio Materella – con Govt.

Secondo i sondaggi, Berlusconi si dimetterà dalla politica e Mario Draghi sarà rieletto presidente, lasciando vacante la poltrona del premier.


Ascolta l’ultimo episodio del podcast Giæver og gjengen qui: