Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Oscar, film | Pagare 104.000 corone al giorno per una villa di lusso a Hollywood: “un accordo assolutamente necessario”

LOS ANGELES/Oslo (Nettavisen/NTB): Il Norwegian Film Institute, insieme ad altri attori norvegesi, ha affittato una splendida casa di Hollywood Hills durante gli Oscar di questa settimana.

Tra le altre cose, lo utilizzeranno ai ricevimenti e alle conferenze stampa per la troupe di “The World’s Worst Man”, nominato nelle categorie Miglior film straniero e Miglior sceneggiatura originale, e la vincitrice dell’Oscar onorario Liv Ullman.

Il giornale online è nella sua sede di Los Angeles e copre la Settimana degli Oscar.

Leggi anche: Liv Ullman riceve un Oscar onorario: – Davvero incredibile

“Un accordo molto necessario”

In totale, il costo dell’affitto della casa è di 312.000 corone per tre giorni, ovvero 104.000 corone al giorno. L’intero budget per gli Oscar norvegesi è di poco inferiore a 1 milione di corone, di cui si stima che gli articoli non alimentari del governo siano circa 550.000 corone. Inoltre, al finanziamento del team di collegamento contribuiscono anche il Ministero degli Affari Esteri, Virke e il Tromsø International Film Festival (TIFF).

Leggi anche: Renate Reinsve sul successo: – Sono contento di non avere 19 anni quando succede

– È una ragione logica per cui lo facciamo. Non perché pensiamo che sia divertente godersi il lusso. È un lavoro che speriamo dia i suoi frutti per l’industria cinematografica norvegese, afferma il regista Kjersti Mo del Norwegian Film Institute di NTB.

E la decisione di affittare la casa ottiene il pieno appoggio di lei, che siede sul sacco di soldi del ministero della Cultura. Il ministro della Cultura Annette Tritbergstoen (Lavoro) definisce questo un “progetto molto necessario”.

READ  L'identità di Elena Ferrante potrebbe essere stata rivelata - NRK Kultur og underholding

Essendo in un posto del genere ed essendo in grado di attrarre tutti i grandi finanzieri di Hollywood, non lo faresti se organizzassi un incontro in una locanda lungo la strada all’angolo. Tutto a Hollywood è molto non convenzionale, e affittare una casa come questa può sembrare molto non convenzionale e stravagante, ma qui è normale, dice.

– Penso che pagherà

Stanley House è una splendida villa moderna sulle colline di Hollywood con vista mozzafiato su Los Angeles. Nel 2018, la casa è stata venduta per 33 milioni di dollari, ovvero 290 milioni di corone al tasso di cambio odierno.

Progettato dalla rock star Lenny Kravitz, l’interno comprende cinque camere da letto e sette bagni. in modalità video Youtube La struttura è denominata “The Hollywood Rockstar House”.

– È così che si fanno gli affari qui, dice il produttore cinematografico americano Ty Duncan a NTB.

Era presente mercoledì sera a un sontuoso ricevimento nella lussuosa villa norvegese che lei affitta sulle colline di Hollywood, quando “l’uomo peggiore del mondo si batterà per una statuetta per l’Oscar”.

Leggi anche: Il gioco dietro gli Oscar: le campagne Millions sono spesso cruciali per chi vince i premi

Gli ospiti d’onore sono stati il ​​segretario alla Cultura Annette Tribergstoen (Labour) e la troupe del film, che si sono messi in fila per una foto a bordo piscina con il tramonto su Los Angeles sullo sfondo.

– Penso che pagherà, perché quello che stai davvero facendo è supportare un’industria nel tuo paese, dice Duncan.

READ  Questi artisti sono nella prossima stagione di "Every Time We Meet" - VG

312.000 kr per tre giorni

Kjersti Mo ha dichiarato al Norwegian Film Institute che ci saranno 130 incontri nella villa di lusso. Oltre a ricevimenti e conferenza stampa.

Nei prossimi giorni, la casa sarà piena anche di produttori cinematografici norvegesi, che avranno l’opportunità di presentare i loro progetti cinematografici ai rappresentanti dell’industria americana, ha detto Tye Duncan.

In effetti, questo evento chiamato “Fiction Norway” avrebbe dovuto svolgersi al TIFF di Tromsø, ma è stato cancellato a causa di Corona e successivamente si è trasferito a Los Angeles.

– Meglio andare a Tromso. Faccio sempre cose del genere. No allora, ascolta qui. È una bella casa e una vista fantastica, è adorabile per chiunque sia lì, e anche per noi, dice Duncan, che è abituato a come funzionano le cose a Los Angeles.

Leggi anche: Nomination all’Oscar di Treviri: – Davvero sorprendente e commovente

– come un’onda

Il Film Institute spera che i soldi che spendono per la villa e altri eventi tornino al tesoro un giorno.

Solo un singolo accordo di vendita o distribuzione attraverso Fiction Norway a Los Angeles garantirà che i contenuti norvegesi siano finanziati oltre il costo dell’evento, nota NFI in un’e-mail a NTB.

Per il regista di NFI Kjersti Mo, era chiaro che dovevano cercare di capitalizzare l’attenzione che il “peggior uomo del mondo” aveva per promuovere il film norvegese a Hollywood.

– Mi piace usare un’immagine d’onda. Ora c’è un’ondata di film norvegesi, ma vogliamo davvero che duri a lungo.

(© NTB)