Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ottobre è stato il mese migliore di sempre per le esportazioni di prodotti ittici norvegesi

Ottobre è stato il mese migliore di sempre per le esportazioni di prodotti ittici norvegesi

Nel mese di ottobre la Norvegia ha esportato prodotti ittici per un valore di 18,4 miliardi di corone norvegesi. Ciò rappresenta un aumento di 3,3 miliardi di corone norvegesi, ovvero del 22%, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Mai prima d’ora la Norvegia ha esportato un valore di prodotti ittici così alto in un solo mese come nel mese di ottobre. L’ultima top list risale a marzo di quest’anno. Allora il valore delle esportazioni si è fermato a 15,7 miliardi di corone norvegesi.

– Il valore del salmone continua a crescere, e questo ha contribuito notevolmente a far sì che ottobre sia il mese migliore in assoluto per le esportazioni di prodotti ittici norvegesi. La combinazione tra l’aumento dei prezzi del salmone, l’aumento dei volumi di esportazione e la debolezza della corona norvegese ha portato il valore totale a un livello storicamente elevato, ha affermato in un comunicato stampa Christian Kromer, amministratore delegato del Norwegian Seafood Council.

Nel mese di ottobre, la Norvegia ha esportato salmone per un valore di 12,5 miliardi di corone norvegesi. Lo scorso mese ha rappresentato il 68% del valore totale delle esportazioni di prodotti ittici, con una crescita del 22% rispetto a ottobre dello scorso anno.

Il valore delle esportazioni di salmone ha superato i 100 miliardi di corone norvegesi
Finora quest’anno, il valore delle esportazioni di salmone è aumentato del 18% misurato in corone norvegesi, e in ottobre il valore ha superato i 100 miliardi di NOK per l’anno finora. Tuttavia, gran parte dell’aumento di valore può essere attribuito alla debolezza della corona norvegese. Kramer spiega che quest’anno il valore delle esportazioni di salmone, misurato in euro, è aumentato solo del 4%.

READ  Gli addetti ai lavori stanno scaricando azioni su vasta scala

Finora quest’anno la Norvegia ha esportato prodotti ittici per un valore di 142,4 miliardi di corone norvegesi. In confronto, la Norvegia ha esportato prodotti ittici per un valore di 151,4 miliardi di corone norvegesi nell’intero 2022, un nuovo record per l’epoca.

– Il 2023 finora è stato caratterizzato da una maggiore inflazione alimentare, da un aumento dei costi e da un forte impatto valutario. Questi sono i fattori che hanno contribuito ad aumentare il valore misurato della corona norvegese. Il risultato è che quest’anno le esportazioni di prodotti ittici stabiliranno un record, afferma l’amministratore delegato del Seafood Council.

In linea con i tempi costosi e il calo del potere d’acquisto, nel tempo si è verificato un calo sia nell’importazione che nel consumo di prodotti ittici in molti grandi mercati ittici europei.

Tuttavia il calo dell’inflazione negli ultimi mesi e le prospettive di un lieve miglioramento dello sviluppo economico fanno sperare in un futuro miglioramento della domanda in Europa, dice Christian Kromer.

I maggiori mercati per le esportazioni di prodotti ittici norvegesi nel mese di ottobre sono stati Polonia, Danimarca e Stati Uniti. La Polonia ha ottenuto il maggiore aumento di valore questo mese, con un aumento del valore delle esportazioni di 740 milioni di corone norvegesi, ovvero del 41%, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Il volume delle esportazioni verso la Polonia si è concluso con 37.283 ton, ovvero il 18% in più rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nel mese di ottobre i prodotti ittici sono stati esportati in un totale di 116 paesi. Tra le specie catturate in natura, sono state l’aringa e lo sgombro a registrare il maggiore aumento di valore in ottobre.

READ  Agenzia Finanziaria e Recupero Crediti | Il raddoppio della riscossione dei crediti immobiliari: - La grande domanda è se il numero continuerà ad aumentare

Forte crescita del valore del salmone
Nel mese di ottobre la Norvegia ha esportato 138.530 tonnellate di salmone per un valore di 12,5 miliardi di corone norvegesi. Il valore è aumentato di 2,3 miliardi di corone norvegesi, ovvero del 22%, rispetto a ottobre dello scorso anno. Si registra una crescita dei volumi del 6%. Polonia, Francia e Danimarca sono stati i maggiori mercati per il salmone nel mese di ottobre.

La Polonia ha ottenuto il maggiore aumento di valore questo mese, con un aumento del valore delle esportazioni di 660 milioni di corone norvegesi, ovvero del 41%, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Il volume delle esportazioni verso la Polonia si è concluso con 27.462 ton, ovvero il 18% in più rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Il motivo è che la lavorazione, soprattutto del salmone affumicato, aumenta nel periodo precedente le vendite natalizie. Ciò nonostante il prezzo misurato in euro sia superiore a quello dell’anno scorso, afferma l’analista dei prodotti ittici Paul Tee. Andal del Norwegian Seafood Council.

L’Italia è stato il terzo mercato di crescita del salmone in ottobre, dopo Polonia e Danimarca. La crescita è stata del 50% arrivando a 2,3 miliardi di corone norvegesi.

– Nonostante la pandemia di Corona, l’aumento dell’inflazione e l’aumento dei prezzi abbiano contribuito a un aumento significativo del costo della vita, il salmone ha ottenuto buoni risultati sul mercato italiano, afferma l’inviato del Norwegian Seafood Council in Italia, Tom Jørgen Gangsø.

Come spiegazione, egli cita la debolezza della corona norvegese, ma anche la domanda relativamente forte di salmone norvegese in Italia.

READ  Guerra dei prezzi, Pasqua | Riduce i prezzi sugli articoli pasquali dal 25 al 50%.

Il salmone ha più spazio sugli scaffali del supermercato rispetto a molti altri frutti di mare. Inoltre, negli ultimi anni si è registrato un aumento significativo del numero di ristoranti che presentano il salmone nel menu. Lo vediamo, tra l’altro, nell’aumento del numero dei ristoranti poke”, spiega Gangsu.

Il valore della trota è aumentato
Nel mese di ottobre la Norvegia ha esportato 6.305 tonnellate di trote per un valore di 570 milioni di corone norvegesi. Il valore è aumentato di 118 milioni di corone norvegesi, ovvero del 26%, rispetto a ottobre dello scorso anno. Ciò rappresenta una crescita dei volumi del 28%. Stati Uniti, Ucraina e Tailandia sono stati i maggiori mercati di trote nel mese di ottobre. La Bielorussia ha registrato il maggiore aumento di valore questo mese, con le esportazioni che hanno raggiunto i 37 milioni di corone norvegesi, rispetto a zero lo scorso anno. Il volume delle esportazioni si è concluso con 439 ton.