Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Pasqua, caramelle |  Considerato il peggiore olio di palma: – Stai lontano dall'olio

Pasqua, caramelle | Considerato il peggiore olio di palma: – Stai lontano dall'olio

(Il giornale in linea): Un altro anno, un'altra Pasqua e ancora una volta le uova di Pasqua ripiene di Freya sono disponibili nei negozi – Sempre con olio di palma nella lista degli ingredienti.

– Vediamo continuamente che i produttori danno priorità ai bassi costi rispetto alla sostenibilità, e temo che sia quello che fa anche Freya, dice a Nettavisen Anya Bakken-Ries, presidente di Framtiden i våre.

Il problema dell’olio di palma non è la pianta in sé, ma piuttosto il fatto che viene prodotto in modo non sostenibile. Aggiunge che la produzione su larga scala di olio di palma ha causato notevoli danni ambientali.

In questo Paese, le uova di cioccolato al latte hanno suscitato polemiche sull’uso dell’olio di palma negli alimenti, ma non sono l’unico prodotto che Freya continua a produrre utilizzando questo riprovevole ingrediente.

Nettavisen ha trovato olio di palma anche in molti dei prodotti pasquali preferiti di Freia, come Twist, Smil, Dim e Oreo.

– Omicidi, lavoro minorile e distruzione della natura

In un report Dal 2018 è stato riscontrato che le piantagioni certificate di olio di palma sono coinvolte in lavoro forzato, lavoro minorile e discriminazione contro le donne.

Non vi è alcuna indicazione che qualcosa sia cambiato dal 2018, afferma Ries, aggiungendo:

-Abbiamo visto altre segnalazioni di specie animali in via di estinzione catturate e uccise. Oggi l’olio di palma viene coltivato principalmente in aree con foreste pluviali e zone umide, ad esempio in Indonesia e Malesia, e preziose aree naturali vengono distrutte.

L'invito di Rise a Freya è chiaro:

-Con così tante sfide associate alla produzione di olio di palma, riteniamo che Freya dovrebbe sostituire l'olio di palma con quello di colza o di girasole. “Vogliamo che il cibo che mangiamo sia prodotto in un modo migliore”, afferma.

READ  Inflazione più debole del previsto negli Stati Uniti

Freya è l'olio di palma mistico

dipende da Guida all'olio di palma del Rainforest Trust A partire dal 2022, Nettavisen ha selezionato e controllato i prodotti a base di cioccolato rispetto agli elenchi attuali degli ingredienti.

Non c'è traccia di olio di palma in nessuno dei prodotti Nidar. Per quanto riguarda Brynhild, in due prodotti natalizi è stato trovato l'1-3% di olio di palma.

Le uova di Pasqua di Freya sono in cima alla lista con il 20% di olio di palma. Seguono Freya Monolet con il 10-15%, Milk Chocolate con Dime con il 7,3% e Smile con il 6%.

Secondo gli attuali elenchi degli ingredienti, in questi prodotti è ancora presente olio di palma, ma Regnskogfondet ha informato Nettavisen di non poter dire nulla sulla proporzione attuale.

– La guida è costantemente aggiornata e ci sarà immediatamente un nuovo aggiornamento completo. L’olio di palma è un ingrediente che la maggior parte delle persone vuole evitare, quindi il nostro obiettivo è fornire ai consumatori indicazioni su quali prodotti stare lontani, ha scritto in una e-mail Ingrid Tongen, responsabile dei mercati senza deforestazione presso Regnskogfondet.

Nel 2015 Rimozione dell'olio di palma Freya Direttamente dal pranzo veloce.

Nessuna garanzia

Da soli Siti web Freya scrive che si impegnano a utilizzare l'olio di palma in modo sostenibile e pertanto utilizzano olio di palma certificato RSPO nei loro prodotti.

L’RSPO è un programma di iniziativa avviato dalla stessa industria dell’olio di palma nel 2004.

– Non vi è alcuna garanzia che l'olio di palma certificato RSPO sia completamente esente da deforestazione, osserva Reis.

READ  Avvisa le altre auto - ITavisen

Sottolinea che le grandi aziende possono sostenere la RSPO esternamente, senza necessariamente utilizzare olio di palma puro certificato nei loro prodotti.

– Alcuni produttori sono membri della RSPO e si sono quindi impegnati a “diventare più sostenibili”, ma la domanda è se tutto il petrolio che acquistano è certificato o solo alcune parti di esso, dice Rees.

-Abbiamo una soluzione sostenibile

La maggior parte dei nostri prodotti, come il cioccolato al latte Freya e il pranzo espresso, non contengono olio di palma”, afferma Øyvind Olofsen, responsabile delle comunicazioni presso Mondelez Norvegia, proprietaria della produzione di Freya. Sottolinea che Freya utilizza esclusivamente olio di palma certificato “RSPO (Roundtable for Sustainable Palm Oil)”.

“Come molte altre aziende alimentari, utilizziamo l'olio di palma in alcuni prodotti per ottenere il gusto, la consistenza e la durata desiderati”, ha scritto Olofsen in un'e-mail a Nettavisen.

Olofsen sostiene che la sostituzione completa dell’olio di palma richiederebbe un’area molto più ampia di terreni agricoli, aumenterebbe le emissioni di gas serra e aumenterebbe la minaccia per le specie animali e vegetali, poiché altre colture petrolifere generalmente hanno rese inferiori.

– Sappiamo che ci sono domande sulla coltivazione dell'olio di palma. Noi, come organizzazioni come il WWF, crediamo che i boicottaggi non siano la risposta. Vogliamo far parte di una soluzione sostenibile, insieme al resto della catena alimentare, afferma.

Olofsen ritiene che Mondelez si assicuri che l'olio di palma che utilizza sia prodotto in modo responsabile e sostenibile, attraverso rigorosi requisiti della catena di approvvigionamento, che includono il monitoraggio satellitare e la tracciabilità delle piantagioni che riforniscono gli stabilimenti.

– La produzione deve avvenire su terreni legali, non portare alla deforestazione o alla perdita delle torbiere e rispettare i diritti umani. Tutte le fabbriche che ci riforniscono devono essere identificate da Global Forest Watch e non possono avere reclami attivi contro le loro linee di fornitura dirette, o essere gestite dagli stessi gruppi di produttori altrove. Inoltre, i fornitori devono disporre di una sicurezza esterna per il loro processo di monitoraggio e per i sistemi utilizzati e accettare che possiamo verificarli in qualsiasi momento, afferma Olofsen.

READ  Capo economista: - Ora c'è una maggiore probabilità che ci possano essere quattro aumenti dei tassi quest'anno