Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Pensa che il leader di un partito sia stato assolutamente geniale:

Lunedì sera, il primo dibattito dei leader di partito sulla campagna elettorale è iniziato quando i leader dei nove partiti si sono riuniti durante la settimana di Arendal.

La discussione è stata guidata da Frederic Solvang di NRK.

Il clima e l’ambiente sono diventati un argomento importante lunedì sera e in diverse occasioni i leader del partito si sono scontrati.

Il commentatore politico di TV 2 Wire Ericsrud crede che il leader laburista Jonas Gahr Store sia insorto dopo uno Il duello del Primo Ministro è molto debole Domenica, sei vengono premiati ai dadi.

Così uscì vittorioso dall’intenso dibattito.

Il resto dei lanci di dadi è distribuito come segue:

Il commentatore politico di TV 2, Wires Eriksrud, valuta i leader del partito come:

it Basulm:

Quando si parla di due terzi del dibattito sul clima, mi sarei aspettato di più dal leader degli MDG che ha grande esperienza e slancio. Ha il vantaggio di non dover affrontare nessuna delle alternative del governo. Implacabile e sola, chiuderà l’industria petrolifera norvegese entro il 2035, ma non riesce a plasmare un dibattito così dominato dalla questione climatica.

Jonas Jar Store:

Il leader laburista riesce nel dibattito sul clima indicando le concessioni tra SV e Vedum. È bravo a concretizzare le proprie soluzioni ed è offensivo quando attacca il piano degli obiettivi di sviluppo del millennio per chiudere l’industria petrolifera entro il 2035. Approfondisce alcune parti del dibattito e finisce su un terreno instabile quando Solberg arresta lui nell’impreciso, ma brillantemente in recupero. È stato anche approvato nella controversia fiscale e ha avuto modo di usare la sua credibilità come ex ministro degli esteri nel dibattito sull’Afghanistan.

Vincitore: il commentatore politico di TV 2 ritiene che Jonas Gahr Støre sia emerso vittorioso dal dibattito del leader del partito. Foto: Frode Sunde/TV 2

Erna Solberg:

Appare calmo, rilassato e autorevole. Ma fatica a materializzare le proprie soluzioni politiche. Metti un po’ nell’ombra del leader laburista in quella zona. Si rompe un po’ quando si fa pressione su chi riceverà i soldi indietro quando il prezzo alla pompa aumenta a causa della tassa sulla CO2. Ma un bel duello di salute con Støre. L’attenzione si concentra sui malati, ma parla in bocca al leader laburista quando si parla di anoressia e salute mentale. Non è vestito da Primo Ministro.

Nel duello con Vedum fatica di più e deve ammettere che non è accettabile che la polizia non sia nei territori come dovrebbe. È difficile difendersi quando sei al potere da otto anni. Ma indica anche che hanno aumentato la preparazione acuta, non da ultimo aumentando l’attenzione alla violenza e agli abusi.

Trygve Slagsvold Vedum:

– Ero un po’ imbarazzato quando qualcuno lo ha chiamato primo ministro, ma lo ha fatto rapidamente. Vedum è riuscito bene nel duello climatico con Lysbakken. Qui sfida dove fa male quando sottolinea che garantire che la politica climatica non si trasformi in politica antisociale è una sfida. Qui riuscì a neutralizzare Lysbakken nella sua stessa corte.

Il leader della SP assomiglia a Sylvi Listhaug, quando discute dell’auto fossile, ma è chiaramente dalla parte del rosso e del verde quando spiega la posizione sulle crescenti differenze. Vedum è più bravo a discutere la riforma della polizia che a TV Duel 2 di domenica. Solberg mette direttamente in dubbio il fatto che non tutti debbano sentirsi al sicuro perché la polizia arriva indipendentemente da dove vivi.

Al centro dell'albero: Trygve Slagsvold Vedum è stato premiato con quattro dadi dal commentatore politico di TV 2.

Al centro dell’albero: Trygve Slagsvold Vedum tira quattro dadi dal commentatore politico di TV 2. Foto: Frode Sunde/TV 2

Kjell Ingolf Robstad:

È un leader con più esperienza di quanto abbiamo visto in discussioni simili prima. Si concentra sui poveri del mondo colpiti dai danni climatici, ma Basholm l’ha fermato quando ha finito di pensare che dovremmo solo rallentare un po’ il ritmo delle trivellazioni petrolifere. Ma si riprende più volte quando riesce a guardare negli occhi dei telespettatori e nelle modalità dei messaggi basilari, sia per quanto riguarda le famiglie con bambini piccoli che per le province.

Con un buon umore e uno scintillio negli occhi, è diventato più sicuro di sé in questo ruolo. Si attiene al suo messaggio di libertà di scelta per i genitori. Non si permette di oscillare la bacchetta nel duello contro i Moxnes, e riesce ad apparire calmo e credibile quando difende il motivo per cui non vuole coloro che sono stati rimandati in Afghanistan.

Udon Lisbachen:

Lysbakken ha un aspetto piuttosto elaborato all’inizio del duello con Vedum. Non diventa mai efficace contro un leader SP. Dimostrato dall’attacco ben pianificato di Vedum. Prende l’iniziativa alla fine del dibattito sul clima, insistendo sul fatto che l’ONU ritiene che sia necessario fare scelte coraggiose, ma non riesce a creare lo spazio per spiegare l’idea alla base del premio per le persone verdi. Mostra quanto SV sia diverso dagli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, in quanto vogliono una graduale ristrutturazione del settore petrolifero. I pionieri di Lysbakken finalmente si incontrano in un duello contro Listhaug. Ben preparata, la vecchia viaggia dopo un inizio turbolento.

Sylvie Leslie:

– Il leader del FRP non entra nella discussione prima che siano trascorsi 18 minuti. Quindi Vedum ha preso gli argomenti migliori per abbassare i prezzi di pompaggio, mentre Listhaug ha parlato dell’elettrificazione degli scaffali. Penso che la maggior parte delle persone si preoccupi di più del prezzo della pompa che del costo dell’elettrificazione del rack. Davvero non entrare nella discussione. Ha la possibilità di duellare con Lysbakken, ma non ha molto da offrire quando rilascia dichiarazioni del 2015 sul ricorso all’attacco ai rossoverdi.

Slackt: Il leader del FRP, Sylvie Listauge, si è classificato peggio tra tutti i leader del partito secondo Ericsrud.

Slackt: Il leader del FRP, Sylvie Listauge, si è classificato peggio tra tutti i leader del partito secondo Ericsrud. Foto: Frode Sunde/TV 2

Listhaug cerca di trasformare il dibattito sulle differenze in una migrazione, ma non funziona. Il leader del FRP avrebbe dovuto raccogliere nuovi elettori stasera, ma è arrivata con un po’ di nuove polemiche. Questo può essere pesante per quattro settimane per Frp. Sembra che Listhaug abbia gli occhi puntati sul 2025.

Jory Melby:

– Sopravvive alla sua prima apparizione nel dibattito del leader del partito, ma non lo impressiona. Bisogna accettare l’ipotesi che l’aumento delle tasse aumenti le differenze e che Pastolm le abbia un po’ oscurate. Caratterizzato da abbigliamento governativo. Non riesce mai a volgere la discussione nella sua direzione, e chiaramente gli manca la routine a questo livello. Cerca di cementare la sua posizione di partito della grande città attaccando Vedum, ma non riesce a farla franca.

Bjornar Moxness:

Riesce a parlare agli elettori delle primarie sia del settore pubblico che di quelli che ha preso dal movimento sindacale. chiaro e coerente. Non correre rischi. Offre una ricetta per il successo, l’anti-privatizzazione e uno stato più attivo. Si attiene al suo discorso. Inesorabile nell’aumentare le tasse ai ricchi. A differenza degli anni precedenti, ora manterrà l’elettorato e non necessariamente otterrà nuovi elettori. Moxnes ha consegnato la merce.

Risolto: il commentatore di TV 2 pensa che Bjornar Moxness fosse coerente.

Risolto: il commentatore di TV 2 pensa che Bjornar Moxness fosse coerente. Foto: Frode Sunde/TV 2

READ  Ansten (9 anni) è stata fotografata 15 minuti prima di essere uccisa da un tornado - VG