Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Pensava che l’Europa fosse ingenua:

Vi è un ampio consenso sul fatto che la distruzione dei gasdotti Nord Stream 1 e 2 sia stata causata da esplosioni, forse il risultato di un sabotaggio.

Mentre esperti e capi di stato occidentali ritengono che la Russia dovrebbe essere indietro, la Russia si riferisce agli Stati Uniti.

Tra le altre cose, si riferisce alla conferenza stampa del presidente Biden di febbraio, dove ha detto che gli Stati Uniti lo avrebbero fatto Nord Stream 2 termina se la Russia invade l’Ucraina.

Un funzionario statunitense in seguito ha affermato che Biden credeva chiaramente che il gasdotto non sarebbe stato operativo e che gli Stati Uniti avrebbero collaborato con la Germania per assicurarlo.

Gli Stati Uniti si oppongono fermamente

Il politologo Magnus Mortvedt ha scritto la sua tesi di laurea nel 2021 in particolare sulle preoccupazioni degli Stati Uniti sul Nord Stream 2.

Gli Stati Uniti si sono sempre opposti fermamente a questo perché credono che la Russia stia utilizzando la fornitura di gas come un potenziale strumento politico e che minacci la sicurezza energetica europea, ha detto Mortvedt a TV 2.

– E questo è ciò che vediamo oggi, mentre il gas viene tagliato e si crea una crisi energetica in Europa per esercitare pressioni sull’Unione europea nelle sanzioni che sono state imposte.

Nemici forti: l’esperto politico Magnus Mortvedt afferma che l’opposizione degli Stati Uniti al Nord Stream ha diverse ragioni. Foto: privato

Indica anche che gli Stati Uniti, specialmente sotto Donald Trump, volevano esportare più GNL nella stessa Europa.

Mortvedt si è chiesto se gli Stati Uniti potrebbero ottenere qualcosa da guadagnare da un attacco sovversivo contro Nord Stream.

Il motivo principale dell’opposizione americana al Nord Stream sono le condizioni geostrategiche. Dice che aumentare la potenza e la presenza russa in Europa è qualcosa che gli Stati Uniti non vogliono, specialmente contro i paesi della NATO.

Mortvedt sottolinea anche i commenti di Biden su Nord Stream 2, che secondo lui forniscono ai teorici della cospirazione una base per puntare il dito accusatore contro gli Stati Uniti.

– Non ben intenzionato

Mortvedt ritiene che l’Europa abbia agito ingenuamente nelle sue relazioni con la Russia.

– Sono diventati troppo dipendenti dal gas russo e da un attore che non ha buone intenzioni, ma è semplicemente instabile, dice.

Tuttavia, osserva che la Russia ha guadagnato bene dalle esportazioni di gas in Europa.

– In questa misura, qui c’è una dipendenza reciproca. Mortvedt si chiede: perché la Russia vuole sabotare il proprio gasdotto, che le ha fornito così tante entrate, ed è anche un mezzo di pressione politica contro l’Unione Europea.

– Al mio orecchio, questo non sembra ragionevole, ma è difficile trarre conclusioni su chi è la colpa.

Molto illogico

Prima del sabotaggio, il Nord Stream 1 non era operativo a causa di ciò che la russa Gazprom indicava come manutenzione. Era anche molto dubbio che il Nord Stream 2 sarebbe stato operativo nel prossimo futuro, a causa della guerra in Ucraina.

Ciò significa che anche lo studioso russo Yakub Godzimirsky su Nupi è sconcertato dal motivo del sabotaggio, indipendentemente dal fatto che ci fosse la Russia dietro.

– Far saltare in aria qualcosa in cui hanno investito 20 miliardi di euro nella costruzione, che ha aiutato la Russia a influenzare le decisioni politiche in paesi come la Germania, non ha senso, dice Godzimirsky a TV 2.

Non vedo il motivo: lo studioso russo Yakub Godzimirsky si sforza di apprendere il motivo del sabotaggio russo.  Foto: Sveinung Kyte/TV 2

Non vedo il motivo: lo studioso russo Yakub Godzimirsky si sforza di apprendere il motivo del sabotaggio russo. Foto: Sveinung Kyte/TV 2

Dice che la Russia è uno dei paesi che ha le risorse per compiere tali sabotaggi, ma non riesce a comprenderne i motivi.

Ma capire la politica russa è difficile quanto capire l’amore, dice.

Guadagni limitati

Seppur stupito dal gol della squadra russa, Godzimirsky non pensa di parlare del ritardo degli Stati Uniti.

“Non credo che sia qualcosa su cui scommetteranno, perché sanno che se può essere provato, significherà una chiara escalation del conflitto”, dice.

Ritiene inoltre che i guadagni che gli Stati Uniti otterranno saranno limitati.

– E non dovevano farlo per ottenere ciò che volevano – Il gas russo si è fermato. È già successo.

Credi che dietro ci sia la Russia?

Diversi esperti erano chiari di ritenere che la Russia fosse dietro il sabotaggio, incluso il capitano di marina e ricercatore dell’Accademia navale, Tor Ivar Strowmen.

Strowman dice che i russi hanno deliberatamente distrutto questi tubi da soli Ha detto a TV 2.

Crede che l’intento sia quello di fare pressione sull’Europa mentre le scorte di gas stanno diminuendo, con l’obiettivo di imporre una soluzione in Ucraina adatta ai russi.

Vedo la Russia continuare la narrazione secondo cui gli americani, i norvegesi e tutti gli altri sono dietro, dice Strommann.

– Vogliono creare una tale immagine internamente per creare supporto alla guerra, ed esternamente per dividere e creare incomprensioni e complicare i fatti.

Lo stesso è stato suggerito da Adrienne Watson, portavoce del National Security Council (NSC) degli Stati Uniti.

– Sappiamo tutti che la Russia ha una lunga storia di diffusione della disinformazione, ha detto Watson, e ora lo stanno facendo di nuovo.

READ  Blocco in Nuova Zelanda dopo un caso di corona - VG