Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Penso che l’India si stia avvicinando al picco di incidenza – VG

I dati ufficiali indicano che finora 20 milioni di indiani sono stati infettati dal Coronavirus. Gli esperti ritengono che il numero effettivo nel Paese colpito dalla crisi potrebbe arrivare a dieci volte.

Pubblicato:

Per il 12 ° giorno consecutivo, l’India ha segnalato più di 300.000 nuovi casi di Corona. I numeri di lunedì nelle ultime 24 ore si sono attestati a 368.147. Ciò significa che quando domani arriveranno nuovi numeri, il paese avrà superato 20 milioni di casi.

Ma sono ufficialmente registrati. Si è sempre detto che i numeri oscuri possono essere grandi. I rapporti di Reuters ora indicano che gli esperti medici stimano i numeri reali tra cinque e dieci volte superiori ai dati ufficiali.

In tal caso, probabilmente significherebbe che 200 milioni di indiani sono impazziti o hanno contratto il virus.

In totale, ci sono 1,35 miliardi di persone che vivono nel paese.

Leggi anche: Esporre cremazioni di massa

Se le infezioni registrate non sono adeguatamente segnalate, è garantito che si applicheranno anche ai decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati circa 3.400 decessi. Il numero totale ora è di quasi 220.000 morti.

Il Paese è attualmente il più colpito al mondo dal Coronavirus.

Scorci di speranza

Tuttavia, lunedì è stato riportato un raggio di speranza poiché il numero di casi relativi al numero di test condotti per la prima volta dal 15 aprile è diminuito.

Un gruppo di ricerca che consiglia le autorità indiane, utilizzando un modello matematico, ha concluso che l’India sta raggiungendo il picco dell’onda Corona tra oggi e mercoledì. Questo è un po ‘prima di quanto si pensasse inizialmente, poiché il virus si è diffuso più velocemente del previsto.

READ  È morto dopo la caduta

Sospensione: Paura e sospetto in India

Incenerimento: domenica notte sono scoppiati diversi falò fuori dalla città di Bengaluru. Foto: Samuel Rajkumar / Reuters

Nonostante i numeri elevati, il primo ministro Narendra Modi è stato riluttante a bloccare il paese perché il suo governo teme le conseguenze economiche. Tuttavia, molte autorità locali hanno imposto alcune restrizioni.

Secondo me, è solo un sistema nazionale che le persone dovrebbero rimanere a casa e indicare una crisi medica che può aiutare, dice Bhramar Mukherjee, epidemiologo presso l’Università del Michigan.

Accelererà l’approvazione del vaccino

Un altro problema in India è stata la mancanza di vaccini adeguati. Il produttore di vaccini Pfizer sta ora discutendo con le autorità indiane la possibilità di una rapida approvazione del suo vaccino nel paese.

Albert Poria, CEO di Pfizer, ha dichiarato, secondo Reuters, “Sfortunatamente, il nostro vaccino non è registrato in India nonostante la nostra richiesta sia stata inviata diversi mesi fa”.

Leggi anche

Operatori sanitari esausti in India per VG: – La situazione è disastrosa

Nel frattempo, Pfizer afferma che donerà farmaci al paese per oltre 70 milioni di dollari.

Uno dei maggiori problemi in India ora è uno Rischiosa carenza di ossigeno. Sabato 12 pazienti sono morti di corona a New Delhi a causa della mancanza di ossigeno nell’ospedale in cui erano stati ricoverati.

Secondo il Times of India, almeno altri 22 pazienti sono morti per mancanza di ossigeno in altri tre ospedali del paese durante il fine settimana.

Ciò ha portato a un tribunale a dirlo Puniranno i funzionari del governo Se non sono in grado di consegnare agli ospedali le bombole di ossigeno promesse. Ora, 13 partiti di opposizione hanno unito le loro forze per chiedere al governo di iniziare la vaccinazione gratuita e per assicurarsi che tutti gli ospedali abbiano abbastanza ossigeno.

READ  Fino a 25 morti in un'operazione antidroga in Brasile - NRK Urix - notizie e documentari stranieri

La situazione negli ospedali è così pericolosa che ai pazienti con Covid-19 non viene assegnato un posto e molti scelgono di tenere a casa i parenti malati perché ritengono che ciò offra maggiori possibilità di sopravvivenza.